LO SWING DI LUCIO DALLA

Piccolo Teatro Grassi (Via Rovello, 2 – M1 Cordusio) lunedì 18 novembre, ore 21

Lo swing di Lucio Dalla Civica Jazz Band

Si chiude questa edizione del Mit Jazz Festival con la presenza della Civica Jazz Band, dal prossimo gennaio protagonista, sempre al Piccolo, della XXII edizione di Orchestra Senza Confini. Il nuovo progetto dell’orchestra di Enrico Intra, diretta emanazione dei Civici Corsi di Jazz e quindi progetto didattico-artistico di alto profilo, unico nel panorama internazionale, è legato alla figura di Lucio Dalla e prevede la presenza di un altra formazione stabile della prestigiosa scuola milanese, il Time Percussion di Tony Arco, che riunisce svariate percussioni e le voci. Il legame con il mondo della canzone ha sempre fatto parte della storia del jazz e, in Italia, al momento attuale, si lega spesso alla produzione dei cantautori.

Lucio Dalla, che con la musica di derivazione afroamericana aveva un particolare feeling, evidente quando suonava il suo amato clarinetto, è un musicista particolarmente congeniale per realizzare operazioni di questo tipo. Con gli arrangiamenti di Enrico Intra, Paolo Tomelleri, Alberto Mancini e Luca Missiti, rivivranno in chiave jazz diversi capolavori di questo autentico poeta della canzone, da Caruso a Cara, da 4 marzo 1943 a Lettera a un amico, per citarne solo alcuni, nei quali il forte senso melodico degli originali verrà inserito nel sound ricco di colore dell’orchestra. Ospite d’eccezione per questa originale riscrittura dei brani di Dalla sarà il clarinettista Paolo Tomelleri, particolarmente congeniale, per storia e inclinazione musicale, a interpretare questa musica.

FATTORE COMUNE

Si è chiusa con grande successo la terza edizione di “FATTORE COMUNE” Incontri fra DOP e IGP, a Recco, Sori e Camogli (Ge) Quando il prodotto è sinonimo di un territorio Svoltasi venerdì 8 novembre 2019 in Liguria, fra Recco, Sori e Avegno con il Patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e Regione Liguria; Comuni di Recco, Camogli, Sori e Avegno; Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Genova.

