AVIS

In occasione della 14esima Giornata Mondiale del donatore di sangue Avis Comunale di Milano e Avis Regionale Lombardia presentano la nuova campagna estiva “Dona prima di partire”, per invitare tutti i lombardi ad un gesto di responsabilità proprio nel momento in cui la città e la Regione hanno più bisogno, come mostrano i dati del consuntivo 2017.

Qualche dato sulla donazione del sangue in Lombardia nel 2017:

  • i donatori di sangue sono 245.385 (il 14% dei donatori italiani) e corrispondono a 24,5 donatori per mille abitanti

  • la LOMBARDIA ha ceduto 10.789 unità di sangue, ben 2.322 in più rispetto all’anno precedente e ha ottenuto dalle altre Regioni 39 unità

  • appare più critica la situazione di Milano città che già nel 2017 aveva avuto un decremento di circa 1.000 unità di sangue (pari allo 0,8%) e nei primi soli 4 mesi del 2018 segnala un decremento di 1.000 unità (pari 3%)

Viene anche inaugurata la nuova sede di Avis Regionale Lombardia con lo svelamento di un murales “la Vita” dedicato ai giovani donatori di sangue ad opera di Lorenzo Forti, studente del Liceo artistico Enrico De Nicola di Sesto San Giovanni.Avis_il murale con l'artista L. Forti

Con questo messaggio Avis Regionale Lombardia si rivolge in particolare ai giovani, ai quali proponiamo di diventare protagonisti di un gesto importante di solidarietà e partecipazione, quale è la donazione di sangue. Per ciò abbiamo scelto di affidarci a giovani creativi sia per la realizzazione degli spot della campagna sia per la realizzazione del murale, che oggi andiamo a scoprire. Dei 260.881 donatori di Avis Lombardia, il 30% sono giovani tra i 18 e 35 anni. Il nostro obiettivo è di incrementare ulteriormente l’incidenza per garantire la continuità del dono nel futuro”.

Lorenzo Forti ha voluto raffigurare la sua idea di Avis, di Lombardia, di salute, immaginando il Resegone quale protagonista solido e concreto, illuminato dalla luce dell’alba, che illumina uno skyline tipicamente milanese sullo sfondo. L’alba, quale inizio di un giorno nuovo, immagine simbolica della donazione di sangue quale dono di una nuova vita. E ancora i colori della natura, il verde dei prati della pianura padana. In primo piano la sua idea di donatore: giovane dinamico, con una vita attiva, che sceglie strumenti alternativi ed ecologici per muoversi, nel rispetto della natura e di stili di vita sani e sostenibili, in movimento verso la nostra sede.

Annunci

OAKS D’ITALIA

Domenica 10 Giugno all’Ippodromo SNAI San Siro presenti quasi 10.000 spettatori per una giornata in cui la grande ippica, e le attivita’ d’intrattenimento a bordo pista per le famiglie e i bambini, hanno conquistato consensi.Cr6_OAKS_ITALIA_CORSA_10_GIUGNO_2018_SAN_SIRO.jpg In pista, invece, l’impianto del galoppo milanese ha proposto agli appassionati tre corse di gruppo, altrettante Listed e al centro, naturalmente, le Oaks d’Italia, Gr. 3 sui 2200 metri per femmine di tre anni. Nelle ultime quattro edizioni la classica ha preso la via della Germania: dopo Lovelyn (2015) e Nepal (2016), intramezzate dalla vittoria dell’italiana Folega (2017), ad iscrivere il proprio nome nel palmares della corsa e’ stata Sand Zabeel, una portacolori di Jaber Abdullah che aveva vinto la sua maiden a ottobre e si era ripetuta all’ultima uscita a Hoppegarten. Andreas Wohler, trainer tedesco sempre temibile nelle sue incursioni sulle nostre piste, ci ha visto giusto ad accettare la sfida: a San Siro la figlia di Poet’s Voice (padre anche del Derbywinner Summer Festival) ha dimostrato di essere cavalla interessante e con probabili margini di crescita, da attendere con fiducia nel prossimo autunno. Edoardo Pedroza l’ha sistemata subito in seconda posizione dietro Zadina, la quale era andata in testa e ha provato a darsela a gambe: mentre l’attesa Flower Party iniziava la lunga progressione da centro gruppo, Sand Zabeel ha così potuto temporeggiare quel tanto che le e’ bastato per trovare energie sufficienti a ribattere colpo su colpo agli attacchi della favorita negli ultimi 400 metri. Il tutto con il suo interprete che ha dovuto fare “miracoli”, con la sella che stava pericolosamente scivolando. Flower Party e Dario Vargiu ci hanno provato sino in fondo, la portacolori Effevi ha risposto bene ma ha trovato un’avversaria che ha avuto schema migliore e si e’ dimostrata molto coriacea. Sladina dalle posizioni di retroguardia e’ avanzata tra i cavalli in retta chiudendo al terzo posto mentre piu’ indietro una sorprendente Lapulced’Acqua ha salvato di misura il quarto posto dalle altre tedesche Wonder of Lips e Abiona.

