ORTICOLARIO

Orticolario, dove la Natura indossa il suo abito più bello: l’Armonia

Orticolario è un emotion event tutto da vivere, fra profumi e colori, all’interno della verde cornice del parco secolare di Villa Erba, che fu anche residenza di Luchino Visconti. L’emblematico nome “Fantasmagoria” dell’edizione 2019, non a caso fa rima con “Armonia”, la quale ci guida in questo emozionante viaggio nella Natura, rappresentata in sorprendenti istallazioni artistiche in cui artisti, architetti e garden designer portano in scena l’essere donna, nella sua veste più lucente. Nel padiglione centrale, ad esempio, l’installazione del noto paesaggista Vittorio Peretto, ispirata all’Isolino Virginia (lago di Varese), vede protagonista e custode di questa Isola del tesoro una donna sirena, realizzata dall’artista Luigi Galligani, della Galleria d’Arte Galp. In questa edizione particolare di Orticolario, dedicata ad uno dei suoi fondatori prematuramente scomparso: Emilio Trabella, ci attende anche la prima Fashion Art Gallery a Villa Erba. Infatti, Mantero che, in un’esclusiva edizione limitata di 100 foulard in seta riproduce 10 opere emblematiche dell’indimenticabile KEN SCOTT, celebra il genio e il talento del noto “artista giardiniere” all’interno di uno spazio espositivo dominato dall’energia dei colori. le_mele_Eva_di_Wiliam_Zanotto.jpg

Il viaggio continua, poi, nell’allegra installazione di zucche dai richiami quasi magici e fiabeschi, presentata da Minoprio assieme all’architetto Carla Testori. In questa fiaba che è Orticolario, infine, siamo rapiti da una mela gigante “Eva”, dell’artista William Zanotto, che ci racconta una visione artistica inaspettata dell’Eden: “make your dreams come true”. Ed Orticolario è proprio la più bella rappresentazione di questo messaggio: una vera sfida per il suo doppio valore culturale e sociale, come spiega il Presidente Moritz Mantero.

La parola passa a lui in un’intervista con Giorgia Jenca diventata, ormai, appuntamento fisso e tenuta quest’anno nel salotto total green di Ken Scott. Abbiamo immaginato davvero di essere trasportati dalle nostre belle emozioni: qui a Orticolario e così facile immaginare, sognare, ammirare. Cosa ci può svelare del suo viaggio? Il viaggio prima che dal pensiero inizia dal cuore; determina il nostro desiderio di uscire dal proprio microcosmo, proprio come il giardino, luogo delle proprie passioni, di uno stile di vita, della bellezza è dimora anche dell’arte e del design. Con Orticolario cerchiamo di dare rappresentazioni diverse sempre in Armonia con un concetto evoluto i giardino, di verde, di libera creatività e in primis dei valori di amore e di cura. Anche quest’anno avete assegnato dei premi simbolici per rappresentare la ricchezza del territorio attraverso le sue eccellenze; un progetto, dedicato al lago di Como, sicuramente ambizioso, che merita un posto speciale nel mondo per ciò che rappresenta. Ricordiamone solo alcuni di questi premi. Il premio Villa Carlotta propone un nuovo modo di concepire la nostra rappresentazione del mondo in quanto consisterà nell’accogliere presso il parco di Villa Carlotta l’istallazione di Orticolario vincitrice del premio con un’area dedicata creando, così, anche una presenza permanente del nostro essere: quotidiana emozione vibrante per tutti gli ospiti visitatori di Villa Carlotta, che costituisce un unicum di botanica e bellezza assoluta. Il premio Villa D’Este, invece, propone una versione del viaggio particolare e un’attenzione, più che a qualsivoglia souvenir, al dettaglio; a quanto sia importante il sapersi fermare, distendersi su un prato, ammirare un tramonto…Le_zucche_di_Minoprio_e_Carla_Testori.jpg

