SYNCHROLINE

Il rientro dalle vacanze estive ci lascia lo splendido ricordo di momenti di relax e riposo ma anche una pelle stressata dal sole …..serve un programma viso e corpo che , a seconda della necessità, idrati e reintegri i giusti nutrimenti o “risolva” le antiestetiche macchie scure causate dal pigmento melanina.
Synchroline suggerisce  quindi per viso e corpo una beauty routine pensata sia per chi vuole idratare al massimo la pelle con cura antiage, sia per chi vuole mantenere l’abbronzatura e per chi invece deve eliminare le macchie cutanee di intensa pigmentazione.Synchroline - Terproline Body 125 ml tubo.png
Viso:  prodotti da utilizzare singolarmente o da associare per un effetto d’urto
THIOSPOT Ultra+50 – crema giorno e sera  depigmentante, da usare per trattare l’area interessata dalle macchie
THIOSPOT Intensive – crema schiarente , specificatamente formulata per trattare le macchie estese
THIOSPOT Skin Roller – lozione alcolica in forma concentrata dotata di un pratico applicatore, altamente efficace nell’attenuare l’intensità delle macchie cutanee circoscritte o di intensa pigmentazione accelerando l’eliminazione delle cellule morte.

SYNCHROVIT C – siero di pura Vitamina C e Zinco, da utilizzare da sola o in abbinamento a Thiospot per un effetto potenziato di grande efficacia. Synchrovit C migliora visibilmente la texture cutanea donandole tono e compatezza, ottimo  antiage,  ostacola la formazione di macchie cutanee. Venduto in confezione da 6 fiale.Synchroline - Thiospot Skin Roller (5 ml) FLACONE.png

Corpo:
TERPROLINE  – crema corpo studiata per migliorare elasticità e tonicità della pelle stressata per un ottimo effetto rassodante/elasticizzante
TANWARDS AFTERSUN BODY CREAM – doposole ideato e specifico per la pelle abbronzata, caratterizzato da una combinazione di potente attività idratante e antiossidante, prolunga e sostiene l’azione abbronzante della melanina.
TUTTI I PRODOTTI DI SYNCHROLINE SONO VENDUTI IN FARMACIA

 

DOTTOR CICCARELLI Back to school

Settembre è un vero e proprio capodanno: segna l’inizio di un nuovo anno scolastico e lavorativo unito al ritorno alla vita quotidiana! Dopo aver ricaricato le pile in vacanza grazie a sole, buon cibo e relax, ecco quindi spuntare nuovamente responsabilità e stress. Ma come combattere la sindrome da rientro? PASTA DEL CAPITANO_Dentifricio baking soda_astuccio_75ml.jpgLa risposta – per quanto riguarda la beauty routine – è facile: con i prodotti Farmaceutici Dottor Ciccarelli! L’aiuto ideale per idratare la pelle, assicurarsi un sorriso sano e splendente, combattere il cattivo odore di scarpe e piedi alla ripresa dell’attività fisica, senza dimenticare un piccolo accorgimento anche per gli uomini.

PFM TVB The very Best Tour

Prosegue in tutta Italia il “TVB – The Very Best  TOUR” durante il quale PFM presenterà al pubblico i brani più significativi di tutta la storia di PFM: dai primi anni fino ai grandissimi successi di oggi, aprendo anche una finestra su De André e il pezzo di storia della musica italiana che insieme hanno condiviso. Il tour durante l’estate attraverserà moltissime città italiane.PFM_F.DiCioccio-P.Djivas_foto di LorenzoCevaValla_bassa
Queste le prossime date del “TVB The Very Best Tour” (organizzato da D&D concerti): 6 agosto Celle Di Bulgaria (Sa) (Piazza Umberto I); 14 agosto Marina di Pisa  (Piazza Gorgona); 15 agosto Melfi (Pt) (piazza Duomo); 17 agosto Anzio (Rm) (Villa Adele); 18 agosto Candela (Fg) (Piazza Plebiscito); 19 agosto Porto Recanati (Mc) (Arena Gigli); 24 agosto San Salvo (Ch) (Piazza Cristoforo Colombo); 28 agosto Castagnola Delle Lanze (At) CONTROFESTIVAL (Piazza San Bartolomeo); 14 settembre Atripalda (Av) (Piazza Umberto I); 28 settembre Sondrio (Teatro Sociale).
PFM_Live_foto di Orazio Truglio_bassa
Visto il grande successo del tour “PFM canta De André Anniversary” sono già previste repliche in autunno in diverse città tra cui Bergamo, Torino, Firenze, Lugano e molte altre…calendario sempre in aggiornamento!
PFM Premiata Forneria Marconi è un gruppo musicale molto eclettico ed esuberante, con uno stile distintivo che combina la potenza espressiva della musica rock, progressive e classica in un’unica entità affascinante. Nata discograficamente nel 1971, la band ha guadagnato rapidamente un posto di rilievo sulla scena internazionale, entrando nel 1973 nella classifica di Billboard (per “Photos Of Ghosts”) e vincendo un disco d’oro in Giappone. Continua fino ad oggi a rappresentare un punto di riferimento.
Nel 2011 PFM debutta con l’ambizioso progetto “PFM in classic” dove si cimenta con mostri sacri della musica classica come  Mozart, Prokofiev, Verdi, Korzakov e molti altri… a questo progetto fanno seguito un tour in Giappone (accompagnati da un’orchestra giapponese), un tour teatrale in Italia con l’uscita di un doppio cd.
Nel 2017 PFM è stata premiata con la posizione n. 50 nella “Royal Rock Hall of Fame” di 100 artisti più importanti del mondo, mentre nel 2018 ha ricevuto a Londra il prestigioso riconoscimento come “Band internazionale dell’anno” ai Prog Music Awards UK. A febbraio 2019 la band è stata invitata, per la terza volta, a salire a bordo della “CRUISE TO THE EDGE” (CTTE) come unico artista italiano che ha partecipato all’evento insieme alle più grandi prog band del mondo, capitanate degli YES.