ELSA MARTIGNONI

Elsa Martignoni, nata a Milano, ha iniziato lo studio del pianoforte a 5 anni e a 8 quello del violino, fin da subito ha mostrato spiccate capacità musicali. Ammessa per entrambi gli strumenti al Conservatorio “G.Verdi” di Milano ha conseguito il Diploma Accademico in violino con il M.°Gigino Maestri ed in seguito il Biennio Concertistico Solistico con il massimo dei voti con il M.° Fulvio Luciani. Si è poi perfezionata con L. Issakadze, D.Schwarzberg, I.Oistrach e M.Iocanovich. IMG_2878Si è specializzata presso la Musikuniversitaet di Vienna e ha vinto una borsa di studio patrocinata dai Wiener Philharmoniker. Elsa è una violinista versatile e poliedrica. Ha fatto parte per molti anni di compagini orchestrali importanti quali il Teatro alla Scala con R. Muti, l’Orchestra Sinfonica “G.Verdi “ di Milano con R.Chailly,  l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai di Torino con G.Pretre e V.Gergiev,Orquestra Symphònica de La Corugna ( Spagna) e l’ Orchestra delle Settimane Musicali di Stresa con G.Noseda, solcando i palcoscenici più importanti d’Europa, Giappone, Russia, Sud-America, Stati Uniti , Cina, Emirati Arabi e Oman quali il Teatro Colon di Buenos Aires, Il Teatro Municipal di San Paolo, la Suntory Hall di Tokio, il Teatro dell’Opera di Pechino, Il Teatro dell’Opera di Francoforte , la Sala Tchaikovsky di Mosca, il Teatro Hermitage di San Pietroburgo. Si è esibita molte volte anche in formazioni cameristiche, in duo, trio e quartetto e in duo ha svolto concerti per le Serate Musicali presso la Sala Puccini e la Sala Gaber del Pirellone.2a77e275-ebb8-4218-b451-ea3e2b71f71e (2)

In contemporanea all’attività classica, dal 1998 Elsa ha iniziato a valicare le frontiere della musica classica cimentandosi con talento in improvvisazione e con audacia musicale ed espressiva insieme al dj, esibendosi in motion performance, muovendosi e ballando anche insieme agli ospiti sia con un violino classico amplificato speciale progettato appositamente per lei e sia col violino elettrico Yamaha, white-electric Sonic Cantini led-lights Ted Brewer, e Electric Violin The Bridge, su basi anche di sua produzione World- Music,classic-electric, lounge, chill-out, soulfoul, deep-house, latin-jazz, rock, pop, house e tango elettronico. Si esibisce sia sola che insieme a Dj, sax e/o chitarra, voce, percussioni, ballerini, acrobati e artisti live performer di fama internazionale. Si è esibita per Alfa Romeo con il gruppo Sonics e ha svolto 4 turnèe in Europa, Stati Uniti e Sud-America con la prima ballerina della Scala Gilda Gelati e l’attore Massimiliano Finazzer Flory in una pièce teatrale “I Promessi Sposi “ in qualità di violinista solista solcando palcoscenici tra i più importanti del Mondo quali il Kennedy Center di Washington, la Sala Kaplan Penthouse di New York, il Cowell Theater di San Francisco, il Tower Theater di Miami e il Teatro San Martìn di Buenos Aires. Compositrice ed arrangiatrice il suo brano Blue Soul è nella compilation Dubai 2 prodotta da Energy Production. Adora il crossover valicando le frontiere sia della musica classica che elettronica, la sua musica è raffinata e ricercata, con questo connubio unico crea atmosfere magiche e sonorità inimitabili, perfette per eventi esclusivi glamour, aperitivi, cocktails, conventions, openings, sfilate, matrimoni e live shows. Si esibisce nelle locations più prestigiose di Milano e d’Europa, tra le quali l’Hotel Principe di Savoia, Terrazza Martini, l’Hotel Diana Majestic, Caffè Trussardi alla Scala, Visconti Palace Hotel, Marriott Hotel, Sala delle Cariatidi Palazzo Reale, Baglioni Hotel, Chateau Monfort, Westin Palace, Spazio Sirtori, Spazio Edit, Villa Necchi Campiglio, Spazio La Pelota, Eataly Palco Smeraldo, Diamond Tower, Ceresio 7, Melia STK, Ricci Milano, Just Cavalli Milano, Club Haus, Officine del Volo, Teatro Vetra Darsena Vodafone Milano, Palazzo Visconti, Pinacoteca di Brera, Circolo Filologico, Palazzo Clerici, Pavillon Unicredit, Villa Trissino-Marzotto Vicenza, Intercontinental Paris, Buckingham Palace London. IMG_8893Si è esibita per due anni presso il Lounge Bamboo Bar Armani Hotel e l’Hotel Principe di Savoia per Fashion Cocktails Party. Si esibisce anche da tre anni in duo femminile insieme a Valentina Sartorio Dj per eventi internazionali in Terrazza Martini Expo, Duomo 21, The Savile Club in deep-house, house underground ed elettronica . La sua caratteristica è anche di unire la musica alla moda, si è esibita sfilando , indossando abiti per importanti case di abiti da sposa Antonio Riva, Mauro Adami e Wolford, Laura Mancini, Armani e Daks London. Si è esibita per anni presso il Gattopardo Cafè Milano con dj di fama internazionale e nelle discoteche più famose d’Italia e d’Europa, Milano,Venezia, Bologna,Courmayeur, Zurigo, Lugano, St.Moritz, Montecarlo, Parigi, Londra, Ibiza , Spalato, Zagabria, Torino, Firenze, Roma, Napoli e Taormina. Si esibisce per Branca Menta, Peroni, Heineken, Martini, Lancia, Alfa Romeo, Bugatti Maserati, Trussardi, Santoni ,Natuzzi, Whirlpool, DHL ,Vodafone, Credem, Societè Generale Audemars Piguet, Armani, EA7 ,Wolford e per il lancio della nuova Coca-Cola Life. Per tutta l’estate 2013 ha svolto live performance in djset per i cocktail serali di importanti Label presso il Fidenza Village Outlet e ha svolto due mesi di tour in Croazia in dj set, lounge & Beach Party. Ha partecipato a trasmissioni televisive come Super Classifica Show con il Rondò Veneziano, Festival Bar, Music Farm, Scherzi a Parte, The Voice , Questi siamo Noi, su Sky per Mtv awards, Top Dj con Bob Sinclar ed esibendosi con artisti quali Robert Miles, Jovanotti, Ron e gli U2 nel concerto a San Siro del 2005 . Nell’ultima programmazione di People Party Ibiza è andato in onda uno speciale su di lei e il suo violino elettrico insieme al Dj di fama internazionale Franco Moiraghi nei locali più importanti di Ibiza su Rai 2. Si sta esibendo a Ibiza presso Sa Trinxa , Cipriani Gallery B12 e Km5 e a Milano presso Terrazza Martini, ,Bamboo Bar Hotel Armani Milano, Replay The Stage, Terrazza della Triennale, Pinacoteca di Brera . Si è esibita alla trasmissione Detto Fatto su Rai 2 condotta da Caterina Balivo indossando sfilando e suonando un abito da sposa di Alessandra Rinaudo. E’ stata invitata da Gigi Marzullo alla trasmissione Sottovoce. Si esibisce spesso presso lo Chateau Monfort Milano, Rosa Grand Hotel, Bamboo Bar Armani , Les Terrasses de Genève e Hotel Kempinski di St.Moritz. eclettrica_cover_v8_no_logo.jpgE’ uscito il suo primo album ECLETTRICA, compendio delle sue esperienze musicali. Ha collaborato con l’Orchestra del Festival di San Remo 2018 con Claudio Baglioni e Michelle Hunziker .

