CON TUTTO IL CUORE

Dopo lo straordinario successo riscosso durante le ultime due stagioni teatrali, battendo ogni record d’incasso, Vincenzo Salemme torna con una sua nuova divertentissima commedia: “Con tutto il cuore”.JVcg9kjQ.jpeg

NOTE DI VINCENZO SALEMME:

Il mio nuovo spettacolo sarà ancora una commedia. Nel senso più scolastico della parola. Perché anche stavolta, come nella mia precedente “Una festa esagerata”, vorrei che il pubblico si divertisse molto. E perché anche stavolta al centro della vicenda c’è un piccolo uomo, il mite insegnante di lettere antiche Ottavio Camaldoli, che subisce un trapianto di cuore, ma non sa che il cuore gli è stato dato in dono, è quello di un feroce delinquente, Pasquale Mangiacarne, morto ucciso, il quale prima di morire ha sussurrato alla mamma, feroce quanto lui, le ultime volontà: che il proprio cuore possa continuare a pulsare anche dopo la sua morte, affinché colui che lo riceverà in dono (Ottavio appunto), possa vendicarlo.
Il povero Ottavio però, pur avendo effettivamente cambiato il cuore, non ha modificato il suo carattere. E non ha nessuna intenzione di trasformarsi in assassino. Lui che già subisce le angherie di una ex moglie e del suo nuovo compagno, lui che è troppo remissivo con la figlia ventenne che vive in casa con lui. Lui che si fa abbindolare da un finto infermiere e da una finta governante indiana, lui che ha paura persino del gangster nano tutto chiacchiere e minacce da sbruffone, lui che rispetta ed ha sempre rispettato la legge, questo uomo dal temperamento quasi vile, dovrà sottostare alla
prepotenza della Signora Carmela (mamma di Mangiacarne) e sarà costretto col passare dei giorni a diventare un duro. Un cinico. Un uomo capace di rendere il proprio cuore chiuso come la pietra. Forse tutto questo per dimostrare che in ognuno di noi ci sono tutte le sfumature e tutti i colori dell’animo umano. E che è sempre l’occasione che ci costringe a fare delle scelte. E in quelle scelte si capisce davvero qual è la nostra natura più profonda.

Per San Silvestro sono previste 2 recite, alle ore 17,30 e alle ore 21,30. Al termine della recita delle 21,30, allo scoccare della mezzanotte, si brinderà al nuovo anno con spumante, panettone e un buffet di dolci insieme a Vincenzo Salemme e alla sua Compagnia.
Inoltre in occasione della recita delle ore 21,30 sarà possibile cenare nel foyer del Teatro a partire dalle ore 20,30, info su prenotazione, prezzo e menù sul sito del Teatro http://www.teatromanzoni.it.

ORARI: feriali ore 20,45 – domenica ore 15,30
26 dicembre ore 17,00 – San Silvestro ore 17,30 e 21,30 – 1 gennaio ore 18,00
riposo 24 e 25 dicembre

