Informazioni su milanonewsbiz

pls visit freemilano.info

CODEX

Codex, uno speciale oggetto design celebra il genio di Leonardo da Vinci per i 500 anni dalla sua morte.

Uno scrigno in grado di racchiudere un oggetto, conservandolo come un tesoro prezioso. Codex è una creazione Pininfarina Segno, ispirata dal genio di Leonardo Da Vinci e dedicata a chi ama la storia, un racconto fatto di enigmi, citazioni e, al tempo stesso, di maestria artigiana e design.

Pininfarina Segno_Codex (3).jpg Prodotto in un’edizione limitata di 500 pezzi numerati. Codex unisce la purezza dell’alluminio all’essenzialità del legno di noce massello, per formare un cilindro all’interno del quale si può accedere solo allineando le lettere nella giusta sequenza per comporre il codice segreto che sigilla il contenuto. Al centro del cilindro, uno spazio vuoto custodisce uno stilo Pininfarina Segno o anche informazioni preziose, o piccoli oggetti personali, rendendo Codex un vero secretaire di design, raffinato ed elegante. Il progetto di Codex si ispira a “Cryptex”, inventato da Dan Brown nel suo best seller “Il codice da Vinci” e attribuito dallo scrittore a Leonardo da Vinci. Un’idea suggestiva e affascinante, che Pininfarina Segno dedica a tutti gli appassionati del “Codice da Vinci” e a coloro che amano pensare che la creazione di Cryptex sia davvero nata dal genio di Leonardo. L’idea è frutto di un progetto che ha impegnato gli studenti dell’Istituto Europeo di Design (IED) di Torino nella progettazione di un oggetto originale che rispettasse i valori di innovazione, attenzione allo stile e alla qualità artigianale che rappresentano Pininfarina Segno.

Annunci

OSMODERM-THALASSO

La Linea Osmoderm-Thalasso di Dermophisiologique è caratterizzata dai principi attivi del Mare, Oligoelementi ed Alghe purissime per un’azione rivitalizzante della pelle e il trattamento fisiologico degli inestetismi da cellulite.

CREMA BIOSALINA RIDUCENTE 

La Crema Biosalina riducente di Dermophisiologique ha un’azione thalassoterapica, infatti, grazie alle sue funzioni drenanti e stimolanti è specifica per tutti gli inestetismi della cellulite con ritenzione idrica e adiposità localizzata. È priva di oli minerali, derivati del petrolio, coloranti di sintesi, parabeni aggiunti, profumi allergizzanti e alcool. Grazie ad una perfetta sinergia tra bio componenti dell’ambiente marino come estratti di Alghe, Sali purissimi del Mar Morto ed oligoelementi, uniti a principi attivi vegetali, riduce e definisce visibilmente la silhouette.
Un’emulsione leggera, dalle fresche note oceaniche, per un rapido rimodellamento della figura ed un nutrimento profondo della pelle.

ACQUA MARINA PUREOSMODERM_thalasso_300dpi

L’Acqua Marina di Dermophisiologique è caratterizzata da acqua di mare purissima, aspirata per pompaggio al largo delle coste di Bretagna, sottoposta a pre-filtrazione, filtrazione e sterilizzazione ad UV, in modo da mantenere inalterata l’integrità e la purezza dei suoi principi attivi. È privo di oli minerali, derivati del petrolio, coloranti di sintesi, parabeni aggiunti, profumi allergizzanti e alcool. Lenisce, remineralizzante e riequilibra il PH cutaneo. Rinfresca e dona sollievo immediato alle pelli sensibili, reattive o irritate.
Scegliendo i Prodotti Dermophisiologique, Sostieni con Noi l’Ambiente e la Società Dermophisiologique è la prima azienda di dermocosmesi professionale ad essere Società Benefit: un nuovo modo di fare business, trasparente e responsabile. Dentro ogni prodotto Dermophisiologique, realizzato interamente in Italia, confluiscono la Ricerca, il Rispetto dell’Ambiente, la costante Qualificazione professionale. Un’ Azienda fatta di Persone che condividono la mission di eccellenza nella Qualità, nel lavoro quotidiano e nella Vita.

THE MOON

In occasione del cinquantesimo anniversario del primo passo dell’uomo sulla Luna, Associazione LOfficina, con il contributo di Fondazione Cariplo nell’ambito del bando “Partecipazione culturale”, facente parte dei programmi prioritari d’intervento dell’anno 2017 e in collaborazione con Join 4B e Aedo, ha progettato e realizzato lo spettacolo The Moon.