Parla inglese,tedesco, spagnolo e russo. FB Elsa Martignoni Violinist martignonielsa@gmail.com contacts : + 39 335 6152231 Sound Cloud Elsa Martignoni Violin Twitter @ElsaMartignoniViolin Instagram @elsamartignoniofficial Pinterest Elsa Martignoni

RITRATTI D’INTERNO

Mercoledì 13 giugno 2018, alle ore 18.30, si terrà presso SPAZIOKAPPA32 (via Kramer 32, Milano) l’inaugurazione della mostra, affiliata al PHOTOFESTIVAL 2018: “Ritratti d’Interno”, fotografie di MICHELA ALBERT.Statua copertina pag.1 .jpg

Si allunga, così, l’elenco degli artisti che hanno scelto di esporre le proprie opere in questa galleria, aperta nel febbraio 2017 allo scopo di promuovere e diffondere contenuti artistici anche fra i non addetti ai lavori.
In
“Ritratti d’Interno”, Michela Albert cerca di rispondere a quelle domande esistenziali che si pone chi vive una condizione psicologica differente. Attraverso testi ed immagini, infatti, l’artista racconta il vissuto psichiatrico di quattro personaggi inventati: Miriam, Selene, Maya e Leonardo, che narrano in prima persona il proprio mondo interiore; la propria sofferenza.
Il visitatore viene, così, guidato in
un percorso epurato dal giudizio e dalla critica sociali, che si addentra nei meandri dell’esistenza di queste persone dando, nel contempo, allo spettatore la possibilità di esplorare e confrontare anche il proprio universo interiore; le proprie zone d’ombra che, pur con diversi gradi di profondità, caratterizzano la nostra dimensione umana.
L’artista sarà presente all’inaugurazione del 13 giugno
, avendo modo di interagire con i visitatori e di rispondere agli eventuali quesiti che le verranno posti.

L’ingresso al pubblico è gratuito.

IPPODROMO SNAI SAN SIRO

Domenica 10 giugno all’ippodromo SNAI San Siro si svolgeranno le Oaks d’Italia, una delle più importanti corse della stagione. Per l’occasione, la struttura sarà aperta gratuitamente al pubblico, per permettere ai moltissimi milanesi che sceglieranno di trascorrere una domenica all’aria aperta di beneficiare della fitta agenda di eventi organizzati nella storica cornice dell’ippodromo.Eventi all'Ippodromo SNAI San Siro (16).JPG
A bordo pista la giornata ruoterà attorno al FLUG Market, un mercato composto da 80 makers tra artigiani tradizionali, sarti, designer e stampatori 3D, fumettisti e collezionisti selezionati da tutta Italia per originalità e l’unicità delle loro creazioni che, distribuiti in ben 70 gazebo, riempiranno l’ippodromo con la loro passione e creatività. Il FLUG Market certamente saprà catturare la fantasia di tutti, grandi e piccini, anche perché porta con sé una moltitudine di spettacoli ed artisti di strada, musica, letture e teatro. Per tutto il giorno l’ippodromo sarà infatti ritrovo di improvvisazioni musicali, performance estemporanee di teatro di strada, domatori di bolle e giocolieri. Tra gli artisti coinvolti ci saranno: la P-Funking Band, fantastica marchin’ band da Perugia che fonde nelle sue performance musica e movimento; i perfomer Alekos – Bubble Artist che stupiranno le famiglie con la loro messa in scena Rima Insaponata, spettacolo di bolle di sapone in poesia; gli attori maestri dell’improvvisazione di Teatribù; le insegnanti di Yoga Beat, performance artistica in cui verranno mostrate le basi dello yoga accompagnate dal ritmo di un contrabbasso suonato dal vivo. L’intera giornata sarà accompagnata dalla selezione musicale a cura dei Distratti, ospiti della giornata. A fare da cornice di tutto ciò, sarà organizzato uno percorso di degustazione con Food Truck che accompagneranno i visitatori in tutti gli spazi verdi dell’ippodromo.
Come sempre grande spazio sarà dato alle famiglie e ai bambini. In particolare, al mattino verranno proposti momenti di lettura e di manualità con la costruzione di lanterne di carta e laboratori creativi di disegno, pittura, serigrafia a cura delle Associazione Mamazzino ed Ecobrio. Al pomeriggio invece, le animazioni e giochi per i più piccoli saranno curati dalla Fondazione Francesca Rava.
Per quanto riguarda le corse, come anticipato l’attenzione sarà tutta sulle Oaks d’Italia, uno degli appuntamenti ippici più importanti della stagione e più attesi dal pubblico. Le Oaks sono un classico di Gruppo 2 per le giovani femmine di 3 anni sulla distanza dei 2.200 metri: è la corsa che tutte vogliono vincere, la corsa che ti cambia la carriera. È il massimo del concetto di selezione, ulteriormente esaltato dalla pista grande di San Siro che non fa sconti, non a caso l’albo d’oro di questa corsa vede iscritte solo campionesse.
L’intera giornata si inserisce all’interno del progetto scoprisansiro, finalizzato alla valorizzazione e promozione dell’unico Ippodromo al mondo dichiarato monumento nazionale. In un’unica giornata sarà infatti possibile ammirare l’imponente struttura del Cavallo di Leonardo, il Parco Botanico che ospita 72 specie di piante di tutto il mondo e all’interno del quale saranno esposti i disegni dei bambini che hanno partecipato a #scoprisansiro, e contemporaneamente godersi lo spettacolo di musica, arte e sport fondersi assieme.