JACK, PAZZIA E AMORE – I conflitti di un serial killer

Mercoledì 5 e giovedì 6 dicembre al Teatro Carcano di Milano debutterà in prima nazionale JACK, PAZZIA E AMORE – I conflitti di un serial killer, Ballet Opera ispirato alla storia di Jack lo Squartatore. L’opera è firmata nei testi e nelle musiche da Diego Mecchi; le coreografie e la regia sono curate da Damiano Bisozzi; l’orchestrazione è curata da Gaspare Bartelloni; gli arrangiamenti musicali da Howl Jordan e Matteo Teani.JACK PAZZIA E AMORE x web.jpg
In scena, l’étoile Sabrina Brazzo, il primo ballerino Andrea Volpintesta e i ballerini della loro compagnia Jas Art Ballet con la partecipazione dei giovani della Jas Art Ballet Junior, per la prima volta in una produzione ufficiale della Compagnia, da quest’anno residente al Teatro Carcano.
Uno spettacolo in due atti, innovativo e dai messaggi forti, in cui si racconta la storia di Jack che vive i suoi conflitti di uomo malato, causati dal trauma infantile per la perdita violenta della mamma. Il conflitto principale nasce dall’incontro con una giornalista che risveglia in lui il sentimento dell’amore che però non è capace di comprendere. È un uomo violento, incapace di amare.
Tema centrale dello spettacolo, la figura della donna, che nell’opera si svela in una duplice veste: la donna complice e la “Grande donna”.
La donna complice – spiega l’autore Diego Mecchi – protegge il lato oscuro dell’uomo: una donna paziente, costante, resiliente, ottimista e combattiva, che tra mille ostacoli quotidiani crede di poter guarire il lato oscuro del suo uomo. Una metafora che rispecchia in modo esemplare la realtà vissuta oggi da tante donne.
Di contro esiste la “Grande donna”, che per amore riesce a valorizzare il suo uomo dandogli fiducia e rafforzando la sua autostima e il suo vero valore.
Entrambe combattono per il lato positivo che vedono nei loro uomini: è questione di una sensibilità innata femminile, che solo la donna per natura possiede.
Spettacolo dall’accentuato taglio lirico, JACK, PAZZIA E AMORE è arricchito dalla presenza di due grandi voci: l’iraniano Ramtin Gazhavi, tenore del Teatro alla Scala e Marta Leung Kwing Cheung, mezzosoprano italo- mauritiano.
Di forte impatto i costumi di scena, che richiamano uno stile ottocentesco riportato ai nostri giorni, mentre scene, luci e proiezioni renderanno dinamica la sequenza delle azioni coreografiche nate dal talento di Damiano Bisozzi, che vuole dar vita ai testi attraverso la danza creando “uno spettacolo diverso dal solito, animato da una compagnia classica, ma capace di una dinamica esplosiva contaminata con quella del musical”.

Teatro Carcano di Milano
mercoledì 5 e giovedì 6 dicembre 2018 ore 20,30

COGNATE

Mai sottovalutare le donne e la loro capacità di coalizzarsi… Mai sentirsi al sicuro nel loro mal sopportarsi. Anna Valle con il suo cast affiatatissimo porta sul palco del Martinitt una famiglia come tante, che galleggia in una formale convivenza, maschera di intolleranze, dissapori e rancori che rischiano di esplodere. A innescare la miccia sarà ancora una volta una donna. La donna di chi? In scena dal 29 novembre al 16 dicembre.Cognate Cena in famiglia_av _web(7).jpg

Una bellissima commedia corale, dal sapore francese ma dal tema senza confini: la famiglia. Tra equilibri e squilibri, passione e indifferenza, sentimenti sacrificati in nome della stabilità e dell’apparenza e affetti sinceri, il clan è forse sopravvalutato? Quel che è certo è che non va sottovalutato il pericoloso potenziale delle donne… Tre cognate non proprio affiatate e “l’altra” muovono i fili di un copione avvincente, all’insegna della tensione che sale piano piano, in un climax che non sfocia volutamente mai in tragedia e, pur con colpi ben assestati, mantiene toni delicati. Personalità diversissime e in contrasto, che si coalizzano davanti al sospetto, regalando risate e colpi di scena.
Una cena: tre fratelli, le rispettive mogli e un ospite non previsto. L’atmosfera è scossa dall’arrivo della segretaria di uno dei fratelli, invitata a sorpresa dalla moglie. La comparsa della debordante e seducente creatura, che tutti e tre i fratelli hanno già avuto occasione di conoscere, scatena un turbine di meschinerie e cattiverie. Risultato? Diffidenza nelle mogli e terrore nei mariti, che dopo un primo, malcelato imbarazzo, cadranno nel panico. La famiglia si sgretola tra ripicche e rancori, per poi ricomporsi in alleanze non prevedibili, fino all’insospettabile finale…

TEATRO/CINEMA MARTINITT
Via Pitteri 58, Milano – Tel. 02 36.58.00.10 – Parcheggio gratuito.
Orario spettacoli giovedì-sabato ore 21, domenica ore 18. Il sabato anche alle 17.30.
Biglietteria: lunedì 17.30-20, martedì-sabato 10-20, domenica 14-20.

STREET PHOTOGRAPHY

Street Photography
La gente, la strada, la città”

EXPO + CONTEST 2018
a cura di Marco Neri

SPAZIOKAPPA32 presenta le immagini selezionate

05 dicembre 2018 – 07 gennaio 2019
SPAZIOKAPPA32, via Kramer 32, Milano

Mercoledì 05 dicembre 2018, alle ore 18.30, si terrà presso SPAZIOKAPPA32 (via Kramer 32, Milano) l’inaugurazione dell’esposizione collettiva Street Photography “La gente, la strada, la città” EXPO + CONTEST 2018, a cura di Marco Neri.Street Photography.jpg
La galleria SPAZIOKAPPA32, aperta nel febbraio 2017 allo scopo di promuovere e diffondere contenuti artistico-culturali, espone in questa mostra le foto selezionate nel suo primo contest. L’immagine, fra quelle presentate al pubblico, che avrà ottenuto il maggior numero di voti vincerà una mostra personale in galleria, in date ancora da definirsi nel corso del 2019, con stampa e montaggio di tutte le foto a spese di SPAZIOKAPPA32.