VR_600x398.jpgDal cielo del Planetario alla realtà virtuale, un’attività del tutto nuova che resterà nella programmazione per il pubblico del Planetario per tutto il 2019. Grazie alla fusione tra la tradizione (l’osservazione del cielo attraverso il planetario optomeccanico Zeiss IV) e la tecnologia di ultima generazione della realtà virtuale, lo spettatore potrà vivere a pieno l’emozione di quel momento epocale nella storia dell’umanità.VR_sala
Per la prima volta in Italia, due modalità di ricostruzione artificiale della realtà, totalmente differenti nel funzionamento e nell’epoca di origine, vanno a costruire un unico spettacolo che trasporterà lo spettatore, prima sotto una volta celeste mozzafiato e poi catapultato in un viaggio nello spazio virtuale, in un’esperienza completamente immersiva. Il video immersivo, realizzato a 360°, accompagna i visitatori nella Missione Apollo 11 insieme agli astronauti. Gli scenari, ricreati in 3D dopo un’accurata ricerca storica, volta a ricostruire una visione il più possibile aderente alla realtà, ci riportano a quei giorni, come con una macchina del tempo, per rivivere e celebrare la storia, l’avventura e quel passo, che ha cambiato un’epoca. L’esperienza è visibile mediante visori stand-alone per la realtà virtuale, la cui potente immersività trasporta l’osservatore in una nuova realtà.
Nella realtà virtuale non c’è niente di troppo lontano o visionario che non si possa fare; questa tecnologia trova applicazione in diversi ambiti. Dai videogiochi al cinema, dall’archeologia alla medicina, dal turismo al settore scientifico. Tutto diventa possibile, non ci sono limiti: immergersi negli abissi, visitare luoghi inarrivabili, ripercorrere la storia, arrivare sulla Luna!
OCULUS GO: ergonomico, leggero, pratico e robusto, l’Oculus Go è un dispositivo selezionato per la fruizione dell’esperienza VR. Grazie al comparto audio integrato, il suono emesso darà l’illusione di essere veramente al centro della scena, i sensori che consentono il tracciamento in tempo reale dei movimenti della testa daranno invece la possibilità di seguire a 360° l’azione, senza perdersi nulla!
SVOLGIMENTO DELLO SPETTACOLO: Gli spettatori, calati nella notte del cielo stellato, ascolteranno il racconto della corsa dell’uomo alla conquista dello spazio, passando per le tappe più significative dal satellite Sputnik fino alla missione sulla Luna (20/25 min). Ogni spettatore verrà, poi, invitato ad indossare il proprio visore e diventare, così, il vero protagonista della narrazione. La storia si trasformerà in un’esperienza immersiva da vivere in prima persona che inizierà dalla rampa di lancio del Saturno V fino al primo passo di Neil Armstrong sul suolo lunare (5/6 min).
Lo spettacolo si svolgerà al Civico Planetario di Milano, Giardini Pubblici Indro Montanelli, corso Venezia, 57, Milano.

PAOLA LENTI

Una sequenza di architetture disposte come quinte teatrali per raccontare intuizioni, innovazioni e prodotti, di ieri e di oggi, in un dialogo continuo fra colore, materiae forma: è la proposta dell’azienda Paola Lenti per l’edizione 2019 del Salone del Mobile  di Milano presentata negli spazi industriali di Fabbrica Orobia 15 dal 9 al 14 aprile.

Il pensiero creativo dell’azienda, declinato in tutti i suoi aspetti — dai prodotti di arredamento alle installazioni mobili di ceramica, metallo e tessuto fino alla decorazione dell’architettura — rivela allo spettatore come tutti gli elementi che compongono questo scenario concorrano a creare un insieme coerente ed equilibrato.

Portofino.01.jpg
Forme essenziali e inedite sfumature di colore diventano materiale narrativo che l’azienda propone con trame diverse in ogni stanza, per dar vita a un personale concetto dell’abitare contemporaneo, in cui elementi diversi convivono naturalmente  in inaspettate relazioni progettuali, sempre attente all’utilizzo consapevole delle  risorse e dei materiali, alla sostenibilità e al rispetto per l’ambiente.
Il linguaggio unico e riconoscibile dell’identità estetica Paola Lenti si esprime nella   realizzazione di spazi di vita interni ed esterni fin dal 1994. Un ritmo scandito da  pezzi ormai iconici che oggi convivono con originali ed esclusivi progetti finalizzati alla
ricerca di una perfetta sintesi di funzionalità ed estetica

MORATO PANE – EUSTACHIORA

Morato Pane ha scelto la Milan Design Week 2019 per il lancio delle loro novità!!