Loredana Berte’ Ostia Antica

Grande successo per la grintosa ed ever green Loredana Bertè con il concerto che si è tenuto il 27 luglio nella splendida cornice del Teatro di Ostia Antica circondato da interessanti reperti archeologici. Il “Libertè Summer tour 2019” sta coprendo l’intera penisola attirando un caloroso pubblico di fan e ammiratori. 2671b1d2fd8fb581d0203965aed882815d6e6ca1d41a4221fce6083a3cea893e_U11lv9x.jpg

Coinvolgente il duetto con Irene Grandi con il brano ” Cosa vuoi da me” che celebra la rinascita dell’artista dopo un periodo buio, famosa per la sua voce particolare e ruvida che da anni incanta milioni di persone di ogni età con il suo stile provocatorio ed aggressivo. Resta il suo carattere provocatorio, anticonformista che dice sempre quello che pensa senza cedere a conformismo e banalità. Tre Standing Ovation a riprese durante l’esibizione. Ha spaziato da indimenticabili e intramontabili canzoni iconiche del passato come “Non sono una signora, sei bellissima, e la luna bussò” a testi più attuali che continuano a renderla al passo coi tempi e amata dai giovani. Una vera indiscussa regina rock dell’estate!

RIGOLETTO

Verso il tutto esaurito il Rigoletto con i giovani dell’Accademia

Gli allievi del Corso di perfezionamento per cantanti lirici riportano in scena lo sfarzoso allestimento di Deflo, Frigerio e Squarciapino insieme a Leo Nucci.

Dirige Daniel Oren.

Leo Nucci Rigoletto  ph Brescia e Amisano  634999BADG.jpg

Dopo aver chiuso gli spettacoli di luglio con il dittico formato da Prima la musica e poi le parole e Gianni Schicchi, gli allievi dell’Accademia sono protagonisti dal 2 al 20 settembre del rientro scaligero dopo la pausa estiva con la ripresa di Rigoletto di Giuseppe Verdi nel classico allestimento del 1994 di Gilbert Deflo con scene di Ezio Frigerio e costumi di Franca Squarciapino. A oltre un mese dalla prima rappresentazione, restano solo poche decine di biglietti su ciascuna recita.Leo Nucci Rigoletto  ph Brescia e Amisano 20634928BADG.jpg

Attorno al Rigoletto di Leo Nucci, che dopo aver abbondantemente superato le 500 recite è tra gli interpreti più amati della parte, si alternano come Duca di Mantova Riccardo Della Sciucca e Chuan Wang, come Gilda Enkeleda Kamani e Francesca Manzo, come Maddalena Daria Cherniy e Caterina Piva, come Sparafucile Eugenio Di Lieto e Toni Nezic, come Monterone Maharram Huseynov e Giorgi Lomiseli, come Marullo Ramiro Maturana e Hwan An, mentre Valeria Girardello è Giovanna e Lasha Sesitashvili è Ceprano. La presenza dell’Accademia è completata dagli allievi del settimo e ottavo corso della Scuola di Ballo impegnati nella scena iniziale. A guidare Coro e Orchestra dell’Accademia il Maestro Daniel Oren, che torna alla Scala dopo il successo riscosso nel 2018 con Aida alla testa dei complessi del Teatro. Nel 1994 lo spettacolo di Deflo riportava il titolo alla Scala dopo oltre 20 anni nell’ambito di un più vasto progetto di riproposizione della cosiddetta trilogia popolare con la direzione di Riccardo Muti: l’ultima produzione, firmata da Margherita Wallman, risaliva infatti al 1970 ed era stata diretta da Giuseppe Patané (ripresa nel ’71 con Paolo Peloso). Muti diresse nel 1994, 1995, 2000 e 2001; Riccardo Chailly nel 2006; James Conlon nel 2010; Gustavo Dudamel nel 2012 e 2013; Nicola Luisotti nel 2016.