 

BIANCHI SUSSURRI

27 novembre 2018 – 18 dicembre 2019

the Place, via Kramer 32, Milano
in collaborazione con SPAZIOKAPPA32
Inaugurazione: martedì 27 novembre 2018, ore 18.30

Dopo il successo riscontrato da “Il LINGUAGGIO DEI FIORI”, in programma fino al prossimo 23 novembre, the Place, in collaborazione con la galleria gemella SPAZIOKAPPA32, ospita una seconda e promettente mostra. Come evocato già da titolo, in “BIANCHI SUSSURRI” sono esposti alcuni scatti di Caroline Gavazzi che hanno come fil rouge il tema della neve.6B-Superman.jpg Questo evento naturale, che da sempre affascina grandi e piccini, viene raccontato dalla fotografa in maniera intimistica, in un viaggio alla scoperta di un mondo incantato, privo dei consueti punti di riferimento e popolato da oggetti con capacità emotive pari a quelle umane. La neve trasfigura ogni cosa ed isola dal mondo reale per crearne uno nuovo, in cui crollano le consuete certezze; le distanze divengono incalcolabili ed elementi come un edificio in rovina; un albero sembrano acquistare un anima propria. Scopo dell’artista, quindi, non è catturare l’istante, ma la vita delle cose che la circondano, dando loro un’interpretazione che riesce a riflettere l’interiorità di chi li sta fotografando, in una sorta quasi di “poesia visiva”.
«È ancora evidente in questa serie fotografica – dichiara il critico, fotografo, giornalista e curatore Roberto Mutti – che Caroline Gavazzi possiede un grande talento di interpretazione, appoggiato da un a tecnica fotografica che domina perfettamente»
L’artista sarà presente all’inaugurazione della mostra, durante la quale avrà modo di interagire con i visitatori e rispondere agli eventuali quesiti che le verranno posti.

L’ingresso al pubblico è gratuito.

YNOT? Xmas Time

Il periodo natalizio è bellissimo ma anche molto impegnativo. Cene degli auguri, aperitivi di saluto, scambi regali, per finire con i cenoni, la Vigilia e il pranzo di Natale. Come vestirsi è sempre un’incognita: elegante ma pratica, fashion ma non sopra le righe, raffinata ma sexy. Le esigenze poi sono tante e il tempo, non solo per scegliere l’outfit ma anche per prepararsi, è sempre poco.28da08ed-d650-49fd-8fbd-1994d13b8e14.jpg
Per fortuna c’è YNOT? che propone una collezione ampia e versatile, un mix di grinta urbana e spirito romantico, perfetta per ogni occasione! Allora via libera a tartan, glitter, paillettes e molto altro: con YNOT? scegliere il look perfetto sarà un gioco da ragazzi.

U.S. Polo Assn.

Fantasie norvegesi per le nuove maglie U.S. Polo Assn.! Avvolgenti e calde. Fantasiose e rassicuranti. U.S. Polo Assn._Women-07.jpgLe maglie con le tipiche fantasie norvegesi, lavorate con maglia grossa, sono proposte da U.S. Polo Assn. in una versione assolutamente nuova: grafiche singolari, patch ricercati e abbinamenti di colore insoliti. Da indossare in ogni momento della giornata, sono il nuovo capo chic dell’Autunno/Inverno 2018/19.
Per Lei…Morbido e confortevole. La maglia stile norvegese è proposta nei toni neutri del grigio e bianco. Naturalmente chic, è il capo che non può mancare nel guardaroba di ogni donna.