AGENDA DELLA GIORNATA

    • 11:00 Apertura al pubblico: FLUG market, attività food truck e djset

    • 11:30-13:30 Letture e laboratori con Mamazzino ed Ecobrio

    • 12:00-12:30 Yoga Beat

    • 12:00 Inizio SCOPRISANSIRO

    • 14:00 Inizio Animazione per Bambini – Fondazione Rava

    • 14:00-14:30 Yoga Beat

    • 14:45 P-Funking Band

    • 14:30 Inizio corse

    • 15.30 Rima insaponata

    • 15:30 Premiazione Progetto Scuola

    • 16.15 P-Funking Band

    • 17.00 Rima insaponata

    • 18.00 Teatribù

    • 18.30 P-Funking Band

    • 19.15 Djset

    • 20:00 Fine giornata

GIORNATA MONDIALE DEGLI OCEANI

8 Giugno. Giornata mondiale degli oceani Carvico insieme ad Healthy Seas, Cousteau Divers e Ghost Fishing in diretta dal fondo del MediterraneoCarvico_8 giugno_@PYCousteau_Cousteau Divers (1).jpg

640.000 tonnellate di reti da pesca abbandonate negli oceani, quasi 12 milioni di tonnellate di plastica gettate in mare ogni anno. Di questo passo è facile immaginare che, molto presto, i nostri mari conterranno più spazzatura che pesci.
Il problema è serio, sentito da molti e in particolar modo da chi, sensibile al tema dell’inquinamento, ne sente la responsabilità e vuole provare a fare qualcosa di concreto per migliorare la situazione. È il caso di Carvico SpA, azienda tessile italiana specializzata nella produzione di tessuti tecnici per l’abbigliamento beachwear, sportswear e outerwear, che da sempre attua politiche ambientali volte a salvaguardare il benessere dei propri collaboratori, delle comunità territoriali e dell’ecosistema globale, attraverso concreti progetti di sostenibilità ambientale. Dotata di un impianto di pre-trattamento delle acque reflue e di un impianto di co-generazione energetica, Carvico è stata tre le prime aziende nel mondo ad aderire al protocollo di Kyoto nel 2005, ed è da sempre fortemente impegnata sui temi ambientali.
Questo impegno passa anche attraverso la scelta di materie prime riciclate. Sono molti i brand che scelgono gli ecotessuti di Carvico per produrre le proprie collezioni. L’azienda bergamasca è oggi un punto di riferimento per il settore nella produzione di tessuti che utilizzano materie prime derivanti dalle reti da pesca e da materiali di scarto pre e post consumers di origine poliammidica, oltre che materie prime di base poliestere riciclato dalle bottiglie di plastica (PET).
Carvico (insieme a Jersey Lomellina SpA – altra azienda del Gruppo Carvico n.d.r.) detiene dal 2013 l’esclusività del filo Econyl® – filo di poliammide 100% rigenerato da materiali di scarto pre e post consumer tra cui anche le reti da pesca ormai giunte a fine vita – per la realizzazione di tessuti destinati alla confezione di costumi da bagno. Dal 2016, coerentemente con la mission aziendale, è tra gli stakeholder di Healthy Seas – a Journey from waste to wear, ONG che si occupa di recuperare sui fondali degli oceani le reti da pesca abbandonate (un tempo fatte di materiale riciclabile – canapa e cotone – ma oggi prodotte in materiali sintetici come nylon, polipropilene e poliestere), vere trappole mortali per flora e fauna marina, per farle entrare in un circolo virtuoso di recupero e rigenerazione dei rifiuti e dar vita a nuovi prodotti tessili riciclati.
La moda inquina, molto, ma qualcosa sta cambiando!

L’8 Giugno sarà la Giornata Mondiale degli Oceani e Carvico, insieme ad Healthy Seas, Ghost Fishing e alla Cousteau Divers, ha scelto di celebrare questo giorno con un evento mondiale, tutto da seguire in diretta streaming https://www.facebook.com/events/169288210455119/: un reportage dai fondali dell’Isola di Santorini per capire cosa significa davvero inquinamento. Pierre-Yves Cousteau (a pochi giorni dal compleanno del padre Jacques-Yves Cousteau, scomparso proprio a giugno 21 anni fa) e il suo team, si occuperanno di recuperare le reti abbandonate e contestualmente trasmetteranno immagini straordinarie per raccontare al mondo intero cosa l’azione dell’uomo sta infliggendo alla flora e alla fauna marina e al bene più prezioso che abbiamo, l’acqua. Una sola rete fantasma, cattura circa il 5% della quantità di pesce commerciale mondiale, così come una sola gabbia abbandonata (solitamente usata per la cattura di granchi, aragoste e gamberetti) uccide 1775 esemplari in un anno.
Le reti da pesca recuperate dai sommozzatori volontari di Ghost Fishing con la collaborazione dei Cousteau Divers saranno consegnate poi ad Aquafil SpA per la rigenerazione del Nylon – Econyl® – usato da Carvico per la confezione dei tessuti della famiglia VITA fabrics, impiegati a loro volta dai brand per la confezione di nuovi costumi da bagno.
Un impegno concreto, una filiera virtuosa che può cambiare il mondo del fashion. Serve una cosa: alzare il livello di consapevolezza, dei produttori e dei consumatori. Siamo ciò che indossiamo. Uniti si può!