I Pansoti Da Lino.jpeg
“Fattore Comune” incontri fra DOP e IGP, organizzato dal Consorzio della Focaccia di Recco, è l’evento dedicato alle eccellenze agroalimentari tutelate dalla Unione Europea e vuole essere presupposto di dialogo tra i produttori e le istituzioni preposte per esaminare le proprie tutele, presentare i percorsi fatti, illustrare gli obiettivi colti e ipotizzare i piani futuri, analizzare l’appeal sul fenomeno del turismo gastronomico con nuove idee per la miglior promozione delle DOP e IGP. Focaccia di Recco.jpegNella prima parte dell’evento al Teatro di Sori sono saliti sul palco, oltre al Consorzio della Focaccia di Recco, i tre prodotti provenienti dal Piemonte, Il Consorzio Castelmagno DOP, il Consorzio Riso di Baraggia DOP e il Consorzio GAVI DOCG, dalla Lombardia il Consorzio Salame d’oca di Mortara IGP, e dall’Emilia Romagna il Consorzio dei Salumi DOP Piacentini. Hanno condotto il talk show Lucio Bernini per il Consorzio di Recco e Federico Quaranta, anfitrione di Decanter, programma “DOP” di Radio2, unica ed incontrastata voce enogastronomica dell’etere che va in onda da oltre 15 anni, in cui tutte le sere alle 20,00 si racconta del cibo e del vino trasmettendo il piacere della convivialità e del mangiare e bere bene e consapevole. Gavi
Dopo il benvenuto agli ospiti di Mario REFFO – Sindaco di Sori si è entrati nel vivo con l’apertura dei lavori da parte Tenente Col. Mario FIORDALISO, Comandante Nord Ovest Italia del Nucleo Carabinieri per la Tutela Agroalimentare che ha illustrato una panoramica delle loro attività sia a sostegno della difesa delle produzioni tutelate dalle DOP e IGP, prese quotidianamente di mira da quel mercato sommerso delle contraffazioni che approfitta della fama dei prodotti di qualità sia a sostegno dei consumatori che con le DOP e IGP devono avere la sicurezza di sapere che ciò che comprano corrisponde a quanto previsto dai disciplinari. Un lavoro molto difficile e complesso perché oggi i prodotti a marchio sono considerati fra i più ricercati. Intervento ascoltato attentamente. ovviamente seguitissimo ed applaudito a lungo. A seguire si sono alternati sul palco i prodotti presenti con i loro rappresentanti. Gavi D.O.C.G. – Il Presidente del Consorzio Roberto Ghio e lo storico Luigi Pagliantini Consorzio Salumi DOP Piacentini – Il Presidente Antonio Grossetti e il Direttore Roberto Belli Castelmagno D.O.P. – Il Presidente del Consorzio Evanzio FIANDINO Riso di Baraggia D.O.P. – Produttrice del Consorzio Gloria BARONE Salame d’oca di Mortara I.G.P. – Il Sindaco di Mortara Marco FACCHINOTTI e il Presidente del Consorzio Gioacchino PALESTRO Focaccia di Recco col formaggio I.G.P. Il Sindaco di Recco Carlo GANDOLFO e il Vice Presidente del Consorzio Titta MOLTEDO. Uno su tutti il concetto emerso e condiviso: passione e amore alla base di loro produttori con storie fortemente radicate ai propri territori. Tutti uomini e donne con alle spalle generazioni che si sono tramandate nel tempo la responsabilità di mantenere inalterato il proprio prodotto, aiutati in tal senso dalla ottenuta protezione europea che ne garantisce l’origine proteggendone qualità e reputazione. Infatti i marchi DOP e IGP, pur richiedendo sforzi notevoli per la loro gestione e mantenimento, sono gli unici e i soli ad essere protetti dai controlli di Autorità competenti e preposte al compito di contrastarne la frode. Importanti gli interventi di Lilli Lauro – Consigliere Regione Liguria e di Massimiliano Salini Europarlamentare. L’attesissimo intervallo con il Farinata break e dolci preparati da Edobar di Sori, ristorante il Boschetto e Focacceria Tossini è stato un momento di grandissima convivialità in cui gli ospiti hanno avuto la prima occasione per iniziare a conoscersi fra una fetta di farina e l’altra.
Alla ripresa dei lavori sono stati apprezzatissimi gli interventi mirati alla valorizzazione dei prodotti DOP e IGP e alla loro promozione. Roberto SOLINAS – Preside IPSSAR Marco Polo di Genova, con oltre 1500 alunni e due sedi distaccate a Camogli e Calvari di San Colombano, è già impegnato fortemente nei suoi pianti didattici a diffondere la cultura delle eccellenze agroalimentari nelle sue aule. Applauditissimo Silvio BARBERO – Vice Presidente Slow Food Italia e Università Scienze Gastronomiche. Sincero, diretto e schietto: “Se è tanto di moda dire che siamo sostenibili, allora impegniamoci anche a misurarla e dichiararla la nostra sostenibilità”. Slow Food, prima su tutti si è assunta l’onere di ridare il giusto valore al cibo nel rispetto di chi produce, purchè che sia in armonia con l’ambiente. Cesare CARBONE – Presidente Ristoranti Piatto del Buon Ricordo, sottolinea che l’associazione non è solo il “piatto” ma è quello che rappresenta, attività che hanno alle spalle secoli di storie con persone che dedicano la vita ai loro ristoranti tenendo ferme nel tempo quelle ricette tradizionali che tanto hanno reso famosa nel mondo la cucina italiana.
Al termine, sono arrivati i saluti di Franco Senarega – Consigliere Regione Liguria e dal Sindaco di Recco Carlo Gandolfo che ha dato l’arrivederci nella sua Città per la serata finale. Si sono poi tratte le Conclusioni con Federico QUARANTA e Lucio BERNINI guardando già avanti a nuovi ed importanti traguardi, il primo, l’imminente ed attesissima serata con i banchi d’assaggio a Recco al ristorante Manuelina. Quì è andato in scena il trionfo dei prodotti DOP IGP presenti con i rispettivi Consorzi e Amministrazioni con i banchi d’assaggio e degustazione delle loro eccellenze. Presenti anche il Consorzio Basilico genovese DOP, Il Consorzio Olio DOP riviera Ligure e l’Enoteca regionale della Liguria. Oltre cinquanta i media presenti, fotografi, cine operatori, food blogger, giornalisti, video maker che hanno intervistato, fotografato, ripreso e ritratto con le più varie tecniche e mezzi i prodotti e produttori presenti, facendo della serata un momento da grandi occasioni con un’ atmosfera magica. Il giorno successivo, sabato 9, i partecipanti al press tour si sono trasferiti a Camogli per un piccolo tour turistico-gastronomico con tappa gourmet alla Focacceria Revello. Per pranzo ritorno a Recco al ristorante Da Lino, in casa della presidente del Consorzio della Focaccia Maura Macchiavello con speciali show cooking di Focaccia di Recco IGP e pansoti in salsa noci. Ad attendere i giornalisti al ristorante anche il Sindaco Gandolfo che ha voluto ringraziali per aver accolto l’invito partito dalla sua Città e dalla sua focaccia. Al pomeriggio visita di Recco, e, nonostante la pioggia, c’è stato tempo ancora per due fette di focaccia …. “Partiti tutti, è rimasto il ricordo di grandi entusiasmi che hanno creato le fondamenta per un lungo ponte che ci porterà lontano” dice Lucio Bernini per il Consorzio Focaccia di Recco.

