S.O.S DENTI

Annunci

S.O.S DENTI

Farmaceutici Dottor Ciccarelli propone una grande novità nell’ambito dell’igiene orale: il nuovo dentifricio S.O.S Denti, creato con una formulazione particolarmente innovativa e con attenzione all’aspetto sicurezza, coerentemente con la missione dell’Azienda di offrire prodotti con una forte credibilità scientifica.Collection-S.O.S DENTI-Dentifricio.png

La formula di S.O.S Denti previene l’erosione della superficie dentale, rinforzando i denti e stimolando i fenomeni di rigenerazione e riparazione dello smalto grazie alla presenza di Instant Active Phosphate, un materiale di bio-ispirazione, un composto bio-mimetico e bio-compatibile che stimola la remineralizzazione dello smalto, rilascia in maniera prolungata gli ioni fluoro e difende i denti dagli attacchi acidi di batteri, cibi e bevande riducendo la sensibilità dentale.
Solo a contatto con la saliva, grazie all’innovativa composizione anidra, le particelle di Instant Active Phosphate liberano ioni di calcio e fosfato che portano alla formazione di una nuova fase minerale sulla superficie del dente.
Il dentifricio è arricchito con Vitamina E acetato ad azione antiossidante, Betaina ad azione protettiva e idratante sulle gengive, Olio di Cocco trattato enzimaticamente con attività antiplacca e da un prezioso ingrediente naturale come la Menta Biologica.

ORPHEA

Puntuale come ogni primavera, è tornato l’appuntamento con tutte le nuove proposte di Orphea®, il noto brand del gruppo Tavola SpA, specializzato nella protezione dei tessuti, della casa e della persona.orphea_riad-021-min.jpg
Un evento unico che si è svolto nella magica atmosfera del Riad FoodGarden, un suggestivo giardino inaspettato, tutto milanese, che ha accolto giornalisti e bloggers alla scoperta di tutte le novità 2018 di Orphea®. A rendere indimenticabile questa giornata i workshop floreali “a base di Kokedama”, la curiosa opera d’arte floreale creata da Arianna e Silvia de IFIORINELLARETE, che hanno permesso ai partecipanti di toccare con mano le preziose creazioni ornamentali in perfetta linea con il mondo Orphea®, sinonimo di essenza, profumo e naturalità.
Per l’occasione, Orphea® ha presentato l’innovativo look grafico della linea Orphea Protezione Casa caratterizzata da piccoli ma rilevanti accorgimenti, quali il nuovo logo e l’identificazione cromatica della specie bersaglio, resa più evidente dalle illustrazioni degli insetti che rendono quindi più immediata la destinazione d’uso dei prodotti e più semplice la scelta del consumatore. Molte anche le novità nella Linea Orphea Protezione Persona, che si è presentato con una nuova grafica che valorizza i principi attivi e gli ingredienti di origine vegetale e le varie specie bersaglio e nuovi prodotti come le Salviette Insettorepellenti Inodore Monouso e la Crema Dopopuntura Inodore per la linea Inodore; i Cerotti Dopopuntura sia per la linea Bambini che per la linea Adulti.

“Voltaire, tra propaganda e menzogna”,

“Voltaire, tra propaganda e menzogna”, di Marion Sigaut, edito in Italia dalla casa editrice EDITORE XY.IT, è un libro che mira a scuotere l’opinione pubblica e gettare nuova luce sulla figura di François-Marie Arouet, al secolo Voltaire.Voltaire_copertina High.jpg
Eroe nazionale di Francia, osannato in ogni dove come simbolo dell’Illuminismo e della libertà di pensiero, Voltaire viene presentato dalla storica Sigaut come niente po’ po’ di meno che un impostore. Se è vero che la storia nasconde fra le proprie pieghe il lato oscuro degli esseri umani che la popolano, il quadro inedito che qui emerge è quello di un antieroe, che non esita a distorcere e riscrivere la realtà dei fatti, mosso da fortissime invidie, ambizioni ed interessi personali.
L’imperativo morale a cui, dunque, la Sigaut vuole rispondere con questo audace e puntuale lavoro, è quello di ristabilire la verità storica, sepolta da cumuli di menzogne e falsità tramandatesi fino ai giorni nostri. Attraverso documenti di vita quotidiana, lettere e testimonianze sconosciute ai più, quella che si delinea è una personalità decisamente più complessa e fosca rispetto alla versione quasi agiografica che tutti conosciamo.
Il libro, per la prima volta disponibile sugli scaffali italiani, appartiene alla collana Antaios”, edita da EDITORE XY.IT. Nata nel 2006, la casa editrice EDITORE XY.IT è nota principalmente per la pubblicazione di opere di carattere scientifico. In particolare, diversi titoli della sezione “Saggistica” ogni anno vengono scelti e adottati da numerose università italiane per l’attività di formazione e studio.