La donna nelle sue declinazioni più diverse sembra essere la protagonista di questa edizione di Orticolario. Bellissima intuizione: ce ne può parlare? La donna non solo è rappresentata nelle istallazioni, negli spazi e nelle opere d’arte di Orticolario, ma rappresenta la stessa forza pulsante della manifestazione, in quanto il nostro comitato è prevalentemente composto da donne, che colgo anche l’occasione di ringraziare perché, con il loro entusiasmo e la loro armonia hanno realizzato questa opportunità diversa, fornendo idee, progettualità, forza e tanto amore.Luigi Galligani_ donna_sirena.jpg La sirena rappresenta un omaggio alla femminilità; a quella volontà di ritrovare la dignità; la verità; a quella determinazione che in ogni viaggio non dovrebbe mai venire a mancare. Nel meraviglioso salotto di Ken Scott: un nuovo progetto in anteprima a Orticolario che forse lo rappresenta più di quanto si possa immaginare. Cosa vuole dirci a riguardo? Sì, è proprio così. È “l’artista giardiniere” della moda; in questo modo amava definire stesso, tanto che molte delle sue opere rappresentano proprio la sua dedizione alla Natura e all’elemento floreale. Amava viaggiare, scoprire: NY poi Parigi e infine Como, in cui la sua eccellenza creativa trovò un partner ideale per la realizzazione delle sue creazioni. Disegni, colori, esclusività e oggi unicità grazie alla Collezione di foulard di seta Mantero, nel solo numero di 100 pezzi, tutti numerati a firma Ken Scott. Questa prima Art Gallery racchiude una selezione di disegni dello stilista oggi conservati nell’archivio della sua Fondazione a Milano, città in cui stabilì il suo atelier. Siamo andati negli archivi di Ken Scott – dichiara il Capo progetto Lucia Mantero a cui Mantero passa la parola – alla ricerca degli elementi più distintivi, scegliendo quelle opere con palette di colori forti; quelli delle sue passioni per la Natura; i fiori; gli animali e il buon cibo.Lucia_Mantero_Giorgia_Jenca_Moritz_Mantero.jpg Un’edizione limitata di 10 disegni che potessero raccontare l’eclettico Ken Scott ma anche la sua anima più nascosta dai colori pastello, con una grande sfida nel riprodurre i colori originali degli anni ‘70 con standard di qualità elevatissima e rispetto assoluto delle attuali regole ambientali.

Info: Orticolario.it e Mantero.com

Special Thanks to Sara Vitali

Annunci

Mostra di KIMONO

Da lunedì 7 a domenica 13 ottobre 2019

Mostra di KIMONO

In concomitanza con lo spettacolo ‘La Sposa del Sole’ della compagnia marionettistica Carlo Colla & figli (in scena al Gerolamo dal 10 al 13 ottobre) e con l’apertura presso il MUDEC delle esposizioni previste dal progetto “Oriente MUDEC” – ‘Impressioni d’Oriente’ e ‘Quando il Giappone scoprì l’Italia’ – il Teatro propone una mostra che racconta uno dei simboli più celebri del Giappone: il kimono.Kimono 1.jpg L’abito verrà raccontato nei suoi diversi usi, dalla variante domestica al raffinato capo da cerimonia, dal vestito casalingo a quello riccamente ricamato della borghesia. Attraverso le sue caratteristiche verrà descritto l’enorme valore di quest’oggetto nella cultura giapponese, punto di partenza per raccontare la società, l’arte, il carattere, le curiosità dell’antico popolo del Sol Levante. Un’occasione per avvicinarsi ad un mondo ‘esotico’, la cui conoscenza in Occidente è spesso ancora soggetta a mode e stereotipi superficiali. Abiti e oggetti esposti sono di proprietà di una famiglia, prodotti da artigiani giapponesi tra il XIX e il XX secolo e utilizzati di generazione in generazione.

Compagnia Marionettistica Carlo Colla & Figli La sposa del Sole

Nel 1906, mentre a Milano si svolge l’Esposizione Internazionale, nasce l’idea dello spettacolo ‘La Sposa del Sole’, che debuttò al Gerolamo nel 1908. La trama è quella di un’antica fiaba giapponese: gli abitanti di un villaggio pensano di offrire in sposa al Sole la bella Rosathea, amata dal povero e umile minatore Takimini. Da qui un viaggio fantastico e allegorico fra le forze della natura, che porterà il giovane a conquistare la fanciulla dei suoi sogni. Lo spettacolo è accompagnato da musiche eseguite dal vivo.