La zona di produzione registrata dall’Unione Europea per la Focaccia di Recco col Formaggio I.G.P. è quella dei comuni di Recco, Camogli, Sori e Avegno (Ge) e le aziende autorizzate all’uso del marchio europeo sono le attività consorziate: Ristoranti a Recco: Alfredo – Angelo – Da Lino – Da ö Vittorio – Del Ponte Manuelina – Vitturin – Focacceria Manuelina. Panifici a Recco: Panifici Tossini – Panificio Moltedo G.B. – Panificio Moltedo 1874 Ristoranti a Sori: Edobar – Il Boschetto – Focacceria Tossini. Asporto a Camogli: Revello Focacceria.

RE PANETTONE

RE PANETTONE®, il tradizionale appuntamento con il grande lievitato delle feste per eccellenza propone anche quest’anno il doppio appuntamento, il primo a Napoli e il secondo a Milano. Protagonista della kermesse è come di consueto il Panettone artigianale che ogni anno si presenta in tante varianti golose come espressione della creatività e dell’esperienza dei pasticcieri provenienti da tutta Italia. Esposizione, tasting e mercato per tutti sia a Napoli che a Milano è la formula collaudata della due giorni che dà spazio anche a show cooking, premi ed incontri.

_MG_0031.JPG

Re Panettone® Napoli

Per il quinto anno consecutivo i banchi di assaggio dei pasticcieri provenienti da tutta Italia, con una nutrita rappresentanza di campani, saranno allestiti nei saloni del Grand Hotel Parker’s al Corso Vittorio Emanuele, 135, storico cinque stelle, icona di accoglienza a Napoli dal 1870. Accanto alle ricette tradizionali, Re Panettone Napoli dà spazio a varianti creative che concorrono al Premio Re Panettone® Napoli. Il riconoscimento viene assegnato da una giuria di esperti con tasting alla cieca e premia il miglior panettone innovativo. Spazio anche al binomio vini e panettone con il banco di assaggi curato dall’Associazione Italiana Sommelier, Delegazione di Napoli, e da Wine&Thecity in collaborazione con il Consorzio di Tutela dei Vini del Sannio che sarà protagonista con i propri vini – passiti, spumanti e vini dolci- anche dei laboratori di degustazione guidati a numero chiuso.

Re Panettone® Milano

L’edizione milanese compie quest’anno dodici anni ed è stata riconosciuta Fiera nazionale dalla Regione Lombardia, con la qualifica di “Mostra mercato” per la sua monograficità. Gli oltre 50 pasticcieri provenienti da tutta Italia con la migliore produzione artigianale di panettoni saranno per questa edizione negli spazi del MIND, Milano Innovation District, ex area Expo 2015. Utilizzare questi spazi è un’opportunità riservata a pochi: Re Panettone®, che dalla sua prima edizione è stato patrocinato dal Comune di Milano, ha ottenuto questo privilegio, perché da anni affianca alla difesa della ricetta tradizionale del panettone, parametro di riferimento irrinunciabile, il sostegno alla creatività dei pasticcieri, che propongono anno dopo anno novità basate sull’impasto di lievito madre tipico del panettone con ingredienti ispirati alla filosofia “Tutto naturale, solo artigianale”. Re Panettone®, inoltre, ha contribuito ad elevare l’immagine del panettone, focalizzando l’attenzione del pubblico sulla sua versione artigianale e imponendola come eccellenza italiana.