 

PREMIO HYSTRIO 2018

Scelti i vincitori del Premio Hystrio 2018:

Premio Hystrio alla regia a Massimiliano Civica

Premio Hystrio all’interpretazione a Massimiliano Speziani

Premio Hystrio alla drammaturgia a Davide Carnevali

Premio Hystrio-Altre Muse a Zona K/Milano

Premio Hystrio-Iceberg a Compagnia Òyes

Premio Hystrio-Corpo a Corpo a Fattoria Vittadini

I vincitori del Premio Hystrio alla Vocazione per attori under 30 saranno comunicati

nel corso della serata finale, lunedì 11 giugno al Teatro Elfo Puccini

Il Premio Hystrio festeggerà la sua 28^ edizione al Teatro dell’Elfo Puccini sabato 9, domenica 10 e lunedì 11 giugno 2018, serata finale nel corso della quale saranno ufficialmente premiati i vincitori selezionati dalla giuria composta dai collaboratori, dai redattori e dal direttore della rivista Hystrio, Claudia Cannella. Tra i più rilevanti premi del panorama teatrale italiano, il Premio Hystrio si articola in differenti sezioni che valorizzano diversi ambiti e talenti della scena, dalla regia all’interpretazione, dalla drammaturgia alla progettualità, dalle compagnie emergenti a quelle che valorizzano il linguaggio del corpo. Vince il premio Hystrio Twister lo spettacolo Il Sindaco del Rione Sanità regia di Mario Martone, mentre vince il Premio Hystrio Scritture di Scena LEA R di Michele Ruol che sarà presentato in forma di lettura scenica domenica 10 giugno alle ore 21. Il Premio Hystrio Scritture di scena registra anche i seguenti segnalati: Rapsodia Teatrale di Nicola Mariconda, Blatte di Michelangelo Zeno, Toilette di Ian Bartolini. A Valentina Gamna, per il testo Mai Home, va la segnalazione speciale Fabulamundi-Beyond Borders, in collaborazione con Pav, per un testo che si distingue trattando il tema del “confine”.

Premio Hystrio alla regia a Massimiliano Civica: reatino, classe 1974, dopo una Laurea in Storia del Teatro all’Università La Sapienza, si diploma in Regia presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico e poi approfondisce il suo percorso artistico seguendo i seminari di Eugenio Barba presso l’Odin Teatret e collaborando con Emanuele Luzzati e Tonino Conte presso il Teatro della Tosse di Genova. Nel 2007 vince il Premio Hystrio-Associazione Nazionale Critici Teatrali e il Premio Lo Straniero (assegnato dall’omonima rivista diretta da Goffredo Fofi) per l’insieme della sua attività teatrale. Sempre nel 2007, diventa Direttore Artistico del Teatro della Tosse di Genova, dando vita al progetto triennale Facciamo Insieme Teatro, che vince il Premio ETI Nuove Creatività. I suoi spettacoli ricevono numerosi riconoscimenti, in particolare 3 Premi UBU per le regie di Il Mercante di Venezia di Shakespeare (2008), prodotto dalla Fondazione Teatro Due di Parma, Alcesti di Euripide (2012), prodotto da AttoDue e dalla Fondazione Pontedera Teatro, Un quaderno per l’inverno di Armando Pirozzi (2017), prodotto dal Teatro Metastasio di Prato. Dal 2013 tiene il corso di alta specializzazione in recitazione presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’amico di Roma.

Premio Hystrio all’interpretazione a Massimiliano Speziani: diplomato alla Civica Scuola D’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano nel 1988, lavora come attore con – tra gli altri – Giancarlo Cobelli, Luca Ronconi, Massimo Castri. Compare poi, a partire dal ’94, negli spettacoli realizzati dalla Compagnia Katzenmacher, diretta da Alfonso Santagata, tra cui Terra sventrata, Polveri, Ubu U’Pazzo e Petito strenge per il quale nel 1997 vince il premio Ubu per l’interpretazione come attore non protagonista. Nel 2002 collabora con la compagnia Lombardi-Tiezzi per Amleto, In fondo a destra – I danni del tabacco, Antigone di Sofocle, Viaggio terrestre e celeste di Simone Martini. È del 2001 il sodalizio con il drammaturgo milanese Renato Gabrielli e la collaborazione in Vendutissimi (2002), Cesso dentro (2005), Salviamo i bambini (2006), Tre, una storia d’amore (2008), Questi amati orrori (2010), La donna che legge (2015). Nelle ultime stagioni ha lavorato con Antonio Latella, lo ricordiamo nel ruolo di Geppetto nel Pinocchio e ha curato la regie di Volo 903, il viaggio di un atleta di Maddalena Mazzocut-Mis e di Al muro, il corpo in guerra di Renata M. Molinari (2014).