Teatro Gerolamo La sposa del Sole 10, 11 ottobre 2019 ore 20.00 – 12 ottobre 2019 ore 16.00 e ore 20.00 – 13 ottobre 2019 ore 16.00

ORARI DI APERTURA MOSTRA: dalle 12.00 alle 20.00 INGRESSO MOSTRA: 5 euro

Prenotazioni: 02 36590120 / 122 | 02 45388221 | biglietteria@teatrogerolamo.it
Scuole e Università / Gruppi organizzati: chiara.scordamaglia@teatrogerolamo.it
Tutte le info sul sito www.teatrogerolamo.it

TEATRO GEROLAMO

Piazza Cesare Beccaria 8 – 20122 Milano

Tel. 02 36590120 / 122 (uffici) | 02 45388221 (biglietteria)

Email info@teatrogerolamo.ithttp://www.teatrogerolamo.it

EUSTACHI ORA La Moda attraverso gli occhi di Sergio Valente

Milan Fashion Week 2019
EUSTACHI ORA_La Moda attraverso gli occhi di Sergio Valente

Mostra itinerante gratuita
16-22 Settembre 2019
Via Eustachi – P.ta Venezia

EustachiOra_ ModaRosè_16 settembre (1).jpg

In occasione della Milan Fashion Week 2019, il distretto EustachiORA si trasforma in una mostra itinerante, che ci farà scoprire il mondo della Moda, attraverso l’obiettivo del fotografo Sergio Valente! Dal 16 al 22 Settembre, ogni locale del distretto ospiterà alcuni dei più bei scatti realizzati da Sergio Valente, fotografo milanese che per anni ha collaborato con GianPaolo Barbieri, per poi insegnare l’arte della fotografia all’Istituto Marangoni. Scoprirete immagini senza tempo, studiate nel dettaglio per potersi calare in ogni situazione, dando vita a un’opera con una bellezza e un’armonia che durano per sempre. “Il mio colore preferito? Il Rosè!”DEGUSTAZIONE ITINERANTE.

L’obiettivo del progetto EustachiORA è valorizzare e far conoscere le eccellenze italiane, in un clima informale e di condivisione, per questo gli eventi del distretto sono sempre accompagnati da una degustazione itinerante! Questa volta, acquistando il ticket-degustazione, scopriremo un’ottima selezione di vini rosati da tutta Italia! Ecco cosa potrete degustare:

VINERIA: Suave di Cantina Marilina
OMBREROSSE: Bardolino Classico Chiaretto di Le Morette
CONSORZIO: Novementi Negroamaro dell’azienda MenhirSalento
SAPORI SOLARI: Lagrein Rosè – Cantina Tramin
BUBU: Pinot Nero Rosè di St. Michel Eppan
POLPETTA: cerasuolo d’abruzzo di Villa Medoro

DJ ARCH NIGHT 2019

Mercoledì 18 settembre torna a Milano il consueto appuntamento che vede gli architetti in veste di DJ per una sera, con la sesta edizione di DJ ARCH NIGHT che quest’anno ha avuto luogo anche a Londra. L’iniziativa itinerante organizzata da TOWANT, coinvolge una cinquantina di studi milanesi e dodici showroom di design.

DJ Arch Night VI edizione.jpg

Nel corso della serata gli architetti mixano dal vivo la propria playlist con il supporto di DJ professionisti. A ogni showroom sono abbinati più studi per un vero e proprio percorso musicale che si snoda tra le maggiori vie meneghine del design. I brand di settore coinvolti in questo circuito sono: Casalgrande Padana, Cosentino, Élitis, GROHE, H2Otto By Ceramica Sant’Agostino | Effegibi | Irsap | Vismaravetro, Herman Miller, Jannelli&Volpi, Jaquar Group, Kreon, Lualdi, Manerba, Modulnova, PEDINI BRERA, Smeg.