Re Panettone si conferma la prima e più autorevole manifestazione dedicata al Panettone con un’attenzione speciale alla selezione dei prodotti e delle pasticcerie presenti. Sono ammessi alla manifestazione solo i panettoni realizzati con metodo artigianale, senza additivi e conservanti, e senza scorciatoie produttive. A tal fine già da due anni Re Panettone ha istituito la Certificazione Re Panettone® (un bollo con ologramma) che attesta, mediante controlli scientifici, freschezza, naturalità e artigianalità del prodotto. Re Panettone è un marchio registrato ed un progetto ideato e curato da Stanislao Porzio.

NAPOLI V Edizione

Date: 23-24 novembre 2019

Orari: Sabato 23 novembre dalle 11,00 alle 21,00 – Domenica 24 novembre dalle 11,00 alle 19,00

Sede: Grand Hotel Parker’s, Corso Vittorio Emanuele, 135

Ingresso: libero

MILANO XXII edizione

Date: 30 novembre – 1 dicembre 2019

Orari: Sabato 30 novembre dalle 10,00 alle 20,00 – Domenica 1 dicembre dalle 10,00 alle 19,00

Sede: Spazio MIND, Milano Innovation District, ex Area Expo 2015

Ingresso: su invito scaricato gratuitamente dal sito www.repanettone.it

ARIZONA 2000 INAUGURA JAZZMI 2019

Giovedì 31 ottobre, Arizona 2000 ospiterà una serata molto speciale. JAZZMI in collaborazione con Arizona 2000 inaugura l’edizione 2019 con una straordinaria preview notturna, una notte di Halloween che scherza con il jazz nel centro di Nolo, in uno dei club milanesi che si sta affermando tra i più aperti alla sperimentazione. L’atmosfera, il tempo, l’anima saranno quelli del jazz.

Nightmares on Wax.jpegGeorge Evelyn, in arte Nightmares on Wax, è un musicista, compositore e DJ originario di Leeds (Inghilterra). Non è esagerato dire che Nightmares on Wax possa essere sinonimo di un “luogo nel tempo”. È uno spazio individuale per chiunque voglia assaporare un’anima randagia fatta di frammenti di ricordi lontani e che incornicia la generazione che sta arrivando. George Evelyn ha creato al mixer un suono unico costruito su una fusione di jazz, hip hop e reggae, esattamente ciò che ha cambiato la scena musicale inglese tra gli anni Ottanta e Novanta e che ritroveremo il 31 ottobre da Arizona 2000. La serata avrà come apertura il dj set di Abstract.

  • Arizona 2000, Via Natale Battaglia 14 – MILANO

Come raggiungerci: M1/M2/tram 1/bus 90 e 91

  • ORARIO: dalle ore 23.30 alle ore 3.00

  • TICKETS 15 euro + diritti di prevendita con consumazione inclusa

http://jazzmi.it/eventi/nightmares-on-wax-dj-set/

Facebook: https://www.facebook.com/Arizona2000Milano/

Instagram: arizona2000milano

DAMIANO FITNESS DAY

DAMIANO FITNESS DAY: TORNA A MILANO L’ESCLUSIVO APPUNTAMENTO DEDICATO A NUTRIZIONE E BENESSERE

Il 26 ottobre l’azienda specializzata nella produzione e trasformazione di frutta secca biologica organizza una giornata all’insegna della sana alimentazione e dello stile di vita sano. Quando il benessere fa rima con sana alimentazione. Un’intera giornata in cui potere incontrare medici esperti in sport e nutrizione, guru della cucina, istruttori di yoga e core & balance. Al via sabato 26 ottobre, la 2° edizione del Damiano Fitness Day che si svolgerà anche quest’anno a Casa Lago (via S. Tomaso 6 – MM1 Cairoli).Damiano Amandino Squeeze.jpg