Durante il Fuorisalone, il distretto EustachiORA ha fatto  da palcoscenico al debutto della nuova linea Chips e Sticks di Morato Pane. In tutti i locali del distretto – insieme ai designer e ai loro progetti – si sono potute assaggiare le nuove sfoglie di pane croccanti a forma di patatine o bastoncini, ideali da gustare come snack veloce o per aperitivi sfiziosi in compagnia.

MORATO Logo_Tavola disegno +anam.jpg

MoratoPane_Mix_EustachiOra 2019.jpg

Le Chips e Sticks di Pane Morato sono delle sfoglie di pane croccanti a forma di patatine o bastoncini; ideali da gustare come snack veloce o per aperitivi sfiziosi in compagnia. Le Chips di Pane sono disponibile nei tre gusti: Classico all’Olio d’Oliva, Sale e Pepe, Barbecue. Le Sticks di Pane nelle due varianti: Classico all’Olio d’Oliva, Chili.

L’11 Aprile, in particolare, l’azienda ha raccontato la sua storia e la nuova buonissima linea, nell’atmosfera originale e accogliente del ristorante Consorzio Stoppani, un luogo dove le sagre e le tradizioni italiane rivivono, e dove si sono potuti gustare interessanti e originali abbinamenti creati ad hoc dallo Chef, lasciatosi ispirare dalle nuove sfoglie di pane croccanti. Nella settimana più creativa dell’anno, non poteva mancare anche il tocco di design: il ceramista ligure Paolo Anselmo, infatti ha presentato un accessorio in edizione limitata, ideato per esaltare la nuova linea di prodotti Morato Pane.
Il marchio Morato nasce nel 1970, in una piccola bottega di Vicenza, dove Luigi inizia ad impastare acqua, farina e tante idee. Sforna per tutti un nuovo concetto di pane, che deve essere pratico, gustoso e innovativo nel formato. Qualcosa di quotidiano e familiare, che non può mancare sulle tavole degli italiani. Una vera passione per il buon pane, che trasforma la bottega di famiglia in un’azienda consolidata nel territorio e non solo.

SALONE DEL MOBILE

Salone del Mobile Milano 2019: grande affluenza e business in crescita

La 58a edizione del Salone del Mobile.Milano si conclude con un risultato molto positivo, sia in termini di affluenza sia di qualità delle relazioni commerciali, a conferma della forza attrattiva e della grande capacità di coinvolgimento della Manifestazione. Le 386.236 presenze, in 6 giorni, provenienti da 181 paesi fanno registrare un incremento del +12% rispetto all’edizione 2017, che proponeva Euroluce e Workplace3.0.
Chiudiamo questa edizione del Salone del Mobile con un bilancio molto positivo. Abbiamo investito sulla qualità e abbiamo dimostrato ancora una volta la nostra voglia di fare sempre meglio, lavorando a stretto contatto con designer, artigiani, operatori della comunicazione e della cultura per continuare a produrre innovazione di prodotto e di processo e a ‘raccontare storie’ che aumentano il valore dell’oggetto di design. Il risultato è che abbiamo venduto, ma soprattutto che tutti hanno percepito il nostro entusiasmo, la nostra capacità di fare sistema e di andare oltre il mero business per offrire un‘esperienza globale, in cui quello che conta sono le idee. Il Salone del Mobile si conferma dunque un appuntamento unico nel suo genere, in grado di coinvolgere professionisti e pubblico in quello che ormai è un evento a 360° gradi, profondamente legato a Milano e alle sue istituzioni e allo stesso tempo proiettato in una realtà internazionale”, commenta il presidente del Salone del Mobile Claudio Luti.
Il riconoscimento all’importanza del Salone del Mobile è arrivato anche dalla presenza di alte autorità governative e istituzionali, che testimoniano quanto il Salone rappresenti uno dei motori dell’economia italiana, grazie al fertile rapporto tra impresa, città e territorio che riesce a creare ogni anno.
2.418 sono stati gli espositori, di cui il 34% esteri, da 43 paesi, suddivisi tra Salone Internazionale del Mobile, Salone Internazionale del Complemento d’Arredo, Euroluce, Workplace3.0 e S.Project; di questi 550 sono stati i designer partecipanti al SaloneSatellite.
Investimenti, creatività, entusiasmo sono le parole d’ordine di una manifestazione che ha visto gli imprenditori mettersi in gioco per contribuire al successo di un’edizione che, ancora una volta, ha dimostrato il valore di una filiera in grado di muoversi unita per vincere le sfide dei mercati internazionali. Un successo globale ottenuto grazie anche al deciso e convinto supporto delle istituzioni – tra cui quello di ICE che ha riconosciuto nel Salone del Mobile.Milano un player fondamentale per lo sviluppo del made in Italy nel mondo – e di Confindustria che, per la prima volta nella sua storia, ha organizzato il Consiglio Generale all’interno della manifestazione, sottolineando la necessità di portare avanti un vero dialogo con la politica per supportare e rafforzare le imprese che, oltre a contribuire al successo della Manifestazione, rappresentano uno dei fiori all’occhiello dell’economia nazionale”, sottolinea Emanuele Orsini, presidente di Federlegno Arredo Eventi.
Successo di pubblico anche per AQUA, La visione di Leonardo, che ha registrato una media di oltre 2.000 visitatori al giorno. Sviluppato con Balich Worldwide Shows ha dato nuova vita alla Conca dell’Incoronata e ha rappresentato l’ideale proseguimento del Salone in città. Altrettanti sono stati i visitatori dell’installazione dedicata al genio Rinascimentale in fiera – DE-SIGNO. La cultura del design italiano prima e dopo Leonardo. Curata da Davide Rampello e impreziosita dalla voce narrante di Diego Abatantuono, DE-SIGNO ha messo a confronto il saper fare delle imprese di oggi con la progettualità di Leonardo.
Due i momenti speciali che hanno segnato il legame con la città di Milano e la strategica collaborazione con il Comune e con Fondazione Teatro alla Scala – accordo, quest’ultimo, che accompagnerà il Salone del Mobile fine al 2021, anno delle celebrazioni dei suoi sessant’anni. Il concerto diretto dal maestro Riccardo Chailly e la Cena di Gala, proprio sul palco del teatro più famoso al mondo, hanno aperto la settimana, mentre la serata a Palazzo Marino, ospiti del Sindaco Giuseppe Sala, ha celebrato la conclusione delle giornate di manifestazione dedicate al business. Durante la serata, il Salone del Mobile.Milano ha assegnato anche un Premio Speciale alla carriera che è andato a Mario Bellini, riconoscimento che vuole essere anche un ringraziamento per il contributo dato al Salone attraverso la sua collaborazione con tante aziende espositrici.