I partecipanti potranno votare la miglior performance musicale per ogni showroom, attraverso un’apposita cartolina fornita all’ingresso. Al termine le playlist finaliste saranno valutate da Chicco Giuliani, speaker di Radio Deejay, per eleggere la migliore di questa VI edizione, che sarà premiata con un viaggio per due persone a Ibiza, meta spagnola famosa per la folle movida. Inoltre quest’anno TOWANT premia, sempre insieme al noto speaker radiofonico, la cover più bella, ideata dallo studio in accompagnamento alla propria playlist. Altra grande novità di questa edizione è la partnership con Cityscoot, azienda leader a Milano nello sharing di scooter elettrici. I mezzi ecologici saranno gratuiti per i nuovi iscritti per circa quaranta minuti, così il pubblico della DJ ARCH NIGHT avrà modo di muoversi in agilità tra gli showroom partecipanti. DJ ARCH NIGHT è una manifestazione gratuita e aperta al pubblico. Per accedere è necessario accreditarsi sul sito www.towant.eu con apposito modulo scaricabile cliccando sulla sezione dedicata all’evento. DJ ARCH NIGHT è un’iniziativa ideata e realizzata da TOWANT, agenzia di pubbliche relazioni nel settore dell’architettura e del design che opera in Italia e all’estero con iniziative ed eventi non convenzionali. Tra questi vi sono ArchichefNight dove l’architetto è chef per una sera; ArchitectsParty, gli aperitivi negli studi di architettura; DesignLeague, torneo di calcio balilla del design organizzato durante il Salone del Mobile e Design Sail, giro in barca a vela tra i professionisti del settore.

DJ ARCH NIGHT VI edizione | Milano 18 settembre 2019 | h 20.00

Per accrediti e info: TOWANT | T 0571 1614943 | staff@towant.it | http://www.towant.eu

hashtag: #djarch #djarch2019 #djarchmilano #TOWANT

FIORELLA MANNOIA

Dopo aver “abbracciato” 60.000 persone durante la prima parte del tour nei teatri e nelle arene outdoor FIORELLA MANNOIA ritorna in scena ad ottobre e dicembre con il “PERSONALE TOUR” uno spettacolo intenso e ricco di emozioni. Dopo il grande successo della prima parte del tour nei teatri e nelle arene outdoor, che ha emozionato oltre 60.000 spettatori.

Fiorella Mannoia_2.jpg FIORELLA MANNOIA tornerà live con il “PERSONALE TOUR” nei mesi di ottobre e dicembre per riabbracciare il suo pubblico e coinvolgerlo con uno spettacolo intenso e ricco di emozioni. Il “PERSONALE TOUR”, in cui Fiorella presenta al pubblico il suo ultimo disco di inediti, “PERSONALE”, e i suoi più grandi successi, si chiuderà nella Capitale con il concerto del 28 dicembre all’Auditorium Parco della Musica di Roma.

DATE:

3 ottobre al Teatro Degli Arcimboldi di Milano

5 ottobre al Teatro Colosseo di Torino

7 ottobre al Teatro Augusteo di Napoli

10 ottobre al Gran Teatro PalaDianflex di Atena Lucana (Salerno)

12 ottobre al Teatro Gesualdo di Avellino

13 ottobre al Teatro Gesualdo di Avellino

15 ottobre al Teatro Carlo Felice di Genova

16 ottobre al Teatro Ponchielli di Cremona

18 ottobre al Teatro Verdi di Firenze

19 ottobre al Teatro Verdi di Firenze

22 ottobre al Teatro Creberg di Bergamo

24 ottobre al Teatro Ariston di Sanremo

26 ottobre al Pala Congresssi di Lugano

27 ottobre all’ Europauditorium di Bologna

29 ottobre al Teatro Openjobmetis di Varese

30 ottobre al Teatro Politeama di Piacenza

31 ottobre all’Auditorium Santa Chiara di Trento

3 dicembre al Teatro Augusteo di Napoli

5 dicembre al Teatro Impero di Marsala (TP)

6 dicembre al Teatro Metropolitan di Catania

14 dicembre al Teatro Moderno di Grosseto

15 dicembre al Teatro Verdi di Montecatini

17 dicembre al Teatro Colosseo di Torino

18 dicembre al Volkshaus di Zurigo

20 dicembre al Teatro delle Muse di Ancona

21 dicembre al Teatro Romolo Valli di Reggio Emilia

28 dicembre all’Auditorium Parco della Musica di Roma (Sala Santa Cecilia) – NUOVA DATA

I biglietti per le date del tour sono disponibili in prevendita su TicketOne.it e nei punti vendita autorizzati (per info www.friendsandpartners.it).