Si tratta di un appuntamento che Damiano, azienda leader nella produzione e trasformazione di frutta secca da agricoltura biologica, organizza a Milano per il secondo anno consecutivo. Un’occasione per parlare di benessere a tavola e non solo, con dei veri esperti di alimentazione, passando anche alla parte pratica in cucina, dove poter imparare a cucinare piatti buoni e sani e dedicarsi al proprio corpo scegliendo tra una lezione di yoga o una di core & balance, disciplina che unisce tai-chi, pilates e yoga. Michela Speciani e Mattia Cappelletti, medici chirurghi esperti in sport e nutrizione, spiegheranno come scegliere gli alimenti più adatti al proprio stile di vita e alla disciplina sportiva che si pratica. Passando dalla teoria alla pratica, Valeria Airoldi, blogger di FitFood, metterà in pratica i loro consigli con uno show cooking ricco di idee e consigli per un pranzo sano e veloce fuori casa, bilanciato e appetitoso. Il Damiano Fitness Day è anche movimento, grazie a Benedetta Gastaldi, istruttrice di core & balance e Luca Compare, yogger esperto in yoga Pranavashya. Entrambe le lezioni sono realizzate con il supporto dei materiali di ReYoga, azienda che produce strumenti e accessori per questa disciplina.

GUIDA VITAE – EDIZIONE 2020

Si rinnova l’appuntamento con i migliori vini italiani recensiti nella Guida Vitae 2020, edita dall’Associazione Italiana Sommelier. Ancora una volta Vitae fornisce un quadro puntuale e dettagliato sullo stato di salute del settore, offrendo spunti di riflessione e stimolando il dibattito fra tutti gli attori della filiera.

Vitae_2020_07.jpg Il tema portante della sesta edizione della Guida è la sostenibilità ambientale, messa in evidenza da un numero sempre maggiore di aziende che si dedicano a pratiche rispettose della natura. Del resto, in ambito vitivinicolo il nostro Paese gode della flessibilità di un patrimonio ampelografico di immenso valore e della straordinaria variabilità geomorfologica del territorio, un autentico marchio di fabbrica che permette di creare vini dalla forte identità. L’attenzione al cambiamento climatico è rappresentata attraverso una galleria fotografica in cui protagoniste sono le nuvole, sentinelle del nostro pianeta, immortalate mentre campeggiano sui vigneti in molteplici fisionomie: dalla candida purezza alla minaccia temporalesca, dalla staticità stratificata alla fuggevolezza leggiadra e trasognata. Con la loro instabile bellezza, rappresentano un segno del nostro tempo, degli interrogativi che lo attraversano, ma anche della speranza di orizzonti più sereni. Ventidue sono le etichette alle quali è stato attribuito il Tastevin AIS, il prestigioso premio che l’Associazione Italiana Sommelier conferisce a chi ha contribuito a imprimere una svolta produttiva al territorio di origine, a chi rappresenta un modello di riferimento di indiscusso valore nella rispettiva zona e a chi ha riportato sotto i riflettori vitigni dimenticati. Sono circa 3.000 i produttori che hanno accettato di mettersi in discussione e più di 30.000 i vini degustati rigorosamente alla cieca da un migliaio di Sommelier. Tra questi sono oltre 600 i vini premiati con il massimo riconoscimento: le Quattro Viti. Sfogliando la guida si ritrovano la Freccia di Cupido, assegnata ai vini in grado di suscitare emozioni al primo sorso, e il Salvadanaio, che identifica una spiccata qualità, con un occhio attento al prezzo di vendita. Da quest’anno è segnalata anche la produzione di olio extravergine d’oliva. Accanto alla guida cartacea è disponibile la pratica app, un utile strumento da portare comodamente con sé.

Per la grande degustazione degli oltre 600 vini premiati è stato scelto un luogo simbolico, in sintonia con il tema iconografico della guida: la prestigiosa Nuvola di Fuksas, a Roma. L’evento, aperto al pubblico, si terrà sabato 26 ottobre, dalle ore 11 alle 19.