BRANDSTORMING

Brandstorming è un concept store che seleziona, propone e racconta l’artigianato di ricerca. Lo spazio vive sul Naviglio Grande di Milano, caratteristica zona storica e turistica della città, e ospita artigiani, artisti e designer in un susseguirsi di proposte eclettiche ed autentiche.Brandstorming_interno new_jpg.jpg
Vere e proprie storie, per riscoprire la creatività degli artigiani italiani. Un saper fare spesso dimenticato che si esprime attraverso una proposta variegata: mobili e complementi d’arredo, anche su misura, progetti d’arredo su commissione, opere d’arte e oggetti di design, tante idee per arredare gli spazi, accogliere gli ospiti e vivere la casa; accessori per la persona che spaziano tra bijoux e borse, cappelli e stole, t-shirt e piccola pelletteria, proposte per uno shopping dedicato a donna, uomo e bambino.
Brandstorming è un negozio dove trovare pezzi unici che trasferiscono emozioni. Un luogo dove fare una vera esperienza d’acquisto attraverso la scoperta di prodotti inaspettati che raccontano il sapore dell’artigianalità, il guizzo intellettuale di chi trova un’idea geniale a partire da materiali comuni, l’abilità manuale di saperla realizzare e interpretare in modo unico.
Oggetti e attività creative insieme, come per esempio il progetto interno di autoproduzione VIA CORSICO3 che include bicchieri, lampade e accessori in vetro derivati dalla lavorazione di scarti di bottiglie di birra, vino, liquori che si trasformano da semplici rifiuti a nuovi oggetti creativi.

Brandstorming – Via Corsico 3 – 20144 Milano – Ph.0236595541
Martedì/Sabato 12.00/20.00 orario continuato – Ultima Domenica del mese (Mercatone dell’Antiquariato)

www.brandstorming.it

MAGNIFLEX PRESENTA MAGNISTRETCH LO STRETCHING DI NUOVA GENERAZIONE

All’insegna della qualità e dell’innovazione, Magniflex si schiera contro il mal di schiena con MagniStretch, un concentrato di tecnologia, unico e rivoluzionario, progettato e realizzato per combattere uno dei disturbi più comuni e fastidiosi.STRETCH IMMAG ok_etichetta.jpg
Dotato di una tecnologia brevettata in esclusiva per Magniflex, MagniStretch nasce dalla collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria Meccanica dell’Università di Saragozza e rappresenta il risultato di un articolato programma di test ergonomici che hanno portato allo studio di una struttura di nuova concezione, in grado di allungarsi semplicemente grazie alla pressione del peso corporeo, perfezionando così le prestazioni e la durabilità del materasso.
L’autore degli studi che certificano l’effetto di allungamento di MagniStretch è Antonio Herrera Rodríguez, Professore Emerito in Traumatologia e Ortopedia dell’Università di Saragozza e cattedratico di fama internazionale. Co-autore di numerosissime ricerche pubblicate sulle riviste scientifiche più accreditate, il Professor Herrera ha messo tutta la sua competenza nelle ricerche e negli studi condotti per Magniflex, in qualità di massimo esperto del settore.
Il nuovo sistema Stretch, grazie alle lastre a sezioni inclinate, sfrutta la pressione esercitata dal corpo per produrre un movimento in due direzioni: dalla zona lombare a quella cervicale e dalla zona lombare verso i piedi, producendo un movimento distensivo verso entrambi i lati del materasso.
In maniera passiva e senza tecniche invasive, il materasso MagniStretch aiuta ad alleggerire il dolore alla schiena causato dalle tensioni muscolari: la sua azione distensiva aumenta lo spazio tra le vertebre favorendo la completa distensione del corpo e distribuisce il peso uniformemente.
Il benessere generato ha origine dalla composizione dei materassi MagniStretch – nelle versioni MagniStretch 14, 12, 10 e 9 – che racchiudono una lastra in Elioform e una più soffice in Eliosoft, lavorate con l’innovativo sistema Stretch che conferisce ai materiali una maggiore elasticità. In questo modo la spina dorsale riceve sempre il sostegno ideale. L’esclusiva lastra a sezioni inclinate sfrutta la pressione del corpo per muoversi dalla zona lombare a quella cervicale e dalla zona lombare verso i piedi. Questo movimento favorisce la distensione della schiena e aumenta lo spazio tra le vertebre. Il peso risulta quindi distribuito in modo più uniforme, agevolando lo scioglimento di tensioni e contrazioni muscolari. L’imbottitura è in Memoform, un materiale anatomico e piacevolmente morbido. Il rivestimento sfoderabile è in viscosa e Outlast, un tessuto tecnologico studiato per assorbire il calore in eccesso e rilasciarlo quando serve. Ogni modello è anche dotato di una fascia microforata e altamente traspirante lungo il perimetro.