Premio Hystrio alla drammaturgia a Davide Carnevali: artista residente per il triennio 2018-2020 presso ERT Teatro Nazionale, come autore si forma con Laura Curino in Italia e con Carles Batlle presso la Sala Beckett di Barcellona; amplia i suoi studi in Spagna e Germania assistendo ai seminari di Martin Crimp, Biljana Srbljanović, José Sanchis Sinisterra, Hans-Thies Lehmann, John von Düffel, Simon Stephens, Martin Heckmanns. Tra le sue drammaturgie ricordiamo Variazioni sul modello di Kraepelin, con cui si è aggiudicato nel 2009 il premio Theatertext als Hörspiel al Theatertreffen Stückemarkt di Berlino, Come fu che in Italia scoppiò la rivoluzione ma nessuno se ne accorse, il dittico Sweet Home Europa e Goodbye Europa. Lost Words. Ha vinto il Premio Riccione per il Teatro con Ritratto di donna araba che guarda il mare. Nella stagione 2017/2018 ha per la prima volta curato l’allestimento dei suoi testi, portando in scena Maleducazione transiberiana al Teatro Franco Parenti di Milano e Ein Porträt des Künstlers als Toter alla Münchner Biennale e alla Staatsoper Unter den Linden di Berlino. Insegna drammaturgia e teoria del teatro presso la Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano, presso 17 Instituto de Estudios Críticos di Città del Messico, presso l’Institut del Teatre de Barcelona e presso la Scuola di Teatro Iolanda Gazzerro di Modena.

Premio Hystrio-Altre Muse a Zona K: ZONA K nasce a Milano nel 2011 come centro dedicato allo scambio tra diverse discipline artistiche e culture, con uno sguardo privilegiato alle forme di coinvolgimento diretto dello spettatore e alla realizzazione di focus tematici che sappiano osservare la complessità della società attuale attraverso la lente della performance e dell’incontro con gli artisti. Lo sguardo internazionale di Zona K prende le mosse dal mondo balcanico con Oliver Frljić e Mala Kline, prosegue poi con la Germania grazie a Remote Milano dei Rimini Protokoll, prima vera co-produzione che permette a ZONA K di imporsi nel panorama milanese prima e italiano poi, come un centro capace di cogliere le novità, spesso relegate nei festival, e di portarle con coraggio e “agilità organizzativa” in stagione. L’attenzione al mondo internazionale prosegue anche l’anno successivo con un focus dedicato alla Svizzera e l’ospitalita di Please Continue, Hamlet di Yan Duyvendak, nel 2016 arrivano artisti catalani del calibro di Roger Bernat con Domini Public, Agrupacion Señor Serrano con Birdie e Katastrophe e poi Milo Rau con Five Easy Pieces, Willi Dorner con Bodies in Urban Spaces, i Gob Squad con Revolution Now, gli NO99 con Ash and Money e El Conde de Torrefiel. La stagione 2018, dedicata al tema del potere, ha ospitato un nuovo lavoro di Roger Bernat, Pendiente de voto. Capace di creare collaborazioni con numerose realtà culturali milanesi, dal 2014 Zona K cura e coordina il Festival KULT, dedicato alla diffusione e valorizzazione della cultura partecipata.

Premio Hystrio-Iceberg a Compagnia Òyes: Òyes nasce dall’incontro di nove ex-allievi dell’Accademia dei Filodrammatici di Milano. Grazie alla condivisione di un linguaggio, una formazione e una necessità comune, il gruppo cerca nella coerenza con la propria idea di teatro il motore delle proprie azioni progettuali e della propria poetica, che nasce dal desiderio di fare teatro per il pubblico, con strumenti chiari, concreti e semplici, raccontando storie che diano spunti di riflessione a chi le ascolta. Òyes debutta con lo spettacolo Effetto Lucifero, che vince il premio Giovani Realtà del Teatro 2010 e il cui testo è finalista al Premio Riccione-Tondelli nell’edizione 2011. Lo spettacolo, con il sostegno del Teatro Filodrammatici di Milano, è inserito nella stagione 2011-2012 ed è tra i finalisti del playFestival. Le altre produzioni della compagnia sono: Assenti per sempre (vincitore del premio Borsa di lavoro Alfonso Marietti, ed. 2009), Luminescienz-la setta (stagione 2012-2013 del Teatro Filodrammatici), Anton-scherzo in un atto  (menzione speciale al premio Borsa di lavoro Alfonso Marietti,ed. 2013), Va tutto bene che debutta in anteprima nazionale nel giugno 2014, chiudendo la collaborazione triennale con il Teatro Filodrammatici di Milano, Vania (vincitore del premio Giovani Realtà del Teatro 2015). Nel 2015 con il progetto T.R.E. Òyes vince il bando fUNDER 35-il fondo per l’impresa culturale giovanile.

Premio Hystrio-Corpo a Corpo a Fattoria Vittadini: Fattoria Vittadini nasce a Milano nel 2009 da undici allievi appena diplomati all’Atelier di Teatro-Danza della Scuola D’Arte Drammatica Paolo Grassi che decidono di proporre una pratica artistica ‘democratica’, seguendo una formazione continua, una ricerca collettiva e individuale e una contaminazione con altri artisti tra cui Ariella Vidach, Lucinda Childs, Yasmeen Godder, Virgilio Sieni e Alessandro Certini, Maya Weinberg, Matan Zamir e Nicola Mascia / matanicola, Giulio D’Anna, Maya Carrol, Daniel Abreu. Dopo una residenza triennale presso il Teatro Ringhiera di Milano, Fattoria Vittadini diventa partner di RIC.CI – Reconstruction Italian Choreography 1980-1990, progetto di recupero della coreografia contemporanea italiana degli anni ’80-’90 ideato da Marinella Guatterini all’interno del quale lavora a Duetto di Virgilio Sieni e Alessandro Certini e Calore di Enzo Cosimi. Nel 2012 inizia la collaborazione con il duo berlinese matanicola (Nicola Mascia e Matan Zamir) che porta alla realizzazione dello spettacolo To this purpose only. L’anno successivo Giulio D’Anna realizza per loro O O O O O O O (IT) in coproduzione con Versiliadanza. Nel 2015 la coreografa Maya Matilde Carroll firma la produzione Unraveled Heroes che debutta al Festival MilanOltre, importante riferimento negli anni per la compagnia, mentre nel 2016 il coreografo spagnolo Daniel Abreu, firma lo spettacolo Odio nell’ambito del bando internazionale C4C. Nel 2017 Fattoria Vittadini dà vita alla rassegna It’s a little bit messy e nel marzo 2018 organizza la I edizione del Festival del Silenzio con focus sulle Lingue dei Segni e sulla cultura segnante ottenendo la Medaglia del Presidente della Repubblica.