ARIZONA 2000 HALLOWEEN

Sabato 26 ottobre ce ne sarà per tutti i gusti e per tutte le età. Arizona 2000, storico locale nel cuore di Nolo, è pronto per soddisfare le esigenze di grandi e piccini. Dalle 17.00 alle 21.00 si aprono i battenti per Halloween, la festa più mostruosa dell’anno.

Halloween.jpegI bambini sono già alla ricerca del travestimento più accattivante e da brivido di sempre. Un evento interamente dedicato ai più piccoli e alle loro famiglie, animato da professionisti che li coinvolgeranno con giochi e balli all’insegna del divertimento e dove non mancherà la sfilata delle maschere e tanti premi ai costumi più originali. Il tutto accompagnato da una sostanziosa merenda composta da pasta in tutte le salse (bianca, pomodoro, pesto), panini, frutta, pizzette, focacce, patatine, torte dolci e salate, popcorn, tramezzini e dove non mancheranno le caramelle. Costo ingresso: 5 euro bambini; 10 euro adulti con consumazione inclusa.

Messi i bimbi a letto il locale inaugura un nuovo appuntamento notturno: Bora Bora. Dalle 23.00 la sala principale Arizona 2000 si reinventa e si trasforma per un’immersione nella vita latina, quella caliente della musica e dei balli, quella colorata e ricca di salsa, bachata, merengue e reggaeton. La serata Bora Bora è un progetto a lungo termine che prevede almeno un concerto latino ogni due mesi. Costo ingresso: 10 euro con consumazione Ingresso omaggio donne fino alle 00:00.

Arizona 2000

Via Natale Battaglia 14 – Milano

Cell 389.8359277 – 340.2451403

LA BELLE ÉPOQUE

Mercoledì 22 ottobre riprende a Milano al Cinema Colosseo la nuova stagione della rassegna cinematografica Sala Biografilm.

Il primo appuntamento della nuova stagione sarà con l’anteprima della commedia francese LA BELLE ÉPOQUE, in versione originale sottotitolata, del talentuoso regista Nicolas Bedos. Dopo il Festival di Cannes 2019, dove ha raccolto il plauso della critica per originalità e qualità, la sorprendente commedia LA BELLE ÉPOQUE sarà presentata all’interno della sezione “Tutti ne parlano” della quattordicesima edizione della Festa del Cinema di Roma il 20 ottobre alla presenza della meravigliosa interprete Fanny Ardant e del regista Nicolas Bedos. Il film sarà nelle sale italiane dal 7 novembre, distribuito da I Wonder Pictures e Unipol Biografilm Collection.

Victor è un uomo all’antica che odia il presente digitale. Quando un eccentrico imprenditore, grazie all’uso di scenografie cinematografiche, comparse e un po’ di trucchi di scena, gli propone di rivivere il giorno più bello della sua vita, Victor non ha dubbi. Sceglie di tornare al 16 maggio del 1974: il giorno in cui in un café di Lione ha incontrato la donna della sua vita, la bellissima Marianne. Una sceneggiatura da Oscar® che vede protagonista un cast di stelle del cinema francese – da Daniel Auteuil a Fanny Ardant, da Pierre Arditi a Guillaume Canet fino ad arrivare alla rivelazione di Cannes 2019 Doria Tillier – riuniti insieme per mettere in scena una commedia elegante e nostalgica, capace di far ridere ed emozionare il pubblico di ogni età. Un film che si muove in un perfetto equilibrio fatto di dialoghi serrati, esilaranti ed emozionanti, scenografie meravigliose e una colonna sonora di grandi e indimenticabili successi.