MICAM

50 ANNI DI BELLEZZA GUARDANDO AL FUTURO: NELL’EDIZIONE DEL SUO ANNIVERSARIO MICAM CELEBRA GLI INNOVATORI

– Il settore: crescita in valore dell’export (+8,4%) e del saldo commerciale (+13,1%) nei primi 5 mesi, ma contrazioni in volume (-0,4% l’export, -2,3% la produzione) e consumi interni ancora in frenata nella prima parte dell’anno; – In manifestazione 1303 espositori, di cui 695 italiani e 608 internazionali; – IT’S SHOE TIME: la mostra del cinquantesimo anniversario; – Creatività e innovazione: alla scoperta dei giovani talenti; – Dinamismo, tecnologia e sport: il debutto di PLAYERS DISTRICT; – Trend e idee: gli incontri e i workshop per gli operatori.

Un punto di arrivo che è, soprattutto, un punto di partenza: con la prossima edizione, dal 15 al 18 settembre a Fiera Milano (Rho), la prima guidata dal neo Presidente Siro Badon, MICAM festeggia i cinquant’anni dal suo esordio con un appuntamento ricco di novità, proposte ed esperienze per tutti gli operatori. IL SETTORE CALZATURIERO NEL PRIMO SEMESTRE 2019 I dati raccontano un settore in cui l’export è caratterizzato da dinamiche favorevoli in valore (+8,4% nei primi 5 mesi) e con un incremento a doppia cifra del surplus commerciale (+13,1%). Tuttavia non mancano elementi di forte preoccupazione: contrazioni nei volumi, differenze sempre più ampie tra grandi brand e Piccole Medie Imprese, difficoltà su diversi importanti mercati esteri e cronica debolezza nei consumi interni, che dopo un decennio di lenta erosione, mostrano nel primo semestre cali del -3,7% in volume e del -3,2% in spesa, con pesanti flessioni nei negozi (-11% le paia vendute, con una diminuzione prossima al 16% in spesa), mentre l’online seguita a crescere (+10,3% in quantità e +17,3% in spesa), e ora copre l’11% in quantità e il 13% in spesa del totale acquisti delle famiglie italiane. Tenuta per le catene di negozi (stabilità in volume e +2,3% in valore).

MICAM 88: I NUMERI E I BRAND DELL’EDIZIONE DEL CINQUANTENARIO Questa edizione speciale vedrà la presenza di 1303 espositori – 695 italiani e 608 internazionali – su oltre 60.000 mq, che presenteranno in anteprima le collezioni P/E 2020. Tra i grandi nomi presenti quest’anno, il rientro di brand come Nero Giardini, Alberto Guardiani e Nine West e nuovi ingressi come North Sails, Hush Puppies e Donald Pliner. MICAM 88, edizione del cinquantennale, si apre in un momento particolarmente delicato del settore, che vale circa 14,3 miliardi di euro di fatturato, occupa oltre 75.000 addetti ed esporta l’85% della produzione.

MICAM 87 CHIUDE CON OLTRE 43MILA VISITATORI

Arte, creatività, giovani, innovazione e sempre più glamour. Sono questi gli ingredienti che hanno animato l’87esima edizione di MICAM, il Salone internazionale della calzatura, chiude  a Fiera Milano (Rho) con oltre 43mila visitatori, in linea con l’edizione di febbraio 2018. “Se però contiamo il singolo ingresso, registriamo un aumento complessivo del 2,5%, che comprende l’incremento della presenza degli italiani e compensa il calo dei visitatori esteri” dice Annarita Pilotti, presidente di Assocalzaturifici. “Questo dato ci offre due spunti di riflessione: cambia la dinamica di visita del buyer, che ha sempre meno tempo a disposizione, e funziona la promozione sul territorio nazionale di MICAM. Sul fronte internazionale exploit degli Stati Unti (+35%) e del Canada (+38%) che mostrano un’attenzione sempre più alta nei confronti della produzione europea, nonostante la contemporaneità della manifestazione competitor di riferimento in Nord America. Gli storici mercati europei come Russia, Francia e Germania, registrano invece cali a doppia cifra; unica eccezione la Spagna che si conferma primo Paese di riferimento e che registra un incremento dei visitatori del 10%. “Chiudiamo l’87esima edizione di MICAM con la consapevolezza di aver trasformato la nostra manifestazione anche in un incubatore di stili e tendenze, sempre in linea con le richieste del mercato. Non solo piattaforma di business irrinunciabile per le aziende, ma anche un aggregatore di trend e nuovi consumi” prosegue Pilotti. “Oggi all’interno di MICAM trova spazio il meglio dell’offerta calzaturiera mondiale grazie alla presenza di prestigiosi produttori provenienti dai cinque continenti: mille sfaccettature dell’eleganza e della qualità a disposizione dei buyer internazionali che prediligono un prodotto di tendenza, ma di fascia media”. La promozione e la difesa dell’eccellenza del manifatturiero italiano resta però la vera sfida in atto per MICAM. Perché identità culturale, alta gamma, design raffinato e qualità dei materiali rappresentano il tratto distintivo dello stile delle calzature italiane, in cui business si intreccia indissolubilmente con cultura e tradizione.