Appuntamento alla prossima edizione a Milano dal 21 al 26 aprile 2020.

MISSONI HOME

MISSONI PRESENTA:

PANORAMA Suggestivo e spettacolare

PANORAMA_02.jpg
Tableaux spalancati sulle meraviglie della natura. Negli ambienti entra l’energia dei grandi spazi per atmosfere di arioso relax. Terra e cielo, montagne, pinete, ghiacciai. Giochi di cromie intense e luminose su textures pittorici trasformano l’essenza di ogni elemento. Protagonisti i tessuti luminosi e compatti dal magico appeal. I soggetti naturali si alternano alla ritmata eleganza dei segni iconici, con sequenze equilibrate ombre, luci e dissolvenze. Oltre ai colori, grande bellezza della materia.

ALPS Mondo mimetico e magicoALPS_02.jpg
Il fascino mimetico del bosco si esprime nei tessuti scenografici. Camouflage variegati trasformano gli arredi con textures materici e soffici. Densità muschiate e tattili riproducono tappeti di fogliame, morbide cortecce e licheni vellutati. Sequenze pittoriche di betulle nei toni speziati d’autunno e di foreste d’inverno dai freddi contrasti. S’inseriscono nel gioco materico scozzesi innovativi e sovraricami sfumati. La spettacolarità naturale da portare dentro casa si può moltiplicare negli spazi più ampi o concentrare in dettagli per piccoli angoli sofisticati.

STRIPES MOSAIC Patchwork di geometrieWASHINGTON 160_40X40.jpg
Righe che s’incrociano in incastri-mosaico, mani vellutate e superfici seriche. Tessere di colore tra contrasti di nero. Gli elementi d’arredo acquistano rilievo con il gioco dei pattern. Il velluto per divani è tridimensionale, le piastrelle in jacquard molto intense. I tratti leggeri su garza sembrano dipinti a mano. Il decorativo tappeto a intreccio gigante offre un notevole gioco prospettico. Rallegrano le geometrie di righe policrome i pittorici fiori ricamati effetto 3D. Questo mood ipnotico propone contesti di atmosfera raffinata e il suo forte magnetismo può illuminare ampi spazi e lounge.

DANCING FLOWERS Danza di colori tra sinfonie sfumate

WIGHT 100_CIL.40X30.jpg
Il colore entra negli ambienti. L’opzione è tra bouquet di fiori surreali e armonie geometriche sfumate. Fiori come un collage ritagliato dai toni emozionanti, anche su velluto di mano serica, per cuscini, divani e poltrone. Il multicolore intarsio dei carreaux reversibili crea un puzzle nel jacquard double. Le suggestive fasce sfumate a microchevron rivestono pouf, cuscini, lampade e seggiole. In sintonia, tende a frange come arcobaleni pastello.