ORTICOLARIO

Orticolario, dove la Natura indossa il suo abito più bello: l’Armonia

Orticolario è un emotion event tutto da vivere, fra profumi e colori, all’interno della verde cornice del parco secolare di Villa Erba, che fu anche residenza di Luchino Visconti. L’emblematico nome “Fantasmagoria” dell’edizione 2019, non a caso fa rima con “Armonia”, la quale ci guida in questo emozionante viaggio nella Natura, rappresentata in sorprendenti istallazioni artistiche in cui artisti, architetti e garden designer portano in scena l’essere donna, nella sua veste più lucente. Nel padiglione centrale, ad esempio, l’installazione del noto paesaggista Vittorio Peretto, ispirata all’Isolino Virginia (lago di Varese), vede protagonista e custode di questa Isola del tesoro una donna sirena, realizzata dall’artista Luigi Galligani, della Galleria d’Arte Galp. In questa edizione particolare di Orticolario, dedicata ad uno dei suoi fondatori prematuramente scomparso: Emilio Trabella, ci attende anche la prima Fashion Art Gallery a Villa Erba. Infatti, Mantero che, in un’esclusiva edizione limitata di 100 foulard in seta riproduce 10 opere emblematiche dell’indimenticabile KEN SCOTT, celebra il genio e il talento del noto “artista giardiniere” all’interno di uno spazio espositivo dominato dall’energia dei colori. le_mele_Eva_di_Wiliam_Zanotto.jpg

Il viaggio continua, poi, nell’allegra installazione di zucche dai richiami quasi magici e fiabeschi, presentata da Minoprio assieme all’architetto Carla Testori. In questa fiaba che è Orticolario, infine, siamo rapiti da una mela gigante “Eva”, dell’artista William Zanotto, che ci racconta una visione artistica inaspettata dell’Eden: “make your dreams come true”. Ed Orticolario è proprio la più bella rappresentazione di questo messaggio: una vera sfida per il suo doppio valore culturale e sociale, come spiega il Presidente Moritz Mantero.

La parola passa a lui in un’intervista con Giorgia Jenca diventata, ormai, appuntamento fisso e tenuta quest’anno nel salotto total green di Ken Scott. Abbiamo immaginato davvero di essere trasportati dalle nostre belle emozioni: qui a Orticolario e così facile immaginare, sognare, ammirare. Cosa ci può svelare del suo viaggio? Il viaggio prima che dal pensiero inizia dal cuore; determina il nostro desiderio di uscire dal proprio microcosmo, proprio come il giardino, luogo delle proprie passioni, di uno stile di vita, della bellezza è dimora anche dell’arte e del design. Con Orticolario cerchiamo di dare rappresentazioni diverse sempre in Armonia con un concetto evoluto i giardino, di verde, di libera creatività e in primis dei valori di amore e di cura. Anche quest’anno avete assegnato dei premi simbolici per rappresentare la ricchezza del territorio attraverso le sue eccellenze; un progetto, dedicato al lago di Como, sicuramente ambizioso, che merita un posto speciale nel mondo per ciò che rappresenta. Ricordiamone solo alcuni di questi premi. Il premio Villa Carlotta propone un nuovo modo di concepire la nostra rappresentazione del mondo in quanto consisterà nell’accogliere presso il parco di Villa Carlotta l’istallazione di Orticolario vincitrice del premio con un’area dedicata creando, così, anche una presenza permanente del nostro essere: quotidiana emozione vibrante per tutti gli ospiti visitatori di Villa Carlotta, che costituisce un unicum di botanica e bellezza assoluta. Il premio Villa D’Este, invece, propone una versione del viaggio particolare e un’attenzione, più che a qualsivoglia souvenir, al dettaglio; a quanto sia importante il sapersi fermare, distendersi su un prato, ammirare un tramonto…Le_zucche_di_Minoprio_e_Carla_Testori.jpg