AVON “Nastrino della solidarietà”

Avon, leader leader mondiale nel settore della bellezza nel canale della vendita diretta di prodotti cosmetici, conferma il proprio sostegno alle donne con l’iniziativa “Nastrino della Solidarietà”, a favore della lotta al tumore al seno e alla violenza contro donne e ragazze.AVON_nastrino della solidarieta_Beauty_(1).jpg
Da oltre 130 anni Avon ha infatti costruito il proprio impegno dedicandosi sia alla bellezza, al benessere, offrendo inoltre una concreta opportunità per la realizzazione femminile e anche sostenendo la salute e la difesa della donna.
Con i prodotti “
Nastrino della Solidarietà”, Avon concretizza ancora una volta il proprio supporto alle donne, proponedo per la PE 2018 una selezione di prodotti utili per il quotidiano e rappresentativi di un lavoro constante e internazionale per la prevenzione e cura di un male che ancora oggi e troppo spesso affligge le donne, e per la lotta alla violenza contro donne e ragazze, piaga moderna di cui purtroppo si sente sempre più parlare nella quotidianità.
Tre le proposte prodotto, raffinate e con una declinazione di tonalità fuxia, il colore rappresentativo di Avon e della femminilità:
Il
bracciale con cinturino elastico è arricchito da una medaglietta in alluminio è un bijoux trendy e rappresentativo di una buona causa, da portare sempre con sè.
Il blocchetto con penna
, un kit pratico, da portare in con sé al lavoro e nei weekend, per annotare indirizzi, informazioni e curiosità della vita quotidiana!
Il beauty case
una pochette chic, comoda e discreta per conservare con un guizzo di stile dato dalla trama elegante tutti i segreti del make-up femminile. Per ogni prodotto Penna e Blocchetto, Beauty, Bracciale Nastrino della Solidarietà venduti, Avon devolverà una parte del ricavato a favore di progetti per la prevenzione e cura del tumore al seno.
Avon raccoglie fondi attraverso i prodotti
Nastrino della Solidarietà in vendita sui Cataloghi Avon e ora anche presenti sullo store on-line www.avon.it
.

 

 

VERNEL Supreme Perfume Pearls

Vernel Suprême Perfume Pearls è il nuovo profumatore per bucato. Per un’avvolgente sensazione di profumo fino a 20 settimane!Vernel Supreme Blooming Fantasy.png
Vernel Suprême Perfume Pearls è l’ultima novità firmata Vernel, un prodotto complementare e non sostitutivo all’ammorbidente. Piccole sfere colorate che sprigionano aromi freschi e raffinati, basta aggiungerle semplicemente al lavaggio, direttamente nel cestello della lavatrice insieme al detersivo e all’ammorbidente, per ottenere un bucato fresco e profumato. Il nuovo profumatore garantisce extra profumo alla biancheria fino a 20 settimane, il tutto grazie alla speciale tecnologia delle microperle. Le piccole sfere contengono, infatti, una percentuale e una concentrazione di aroma maggiore rispetto ai tradizionali ammorbidenti pari a +4,8%. Un piccolo lusso extra che renderà il bucato di tutti i giorni un momento piacevole che coinvolgerà tutti i sensi. Un effetto multisensoriale senza precedenti. Un’avvolgente sensazione di profumo che sedurrà vista, tatto e soprattutto olfatto in un’esperienza unica e indimenticabile.
Con Vernel Suprême Perfume Pearls il profumo da valore aggiunto diventa ‘emotional core value’; un prodotto premium sia per quanto riguarda i risultati sia per il packaging elegante e raffinato.
Le persistenti note profumate sono disponibili in 3 diverse varianti:
Magic Affair, un aroma intenso, portatore di uno spirito glamour e irriverente
Fresh Joy, che dona una sensazione avvolgente, definita da un’elegante freschezza floreale ispirata alla femminilità e alla profumeria francese
Blooming Fanstasy, una fragranza elegante e floreale con un background sofisticato.