“Proprio per tutelare questo patrimonio economico e culturale del nostro Paese – conclude Pilotti – ho chiesto al ministro Luigi Di Maio, presente all’inaugurazione di MICAM, nuove misure di sostegno per il calzaturiero, con una richiesta, in particolare, a cui dare la priorità assoluta: abbattere il cuneo fiscale. Il nostro è un settore con un’altissima incidenza di manodopera sul costo totale della produzione, di conseguenza il costo del lavoro è particolarmente significativo per noi”. Ma la manifestazione rappresenta soprattutto un momento unico per vivere e scoprire la creatività e i valori che animano il settore con iniziative originali e coinvolgenti. Tra queste si colloca l’area espositiva dedicata agli Emerging Designer che dimostra ancora una volta la grande sensibilità di MICAM verso i giovani emergenti, oltre che un maggiore interesse da parte dei buyer verso le nuove generazioni che si affacciano in questo settore. Proprio per questo MICAM ha annunciato la nascita di PLUG-Mi. The sneakers culture experience, un nuovo format dedicato al dinamico mondo delle sneakers e rivolto soprattutto ai millennials, inventori delle tendenze più rivoluzionarie e promotori delle nuove abitudini di consumo. Il progetto, organizzato da Campus Fandango Club, in collaborazione con MICAM e Fiera Milano, debutterà all’interno del Salone internazionale della calzatura a settembre 2019. Tante infine le iniziative dentro e fuori la fiera, non solo per sostenere e promuovere il business, ma per trasmettere l’amore e la passione che legano a questo prodotto sia chi lo crea, sia chi lo acquista e indossa. In particolare MICAM ha rivolto lo sguardo all’Oriente ospitando cinque top influencer cinesi che sono stati i protagonisti del seminario “Social media and e-commerce: a chinese marriage”, evento tra i più seguiti e che ha suscitato tanto entusiasmo tra buyer ed espositori. Tra gli eventi di punta di MICAM87, anche il seminario dedicato alla Sostenibilità che ha riscosso un grandissimo successo tra gli addetti ai lavori e dimostra un interesse sempre maggiore verso questo tema da parte degli operatori.

MICAM  dà appuntamento con la virtù della Bellezza dal 15 al 18 settembre 2019 a Fiera Milano (Rho), per presentare le collezioni P/E 2020 e per celebrare insieme il 50esimo anniversario della manifestazione!

I LUOGHI DELLA MEMORIA

Domenica 8 e lunedì 9 settembre al Memoriale della Shoah di Milano

I luoghi della Memoria

Uno spettacolo itinerante da un’idea di Stefania Consenti

in collaborazione con il Piccolo Teatro di Milano

Il Memoriale della Shoah di Milano, per il quinto anno consecutivo, nella ricorrenza del 76° anniversario dell’8 settembre 1943 e dell’inizio della Resistenza armata contro il nazifascismo, ospita un evento straordinario a ricordo del tragico destino di quanti partirono dai sotterranei della Stazione Centrale di Milano, per mai più fare ritorno. Nato da un’idea di Stefania Consenti (dal libro Luoghi della Memoria di Milano della stessa autrice) e messo in scena da Castagna Ravelli, con la regia di Paolo Castagna, lo spettacolo, itinerante, conduce il pubblico negli ambienti della Stazione Centrale, dove centinaia di persone, caricate su vagoni merci e stipate in spazi ristretti, furono avviate a un destino di morte, nei campi di concentramento e sterminio. 1567762037_Indifferenza lato.jpg