Come ormai di consueto, nella serata finale del Premio Hystrio ci sarà anche il conferimento del Premio Mariangela Melato

PROGRAMMA:

sabato 9 giugno

ore 10-18 – Finale delle selezioni del Premio Hystrio alla Vocazione. Audizioni degli aspiranti attori che hanno superato le pre-selezioni.

ore 18.30 Inaugurazione della mostra Aria di Teatro. Le copertine di Hystrio 1988-2017, a cura di Maria Spazzi, Clara Chiesa, Marina Conti, Erika Giuliano e Marta Vianello.

ore 21 – Un eschimese in Amazzonia, spettacolo di Liv Ferracchiati/The Baby Walk.

domenica 10 giugno

ore 10-18 – Finale delle selezioni del Premio Hystrio alla Vocazione. Audizioni degli aspiranti attori che hanno superato le pre-selezioni.

ore 21 – Lettura scenica del testo Lea R. di Michele Ruol, vincitore del Premio Hystrio-Scritture di Scena 2018, regia di Sabrina Sinatti

lunedì 11 giugno

ore 10-13 – Finale delle selezioni del Premio Hystrio alla Vocazione. Audizioni di aspiranti attori che hanno superato le pre-selezioni.

ore 18.30 – incontro di presentazione del volume Stracci della memoria, della Compagnia Instabili Vaganti, edito da Cue Press

ore 21 – Serata-spettacolo delle premiazioni. Segue brindisi.

Tutti gli appuntamenti in programma sono a ingresso libero.

Per informazioni: http://www.hystrio.it – redazione di Hystrio tel. 02.400.73.256 segreteria@hystrio.it

WORLD OCEAN DAY

BluFishmob, pesci volanti nei cieli di Milano

World Ocean Day – Nella settimana dedicata all’oceano, Marine Stewardship Council trasforma il cielo di Milano: una miriade di pesci volanti daranno vita ad un flashmob senza precedenti03.06.jpg

 Gli oceani soffrono oggi una condizione sempre più problematica. La pesca eccessiva è solo una delle cause di questa situazione, ma certamente gioca un ruolo fondamentale: il 90% delle risorse ittiche sono soggette a sovrappesca o sfruttate al massimo. Gli oceani sono un bene irrinunciabile per il nostro pianeta: le risorse ittiche rappresentano una fonte alimentare e di reddito fondamentale per oltre 800 milioni di persone. Se la tendenza non verrà invertita, c’è il rischio concreto che nei prossimi anni le risorse ittiche non siano più disponibili, con gravi conseguenze sociali ed economiche. Molte persone non sono consapevoli di questo problema. Marine Stewardship Council da sempre lavora insieme ai partner per diffondere una maggiore coscienza tra i consumatori e spiegare, attraverso campagne di comunicazione, l’importanza della sostenibilità. L’obiettivo è ricordare alle persone che l’oceano non è così lontano come sembra: in un mondo in cui la sovrappesca inizia ad essere un problema sempre più pressante, è necessario sensibilizzare e responsabilizzare i consumatori nel fare scelte consapevoli quando acquistano prodotti ittici. Facendo la scelta giusta, infatti, possono dare un contributo reale e determinante.
E’ a questo scopo che il 5 Giugno, nella stessa settimana del World Ocean Day, MSC realizzerà uno spettacolare flashmob, il BluFishmob, servendosi di decine di pesci volanti che attraverseranno i luoghi emblematici di Milano.

Il BluFishmob è stato realizzato grazie alla collaborazione con Findus, Rio Mare, Coraya, Carrefour, Mareblu, aziende partner che considerano la sostenibilità ittica come parte integrante delle proprie strategie sia offrendo un’ampia gamma di prodotti con marchio blu MSC Pesca Sostenibile, sia promuovendo progetti di miglioramento nei sistemi di pesca (FIP). Marine Stewardship Council trasformerà per una giornata i cieli di Milano in un immenso mare popolato di pesci volanti. Una miriade di elementi aerostatici motorizzati con le fattezze di grandissimi pesci blu percorreranno a banchi i cieli di Milano. Un evento innovativo che riempirà strade e piazze con un’atmosfera magica e futuristica, portando un pezzo di mare in città.  Per tutta la giornata del 5 Giugno, le vie principali del centro di Milano ospiteranno un piccolo oceano semovente, che in un evento itinerante toccherà varie tappe fino a sera, quando, alle 20, si fermerà per stazionare sull’Alzaia Naviglio Grande

Ecco il percorso del BluFishmob:

  • Mattina (dalle 11.00 alle 13.30) > partenza in Piazza Castello, via Dante, Cordusio, Via Mercato, Duomo, Corso Vittorio Emanuele, San Babila

  • Pomeriggio (dalle 15.00 alle 17.30) > Bosco Verticale, Gae Aulenti, Corso Como, Piazza XXV Aprile, Corso Garibaldi, Brera

  • Sera (dalle 19.00 alle 22.00) > Darsena, Piazza XXIV Maggio, Navigli, Porta Genova

Sarà un modo spettacolare e divertente per invitare la cittadinanza a giocare e fare foto da condividere sui social con l’hashtag ufficiale tienidocchioilblu, ma anche per ribadire l’importanza di fare scelte consapevoli nei consumi quotidiani, acquistando prodotti ittici sostenibili.
Consumer Research 2018
Al termine della giornata verranno condivisi importanti aggiornamenti relativi alla Consumer Research. MSC infatti ha realizzato insieme a Globescan, per il secondo anno in Italia, un’ampia ricerca su
prodotti ittici e sostenibilità. 22 paesi coinvolti in 5 continenti, e un dettagliato focus sui consumatori italiani. La ricerca è un’occasione unica per conoscere i nuovi comportamenti d’acquisto in relazione ad un tema sempre più attuale e cruciale come la sostenibilità.