ULTIMO TANGO A MILANO

Ultimo Tango a Milano” è il titolo del nuovo e appassionante giallo del rinomato scrittore milanese Ippolito Edmondo Ferrario, edito da Fratelli Frilli Editori.Copertina

Gunther Sander è un ex-mercenario tedesco che negli anni ’60 ha combattuto in Congo assieme ad altri militari europei. Trasferitosi, in seguito, a Milano, gestisce ormai da qualche tempo il Bodega: noto e molto frequentato night-club della città. Dopo la tragica morte, avvenuta diversi anni prima, del figlio Alain, la vita di Gunther si trascina senza alcuno scopo apparente; schiacciata dalla malinconia e dal senso di colpa. L’inaspettato arrivo dell’amico francese Albert, incallito Lupin ed ex-compagno d’armi del Congo, in concomitanza con una storia di droga e la tragica morte di due giovani ragazzi, porteranno Gunther a risvegliarsi dal suo torpore e a rivestire, assieme ad Albert, gli insoliti abiti di detective intenzionato a far luce sulla vicenda.
Quest’
avvincente noir riprende il filone, ampliamente analizzato nella produzione di Ferrario, dei mercenari in Congo, collocandolo, però, in un contesto fittizio che ripercorre gli itinerari e i luoghi reali della “Milano da bere” degli anni ’80. Il risultato è un prodotto nuovo; originale, con protagonisti un Tedesco e un Francese che si muovono all’interno nella vita notturna della capitale meneghina, alternando momenti di toccante introspezione ad altri più ironici e leggeri.
Un’iniziativa importante, inoltre, che vede coinvolto il libro è la
donazione, da parte di Ferrario, dei propri diritti d’autore alla Fondazione de Marchi (Milano), da sempre in prima linea nell’assistenza ai bambini malati e alle loro famiglie. Dagli anni ’70, infatti, l’impegno quotidiano della Fondazione è quello di collocarsi accanto ai piccoli affetti da gravi patologie croniche in cura presso la Clinica Pediatrica de Marchi, che accoglie ogni anno pazienti provenienti da tutto il mondo.

ERBAMEA GARCINIA

La Garcinia è un piccolo albero che cresce spontaneo nelle foreste a clima tropicale dell’India meridionale, del Vietnam, delle Filippine e della Cambogia. Tra le sue foglie lucide, di colore verde scuro, spiccano piccoli frutti gialli dalla caratteristica forma di zucca, la cui buccia è ricca di acido idrossicitrico (HCA), un principio attivo estremamente raro in natura. Erbamea propone due integratori a base di estratto secco di frutti di Garcinia, pianta utile per conservare l’equilibrio del peso corporeo e per favorire il controllo del senso di fame, standardizzato al 60% in acido idrossicitrico.Garcinia_Scatola_Compresse.jpg
ERBAMEA PRESENTA: Garcinia Forte – Compresse 30 compresse in blister
Contiene estratto secco di frutti di Garcinia cambogia titolato al 60% in acido idrossicitrico: ben 1000 mg di estratto in ogni compressa per assumere ogni volta 600 mg di acido idrossicitrico.

Garcinia Plus – Fluido concentrato Flacone da 500 ml con misurino dosatore
Contiene estratto secco di frutti di Garcinia cambogia titolato al 60% in acido idrossicitrico, associato agli estratti secchi di semi di Moringa oleifera e radice di Coleus Forskohlii: una sinergia preziosa ed efficace per mantenere l’equilibrio del peso corporeo.

VAPE HOME CONTROL

Con Vape HomeControl la domotica si è messa al servizio della protezione contro le zanzare e ha permesso di offrire un prodotto dalle funzionalità uniche, in grado di proporre soluzioni intelligenti anche ai consumatori più esigenti. HomeControl_Device_Fronte.png
Per utilizzarlo è sufficiente scaricare l’App Vape HomeControl sul proprio smartphone, disponibile sia per IOS che per Android, collegare il dispositivo al Wi-Fi di casa e cominciare a programmare nel modo più semplice e intuitivo direttamente dal proprio Smartphone.
Le funzionalità di Vape HomeControl sono rivoluzionarie: è il primo diffusore controllabile da remoto che può essere programmato giornalmente e settimanalmente, permettendo di impostare il livello di protezione adeguato alle proprie esigenze, senza doversene più preoccupare. Grazie alla modalità Smart il dispositivo riceve dall’App Accuweather le previsioni sul livello di infestazione delle zanzare nell’area in cui si vive e regola di conseguenza l’intensità di protezione e la durata, così da offrire sempre la soluzione perfetta. Il timer consente di non dimenticare mai acceso il dispositivo e, grazie alla notifica di cambio ricarica che avvisa quando il liquido scende al di sotto del livello impostato, è possibile acquistare il prodotto direttamente dallo Smartphone semplicemente con un click.
L’App Vape HomeControl può essere condivisa con i propri familiari, così che tutti possano controllare i dispositivi presenti in casa e con la funzione Gruppo i vari diffusori possono essere controllati assieme in modo da impostare la medesima programmazione.
Vape, la marca più presente nelle famiglie italiane e leader nel mercato degli insetticidi, è da sempre sinonimo di innovazione in questo mercato. Grazie a HomeControl, Vape è ancora più vicina ai consumatori, con un prodotto in grado di rispondere alle loro esigenze attuali, con uno sguardo verso il futuro.
Vape, protezione amica!