La donna nelle sue declinazioni più diverse sembra essere la protagonista di questa edizione di Orticolario. Bellissima intuizione: ce ne può parlare? La donna non solo è rappresentata nelle istallazioni, negli spazi e nelle opere d’arte di Orticolario, ma rappresenta la stessa forza pulsante della manifestazione, in quanto il nostro comitato è prevalentemente composto da donne, che colgo anche l’occasione di ringraziare perché, con il loro entusiasmo e la loro armonia hanno realizzato questa opportunità diversa, fornendo idee, progettualità, forza e tanto amore.Luigi Galligani_ donna_sirena.jpg La sirena rappresenta un omaggio alla femminilità; a quella volontà di ritrovare la dignità; la verità; a quella determinazione che in ogni viaggio non dovrebbe mai venire a mancare. Nel meraviglioso salotto di Ken Scott: un nuovo progetto in anteprima a Orticolario che forse lo rappresenta più di quanto si possa immaginare. Cosa vuole dirci a riguardo? Sì, è proprio così. È “l’artista giardiniere” della moda; in questo modo amava definire stesso, tanto che molte delle sue opere rappresentano proprio la sua dedizione alla Natura e all’elemento floreale. Amava viaggiare, scoprire: NY poi Parigi e infine Como, in cui la sua eccellenza creativa trovò un partner ideale per la realizzazione delle sue creazioni. Disegni, colori, esclusività e oggi unicità grazie alla Collezione di foulard di seta Mantero, nel solo numero di 100 pezzi, tutti numerati a firma Ken Scott. Questa prima Art Gallery racchiude una selezione di disegni dello stilista oggi conservati nell’archivio della sua Fondazione a Milano, città in cui stabilì il suo atelier. Siamo andati negli archivi di Ken Scott – dichiara il Capo progetto Lucia Mantero a cui Mantero passa la parola – alla ricerca degli elementi più distintivi, scegliendo quelle opere con palette di colori forti; quelli delle sue passioni per la Natura; i fiori; gli animali e il buon cibo.Lucia_Mantero_Giorgia_Jenca_Moritz_Mantero.jpg Un’edizione limitata di 10 disegni che potessero raccontare l’eclettico Ken Scott ma anche la sua anima più nascosta dai colori pastello, con una grande sfida nel riprodurre i colori originali degli anni ‘70 con standard di qualità elevatissima e rispetto assoluto delle attuali regole ambientali.

Info: Orticolario.it e Mantero.com

Special Thanks to Sara Vitali

Mostra di KIMONO

Da lunedì 7 a domenica 13 ottobre 2019

Mostra di KIMONO

In concomitanza con lo spettacolo ‘La Sposa del Sole’ della compagnia marionettistica Carlo Colla & figli (in scena al Gerolamo dal 10 al 13 ottobre) e con l’apertura presso il MUDEC delle esposizioni previste dal progetto “Oriente MUDEC” – ‘Impressioni d’Oriente’ e ‘Quando il Giappone scoprì l’Italia’ – il Teatro propone una mostra che racconta uno dei simboli più celebri del Giappone: il kimono.Kimono 1.jpg L’abito verrà raccontato nei suoi diversi usi, dalla variante domestica al raffinato capo da cerimonia, dal vestito casalingo a quello riccamente ricamato della borghesia. Attraverso le sue caratteristiche verrà descritto l’enorme valore di quest’oggetto nella cultura giapponese, punto di partenza per raccontare la società, l’arte, il carattere, le curiosità dell’antico popolo del Sol Levante. Un’occasione per avvicinarsi ad un mondo ‘esotico’, la cui conoscenza in Occidente è spesso ancora soggetta a mode e stereotipi superficiali. Abiti e oggetti esposti sono di proprietà di una famiglia, prodotti da artigiani giapponesi tra il XIX e il XX secolo e utilizzati di generazione in generazione.

Compagnia Marionettistica Carlo Colla & Figli La sposa del Sole

Nel 1906, mentre a Milano si svolge l’Esposizione Internazionale, nasce l’idea dello spettacolo ‘La Sposa del Sole’, che debuttò al Gerolamo nel 1908. La trama è quella di un’antica fiaba giapponese: gli abitanti di un villaggio pensano di offrire in sposa al Sole la bella Rosathea, amata dal povero e umile minatore Takimini. Da qui un viaggio fantastico e allegorico fra le forze della natura, che porterà il giovane a conquistare la fanciulla dei suoi sogni. Lo spettacolo è accompagnato da musiche eseguite dal vivo.

Teatro Gerolamo La sposa del Sole 10, 11 ottobre 2019 ore 20.00 – 12 ottobre 2019 ore 16.00 e ore 20.00 – 13 ottobre 2019 ore 16.00

ORARI DI APERTURA MOSTRA: dalle 12.00 alle 20.00 INGRESSO MOSTRA: 5 euro

Prenotazioni: 02 36590120 / 122 | 02 45388221 | biglietteria@teatrogerolamo.it
Scuole e Università / Gruppi organizzati: chiara.scordamaglia@teatrogerolamo.it
Tutte le info sul sito www.teatrogerolamo.it

TEATRO GEROLAMO

Piazza Cesare Beccaria 8 – 20122 Milano

Tel. 02 36590120 / 122 (uffici) | 02 45388221 (biglietteria)

Email info@teatrogerolamo.ithttp://www.teatrogerolamo.it