Il percorso si apre con un prologo a cura della Fondazione Memoriale della Shoah. Quindi gli spettatori ascolteranno testimonianze di sopravvissuti all’Olocausto e alla deportazione politica e operaia, recitate da attori del Piccolo Teatro e accompagnate da musiche eseguite da artisti del Conservatorio; saranno poi guidati all’interno di uno dei vagoni conservati, luogo dove i prigionieri venivano rinchiusi per essere deportati. Le leggi razziste emanate dal governo fascista e di cui ricorre quest’anno l’ottantunesimo anniversario (1938-2019), la retata organizzata dalle SS a Roma il 16 ottobre del 1943, quel che accadde nel biennio 1943-1945 (dopo l’8 settembre e prima della fine della guerra) ebbero conseguenze gravissime per la comunità ebraica italiana. La repressione nazifascista, dopo l’8 settembre 1943, colpì duramente migliaia di oppositori politici e lavoratori.1567762037_Binario.jpg Nelle grandi fabbriche di Milano, Sesto San Giovanni e della provincia, centinaia di lavoratori e di oppositori politici furono arrestati e deportati in seguito allo sciopero generale del marzo 1944. Le cifre di quanti persero la vita su tutto il territorio italiano per le persecuzioni, gli omicidi a sfondo razziale, politico e le deportazioni sono impressionanti, così come si sa che di tutti gli esponenti della comunità ebraica catturati a Roma la mattina del 16 ottobre 1943 – oltre 1.000 persone – solo 16 fecero ritorno dai campi e tra questi una sola donna.

Attorno al binario 21, simbolo della Shoah in Italia e della deportazione politica e operaia, è nato il Memoriale della Shoah di Milano, il luogo della Memoria delle deportazioni dove ricordare diventa presupposto irrinunciabile per progettare il futuro. I luoghi della Memoria nasce e si svolge in questo luogo perché, come spiega Ferruccio De Bortoli, Presidente Onorario della Fondazione Memoriale della Shoah di Milano, «il ricordo è un esercizio salutare: apre la mente e i cuori… è protezione dalle suggestioni ideologiche, dalle ondate di odio e sospetti. La memoria è il vaccino culturale che ci rende immuni dai batteri dell’antisemitismo e del razzismo».

Domenica 8 e lunedì 9 settembre 2019
Fondazione Memoriale della Shoah (piazza Edmond J. Safra, 1 – già Via Ferrante Aporti 3

ARIZONA 2000

Finite le vacanze, ricomincia il divertimento da ARIZONA 2000

La programmazione settimanale di Arizona 2000 riapre a pieno ritmo. In attesa delle novità che riserverà la nuova stagione, tornano gli appuntamenti con la balera del liscio, il tango, la musica brasiliana e “La Boum”. Mercoledì 4 settembre si riparte con “Salón Carmin” Tango Club. Venerdì 13 non ce n’è per nessuno: “La Boum” è pronta, irriverente e trasgressiva come non mai per ricominciare la stagione dopo la pausa estiva. Sabato 14 sarà un nuovo inizio per la serata brasiliana “Latin Colony” che ci accompagnerà fino alla prossima estate.

Arizona 2000_foto4.jpg

Ecco gli appuntamenti fissi della settimana:

  • Lunedì pomeriggio dalle 15.00 alle 18.00: balera liscio (discoteca)

  • Martedì: giorno di chiusura

  • Mercoledì sera dalle 21:00 alle 01:30: “Salón Carmin” Tango Club

  • Giovedì: giorno di chiusura

  • Venerdì pomeriggio dalle 15.00 alle 18.00: liscio (discoteca)

  • Venerdì sera dalle 21:00 liscio con musica dal vivo (band) e poi dalle 00:30 “La Boum”

  • Sabato pomeriggio dalle 15.00 alle 18.00: liscio con musica dal vivo (band).

  • Sabato sera dalle 23:00: “Latin Colony” con musica brasiliana dal vivo (band). 

  • Domenica pomeriggio dalle 15.00 alle 18.00 e sera dalle 21.00: liscio con musica dal vivo (band).

In occasione di concerti e spettacoli, la programmazione può subire delle variazioni.

Arizona 2000 Via Natale Battaglia, 14 – Milano