RHOK Un cantautore in camice bianco

“RHOK”: un nome, un destino. Il primo disco di RHOK, “Fibrillazione Atriale”, sta destando l’interesse di alcune case discografiche, nonostante l’autore non sia uscito da uno dei mille talent show, da Amici a X Factor, che imperversano in televisione.RHOK 2.jpg I dodici inediti di “Fibrillazione Atriale”, in vendita su Amazon e su altre piattaforme online come Spotify e iTunes (e a breve anche in negozio), hanno infatti riscosso un ottimo riscontro nella web community. “Sto facendo alcune riflessioni, ma sono geloso dell’indipendenza che mi ha portato a riarrangiare alcuni brani scritti qualche tempo fa e a crearne di nuovi, con l’obiettivo di raccogliere, in un solo album, melodie semplici ma mai banali e caratterizzate da testi interessanti. Ho pensato a “Fibrillazione Atriale” come a un lavoro destinato a rimanere nel tempo, un album in grado di mantenere attuale nel tempo il valore dei testi e la piacevolezza della musica. Oggi purtroppo si brucia tutto velocemente, troppo. Non volevo questo per il mio primo cd” sostiene RHOK una sigla dietro a cui si cela Riccardo Moraca,  medico di base, pediatra, musicoterapeuta, omotossicologo e omeopata, oltre a autore e compositore iscritto alla Siae.
Qual’ è la metamorfosi di Riccardo Moraca, medico con esperienza pluridecennale, in RHOK, autore di “Fibrillazione Atriale”?
A Melissa, un borgo a pochi chilometri da Crotone quando, da giovane, suonavo in una band, da me chiamata The Doctors quale preludio della mia professione,  avevo scelto come nome d’arte Richard Homak.  E, anche anni dopo, quando mi ero ormai trasferito a Pavia per motivi di studio, per gli amici di questa prima band sono sempre rimasto Richard Homak. Da qui, dalla crasi del mio nome d’arte di un tempo, ha avuto origine il mio futuro come cantante, autore e compositore.RHOK.jpg

Sta già lavorando quindi a nuovi progetti?
Al momento sto promuovendo “Fibrillazione atriale”, anche con serate dal vivo, spettacoli teatrali e presentazioni. E sto lavorando a un duo acustico. Ma ho diverso materiale su cui vorrei tornare a lavorare per altri cd.

Dove ha trovato il tempo di studiare musica in un percorso professionale così articolato?
Sono e resto un autodidatta con una irrefrenabile passione per la musica che mi ha portato, negli Anni 70, a superare gli esami Siae come autore e compositore melodista.

Come ha scoperto questa passione RHOK?
In casa mia non si ascoltava musica, per così dire, moderna. Solo il nonno medico, di cui ho seguito le gesta, era melomane, ma è mancato quando ero piccolo. Avrò avuto dieci anni quando un giorno sono entrato nell’unico negozio di musica di Crotone e ho chiesto al proprietario di consigliarmi un disco “agitato”.  Ho comprato sulla fiducia Twist and Shout” dei Beatles. È stato una rivelazione e l’inizio di una grande avventura. Ho iniziato allora a studiare da autodidatta e ho persino dato vita a una band, The Doctors, che suonava a molti eventi di Melissa e dei paesi vicini, matrimoni, comunioni e feste di piazza.  Cover certo, dai Beatles ai Dik Dik, Camaleonti e ai Nomadi, e in generale alle band musicali del momento. Ma non solo. Già da adolescente scrivevo testi e musica, inserendole nel repertorio che poi cantavo e suonavo sul paleo … e non mi sono mai più fermato.