Cardine dello spettacolo, divenuto negli anni un classico scaligero, è la folgorante scenografia di Ezio Frigerio che in occasione della prima aveva dichiarato di aver creato un Rigoletto “nel solco della tradizione, il più elegante e ‘bello’ possibile. Con mezzi moderni, ho cercato di fare uno spettacolo che sarebbe piaciuto a Verdi e al suo pubblico. L’ho spogliato dall’aneddotica, ma resta un impianto rinascimentale, anche se chi ha un occhio attento potrà notare che gli elementi architettonici sono contaminati da un certo gusto ottocentesco. Una lettura teatrale, però, non storica”.

Date:   2, 5, 7, 9, 11, 13, 16, 18, 20 settembre 2019

CATRICE Beauty Trends

BEAUTY TRENDS autunno/inverno 2019/20 di CATRICE 

Ispirata alle capitali internazionali della moda CATRICE lancia le sue beauty news incentrate sui temi di tendenza per la stagione Autunno / Inverno. Vivi la tua individualità, attira l’attenzione e fai emergere la “Make-up Artist at Heart” che c’è in te.4059729215796_Catrice Gold Effect Nail Polish 05_Image_Front View Closed_png.png

I prodotti vincenti VISUAL WOW & EFFECTS rendono tutto questo possibile. In più la nostra necessità di risparmiare tempo senza rinunciare a prodotti efficaci trova la sua massima espressione nel trend ULTRA PERFORMANCE che propone prodotti a lunga durata e facili da applicare.Versatilità e Tendenze per la nuova stagione – by CATRICE.4059729043252_Catrice Volumizing Lip Booster 070_Image_Front View Closed_png.png

TERRA MIA – ENSEMBLE MEGARIDE

TERRA MIA – ENSEMBLE MEGARIDE

Piazza Pia  Anzio Giovedì  15 agosto ore 21:30

terra mia1.jpg

GRATUITO

Gran finale di Ferragosto con lo spettacolo “Terra Mia”, giovedì 15 agosto alle ore 21.30. “Terra mia” invita tutti coloro che desiderano passare una serata all’insegna della nostra cultura popolare.  Tarantelle, pizziche e tammurriate sono parte della tradizione folcloristica dell’Italia del Sud.  Una serata ricca di emozioni e di allegria. In piazza Cesare Battisti aspetteremo insieme, allo scoccare della mezzanotte, lo spettacolo pirotecnico sul mare.
L’Ensemble Megaride da anni svolge una ricerca approfondita  su tutta la musica tradizionale, folkloristica e popolare. Hanno rappresentato l’Italia in vari festival internazionali e presso ambasciate italiane nel mondo.

Tredici musicisti accompagneranno la serata coinvolgente:
Sergio Trojse chitarra
Silvano Boschin bouzouki organetto, tammorre e voce

Loredana Terrezza flauti

Angelo Abbruzzetti bouzouki, chitarra folk

Alfredo Trojse basso acustico

Pietro Marroni mandolino

Gabriele Falcone chitarra

Valeria Drago percussioni

Marilena Serafini  liuto cantabile

Antonella Serafini violino

Maria Ausilia D’Antona  voce e mandola

Maria Assunta Recalina voce e percussioni

Francesca Iannone voce.

Le coreografie e le danze sono affidate a Simona Retrosi  (Scuola Dance Point di Nettuno diretta da Simona e Lilia Retrosi).

IL BARBIERE DI SIVIGLIA

IL BARBIERE DI SIVIGLIA
Direzione Artistica Nazzareno Antinori

VILLA ADELE ANZIO Martedì 13 agosto ore 21:00

Barbiere Finale

POLTRONISSIMA € 25

POLTRONA € 20

Il Barbiere di Siviglia è un’opera buffa di Gioachino Rossini, in due atti, su libretto di Cesare Sterbini, tratto dalla commedia omonima francese di Pierre Beaumarchais del 1775. Una storia d’amore divertente tra intrighi e finzioni. 
Il Barbiere di Siviglia, Martedì 13 agosto ore 21.00 – Teatro di Villa Adele.