 

MILANO DJANGO FESTIVAL

SPIRIT DE MILAN

presenta il 9 e 10 giugno

MILANO DJANGO FESTIVAL

www.milanodjangofestival.com

 

Il 9 e il 10 giugno SPIRIT DE MILAN organizza il primo Milano Django Festival, il festival Internazionale di Gypsy Jazz! Sarà dedicato a Django Reinhardt, leggendario chitarrista jazz vissuto nella Parigi degli anni ‘30 e ’40. Locandina_Django Festival.jpgDjango è il più importante riferimento per i musicisti e gli appassionati di Manouche, genere da lui creato. Come nessun altro, egli riuscì a fondere elementi jazzistici gitani e francesi dando vita ad un suono passionale e travolgente con improvvisazioni piene di vitalità e fantasia. Nella due giorni ci saranno concerti con i migliori musicisti di Gypsy Jazz attivi sul panorama internazionale, Jam Session, Masterclass e anche un’esposizione di liuteria, per rivivere le atmosfere dei caffè parigini, delle sale da ballo, dei cabaret russi degli anni ‘30-‘40 in cui si esibiva il celebre Quintette Du Hot Club De France di cui Django Reinhardt era leader, insieme all’inseparabile violinista Stephane Grappelli.

Spazio anche allo stage di Balboa, ballo swing tipico della California anni ’30, livello improvers, intermedio e avanzato insieme all’insegnante Martynas Stonys, leader della scena swing Lituana. Qui le informazioni per iscriversi www.milanodjangofestival.com/Balboa/.
Per questa prima edizione arriveranno virtuosi del genere dall’Inghilterra dal Belgio dall’Olanda dalla Francia e naturalmente dall’Italia. Progetto voluto e prodotto da Klaxon srl, con la direzione artistica di Manuela Petracca, presenta Maurizio Franco.  

Programma:

Sabato 9 giugno

15.30 – apertura porte

16.00 – MASTER CLASS – con Sebastien Giniaux (guitar)

16.00 – MASTER CLASS – con Tcha Limberger (violin)

18.30 – PAOLO PROSPERINI + SEBASTIEN GINIAUX [Francia] – Concerto Gypsy Jazz

20.00 – CENA – La Fabrica de la Sgagnosa

21.00 – INTRODUZIONE AI CONCERTI – A cura di Maurizio Franco

21,30 – DARIO NAPOLI MODERN MANOUCHE PROJECT + CECILIA DEL BONO (VOCE) – Milano – Concerto Gypsy Jazz

22.30 – THE ROSENBERGS + TCHA LIMBERGER – Belgio/Olanda – Main Act gypsy jazz

23.30 – JAM SESSION  

Domenica 10 giugno

15.30 – apertura porte

16.00 – special Jam Session

18.30 – LATCHEPEN – Londra – Concerto Gypsy Jazz

20.00 – CENA – La Fabrica de la Sgagnosa

21.00 – INTRODUZIONE AI CONCERTI – A cura di Maurizio Franco

21.30 – CLAN ZINGARO – Milano – Concerto Gypsy Jazz

22.30 – PAULUS SCHÄFER TRIO + GIACOMO SMITH – Olanda/USA – Main Act Gypsy Jazz

23.30 – JAM SESSION  

Costo d’ingresso con consumazione: 15 € intero, 10 € ridotto soci Spirit De Milan.

APERITIVO Mediterraneo AL MUSEO BAGATTI VALSECCHI

Con Marta Ottaviani, un aperitivo che ti porta tra sapori e atmosfere dalla Turchia Lunedì 4 giugno, ore 19, gli Amici del Museo Bagatti Valsecchi rendono omaggio a Pamuk e al suo Museo dell’innocenza con una serata per raccontare usi e costumi della Turchia.Vetrine Museo Bagatti Valsecchi_ Credits Mario Flandoli 3.jpg A partire dalle vetrine esposte in mostra, Marta Ottaviani, giornalista esperta di Turchia, accompagnerà il pubblico in un accorato affresco della quotidianità della penisola anatolica: dalla birra al caffè, dai fiori ai film passando per le tradizioni. Chi meglio di una giornalista vissuta otto anni a Istanbul poteva raccontare le usanze di un paese così ricco di sfaccettature? Alla presentazione seguirà un aperitivo a buffet con cucina di ispirazione mediterranea, tra hummus, spiedini kufta e bicchierini di raki, realizzato in collaborazione con Iuta Bistrot.
Una serata che può trasformarsi anche in un’occasione conviviale e divulgativa per visitare la mostra “Amore, musei, ispirazione. Il Museo dell’innocenza di Orhan Pamuk a Milano”, al Bagatti Valsecchi fino al 24 giugno. Ventinove vetrine dove immagini e oggetti dalla forte capacità evocativa raccontano la celebre storia d’amore di Kemal e Füsun, protagonisti del romanzo Il Museo dell’innocenza del premio Nobel Orhan Pamuk. Concepita in stretta collaborazione con la Innocence Foundation e Orhan Pamuk, l’esposzione è curata da Lucia Pini e Laura Lombardi, si avvale dell’allestimento dello studio Lissoni Associati e nasce dalla collaborazione tra il Museo Bagatti Valsecchi e l’Accademia di Belle Arti di Brera, con il sostegno di Regione Lombardia.

INFO Lunedì 4 giugno 2018, ore 19 Museo Bagatti Valsecchi Via Gesù 5, Milano 25€ per i Soci 32€ per i Non Soci (comprende l’iscrizione) Info e prenotazioni: amici@museobagattivalsecchi.org