AWT® SKIN CARE

Il nuovissimo Kit cosmetico per il viso AWT® SKIN CARE è stato studiato ad hoc per esaltare gli effetti del trattamento antiage con l’apparecchiatura ad onde acustiche AWT® (AWT® D-100). Un prezioso supporto che sfrutta i benefici di principi attivi naturali per lavorare ancor più efficacemente sugli inestetismi del viso (rughe e lassità), regalando una pelle più giovane, tonica, compatta e luminosa. Questi cosmetici partono dal concetto importantissimo della detersione e della pulizia profonda dell’epidermide per passare alle fasi successive dove svolgono azioni stabilizzanti, restitutive e di mantenimento. 1as7sFo0.jpeg
Il Kit cosmetico per il viso AWT® SKIN CARE si compone di cinque prodotti a supporto del trattamento estetico nell’istituto e di un cosmetico per il mantenimento domiciliare. Il Kit AWT® SKIN CARE è stato pensato per un percorso di trattamenti completo, infatti l’estetista trova 6 prodotti monouso per ogni referenza per 8 trattamenti in cabina oltre a un prodotto domiciliare che verrà utilizzato la sera stessa del trattamento. Poiché ogni Kit AWT® SKIN CARE deve essere riservato a un cliente, la scelta di proporre le bustine monouso consente all’operatrice estetica un più pratico ed efficiente utilizzo dei cosmetici, senza sprechi oltre a garantire la “freschezza” del prodotto stesso.

LA GOLOSA PASQUA DI ZAINI

In occasione della prossima ricorrenza pasquale, la Luigi Záini propone come novità, che si va ad aggiungere alla sua distinguibile gamma di UOVA EMILIA, il nuovo UOVO FONDENTE EMILIA ALLE NOCCIOLE, il 3° uovo fondente della gamma, dedicato agli adulti.Luigi Zaini - Uovo Emilia fondente con nocciole 250g.jpg

Sarà l’uovo ideale per chi ama il gusto rotondo della nocciola, abbinat o al l’inconfondibile sapore fondente del cioccolato Emilia. E per accontentare il desiderio di sentirsi pasticceri, comune a tutti i fan del cioccolato Emilia, ecco che le sorprese sono piccoli utensili da pasticceria, stampi in silicone e magneti da frigo per… Emilia brand addicted! E per gli amanti degli Ovetti, Zaini propone un vasto assortimento, tra cui spicca una nuova confezione di OVETTI RIPIENI ASSORTITI, racchiusi in una elegante confezione con fiocco di “vero” tessuto, dalla grafica fresca e primaverile.Luigi Zaini - Confezione Fiocco rosa Ovetti Assortiti 122g Per i più piccini non mancano gli OVETTI con i personaggi piú amati dai bimbi: WINX, DRAGONS e PAW PATROL – venduti nelle simpatiche confezioni di cartone pressato, proprio quelle dei “veri” portauova.Zaini Milano - Uovo Ruby nudo.jpg
Solo nel negozio Záini Milano, ecco una golosa e sorprendente tentazione: l’ UOVO DI PASQUA RUBY,  600g di puro cioccolato rosa, dal gusto inconfondibile che cela al suo interno un prezioso gioiello. Incartato con alluminio goffrato e nastro di velluto é in vendita solo nel negozio di Via De Cristoforis .Zaini Milano - Uovo Ruby incartato
Sempre in negozio, anche i simpatici CONIGLIETTI PASQUALI con uovo di cioccolato al latte da 20g e gioiello come sorpresa.

EUSTACHIORA Design

VINO e DESIGN incontrano I 5 SENSIEustachiORA_Vino-e-Design_mdw19.jpg
“Un bel design è bello da vedere, certo. Ma perché non dovrebbe anche essere bello da toccare, avere un buon profumo o un bel suono?”- Jinsop Lee, designer

Il Fuorisalone di quest’anno sarà un viaggio sensoriale nel mondo del design e del vino: un percorso, in cui scopriremo come i nostri sensi si intrecciano e influenzano il mondo del vino e del design, dando vita a progetti che – in ogni tappa – ci permetteranno di scoprire, stimolare e soddisfare i nostri sensi. Quest’anno la sfida lanciata ai designer era quindi quella di sviluppare un prodotto, dare forma alle idee, e realizzare un progetto che esaltasse ed esasperasse uno dei cinque sensi: Gusto, Olfatto, Vista, Tatto e Udito