Atto I: Il Conte d’Almaviva è innamorato della bellissima Rosina, che abita nella casa del suo anziano tutore Don Bartolo, a sua volta segretamente intenzionato a sposarla. Il conte chiede a Figaro, barbiere nonché factotum (tuttofare) della città, di aiutarlo a conquistare il cuore della ragazza, alla quale ha dichiarato il suo amore con una serenata, ma senza rivelarle chi realmente lui sia: le ha fatto intendere d’esser Lindoro, un servo del Conte D’Almaviva.
Figaro consiglia al Conte di assumere un’altra identità fingendosi un giovane ufficiale, per giunta ubriaco, e di presentarsi in casa di Don Bartolo con il foglio che ne attesta il temporaneo diritto di residenza nella dimora, così da poter parlare con Rosina…

Atto II: Don Bartolo comincia a nutrire sospetti circa la vera identità del giovane ufficiale. Giunge il seducente maestro di musica Don Alonso (in realtà sempre il conte, questa volta sotto le mentite spoglie di un maestro di musica), affermando di essere stato inviato da Don Basilio, rimasto a casa febbricitante, per sostituirlo nella lezione di canto a Rosina. Per guadagnare la fiducia del tutore, il finto Don Alonso gli mostra il biglietto che Rosina gli aveva mandato. Nel frattempo giunge Figaro con il compito di fare la barba al padrone di casa; alla fine gli amanti coronano dunque il loro sogno.

Direttore d’Orchestra: Gianluca Pagliuso

Regia: Ernesto Donas

Maestro del coro: Renzo Renzi

Produzione: Europa Musica

Direzione Artistica Nazzareno Antinori

TARANTULI’ TARANTOLA’

NANDO CITARELLA & TAMBURI DEL VESUVIO 
in “Tarantulì Tarantolà”
Villa Adele Anzio Giovedì  8 agosto ore 21:00

Tarantella Oriente Occidente.JPG

POLTRONISSIMA € 15

POLTRONA € 10

Le voci, i suoni e i ritmi che da un punto all’altro del mare si sono incontrati partendo dalla antica cultura  Arabo-Andalusa della Siviglia “Porta d’Oriente” giungendo fino alla Napoli “Porta del Mediterraneo”.
In molte culture vi si ritrovano elementi Sacro-Rituali o semplicemente Popolari e  unite da elementi quali laVoce e il Tamburo che pur cambiando forma di cultura in cultura ha sempre un ruolo fondamentale. Ancora oggi in molte feste popolari è lo strumento che  ne scandisce il Ritmo tra Rito, Devozione e Danza (dalla Tammurriata alla Taranta passando per il Ballo di San Rocco e il Saltarello).Nando Citarella  (studioso di tradizioni popolari e suonatore di questo strumento), ha deciso di realizzare un progetto che, basandosi su testi e musiche sia  popolari che di loro composizione fanno si che, queste culture  si incontrino tra – Canti Antichi e Nuove Contaminazioni – . Accompagnato e coadiuvato da musicisti che suonano e praticano la tradizione, dalle pendici del Vesuvio al Salento, dall’Aspromonte alla Ciociaria verranno proposti in questo speciale “Menù Popolare”: Canti d’amore e di festa tra oriente e occidente, melodie mediorientali fino alla tradizione Flamenca e Sevillana.
Un intreccio tra “Classico e Tradizione” che unisce ancor di più le varie culture.

 

La Bella addormentata nel bosco

LA BELLA ADDORMENTATA NEL BOSCO – Balletto
Villa Adele Anzio Mercoledì 7 agosto ore 21:00

la bella addormentata.jpg

POLTRONISSIMA € 20

POLTRONA € 15

Le fiabe tradizionali sono inesauribili miniere di suggestioni e riflessioni sulle trasformazioni messo in scena con piccole e sottili licenze poetiche giustificate da trovate registiche e coreografiche e da un gioco di ritmi e di gruppo tra i danzatori.  Le fate, complici e diffidenti l’una dell’altra, sono un unico “ensemble” di passione, caos e razionalità. La fata cattiva (rappresentata in realtà da un danzatore en travesti) è unica, credibilissima nel suo essere sopra le righe, elegantissima, “femmina” e cattiva al punto da non far paura perché inesistente in  natura agli occhi di un bambino. In questo racconto di Perrault il coreografo Luigi Martelletta attraverso il suo linguaggio neoclassico,  oltre al gruppo già formato dalla compagnia, coinvolgerà degli artisti ospiti di livello internazionale e nella sua visione della danza che costituisce infatti una fusione articolata tra cultura europea contemporanea ad acquisizioni di dinamiche neoclassiche. Allestirà un balletto che pur non tralasciando tutti gli aspetti della fiaba e la delicatezza della vicenda onirica, proporrà una chiave di lettura più moderna, più attuale, per narrare, tutti gli elementi essenziali che la trama comporta . La musica di Cajkovskij raccoglie nelle sue immortali pagine, l’incanto di una drammatica favola romantica, ma subirà delle piccole trasformazioni con gli interventi di Alessandro Russo, che comporrà  alcune transizioni musicali con le quali sarà possibile legare tutti i quadri che si susseguiranno.