Quali sono state le tappe che l’hanno portata dai The Doctors a “Fibrillazione Atriale”?
Dopo i The Doctors ho cantato e suonato in altre band tra cui i Music Live di Pavia, con i quali ho suonato negli Anni 90  cover e brani da me composti. Ma mi sono sempre visto soprattutto come autore. In questi anni infatti non ho mai smesso di scrivere testi e musica, diciamo che la musica è stata la colonna sonora della mia vita. Ho vinto tra l’altro il Derby Nazionale della Canzone a Salice Terme presentato da Daniele Piombi con “Non Voglio Vivere” nel 1973, ho  partecipato al primo Festival di Città di Novara presentata da Corrado con “Quanto Tempo ci Vorrà”  e ho lavorato con Pierquinto Carraggi, l’imprenditore che ha portato Frank Sinatra in Italia e che, nel 1985, mi ha aperto le porte dell’Ambrogino trasmesso in Eurovisione. Ho vinto come autore anche quest’ultima manifestazione con la canzone “Tu, Tu, Tu” interpretata sul palco da Paola Carra.

È mai stato tentato dall’idea di dedicare maggiore spazio professionale alla vena creativa e artistica?
Certo. E non sono mancate neanche le offerte, persino un abboccamento dalla Ricordi. Ma all’epoca avevo altre esigenze. Oggi è venuto il momento di tornare in campo con i miei tre figli che hanno partecipato a “Fibrillazione Atriale”: Marco ha curato gli arrangiamenti oltre a suonare chitarre e basso e a cantare alcuni brani; Valentina si è occupata del design e ha cantato in “Ma Dimmi un Po’ Cos’è Questa Musica” ed Emanuele ha suonato alla batteria.

Come nasce a questo punto “Fibrillazione Atriale”?
Fibrillazione Atriale” nasce da una chiacchierata con mio figlio Marco, psicologo musicista, cantatore e leader dei Back to the Beatles. Volevo raccogliere alcuni brani che avevo composto nel corso del tempo e, insieme a mio figlio, ho integrato e riaggiornato alcuni testi, lavorando agli arrangiamenti e completando la collezione con nuovi brani.

… Per la discesa in campo ha scelto un titolo piuttosto complesso…
Mi sono ispirato ad alcuni album di Franco Battiato. D’altro canto, cercavo un titolo che si distinguesse e, allo stesso tempo, rispecchiasse la mia identità che racchiude sia l’aspetto scientifico sia il lato creativo. Sotto a un vocabolario prettamente medico, si cela in realtà una metafora della vita. Sono in ogni caso convinto che la musica possa aiutare a far comprendere la scienza e, allo stesso tempo, possa essere un sostegno terapeutico per la guarigione.

Sin da un primo ascolto di “Fibrillazione Atriale” balza all’orecchio la prevalenza di testi impegnati rispetto a quelli, più classici almeno nella tradizione italiana, d’amore Si spazia dalla denuncia della violenza contro le donne, in “La Mattina Appena Sveglia”, a temi economici in “Recessione”.  …una scelta peculiare.
Tengo molto ai testi, sia che si parli d’amore sia che si parli di realtà sociali o di sofferenza interiore. Per questo in “Fibrillazione Atriale” trovano posto brani come “C’era Una Volta” che è una denuncia sulla società, dai veterinari corrotti che firmavano anche l’idoneità delle carni gonfiate di ormoni alla corruzione negli uffici pubblici; “Aiutami, Sostienimi, Soccorrimi”, dove si parla di ansia, depressione e attacchi di panico, una condizione che riguarda sempre più persone e soprattutto giovani e “Come On” che parla di persone che aspettano la manna dal cielo. Non mancano infine poi melodie come “Cade Lenta la Neve” e “Uno Spruzzo di Mare”. Peraltro proprio di “Fibrillazione Atriale” ho già prodotto e pubblicato su YoutTube il primo video in cui arte, scienza e musica si fondono.

Oltre alla sua musica e a quella dei Beatles, cosa ascolta? Qual è l’ultimo concerto a cui ha assistito?
Mi piace la musica italiana De Andrè, Fossati, De Gregori, Battiato, Paolo Conte e tutta la buona musica classica, jazz, pop, leggera, dalle origini ai giorni nostri. Ma non solo. Sono andato, tra l’altro, al concerto degli Aerosmith, a quello dei Rollig Stones e, più volte, a quelli di Paul McCarthy, il mio idolo.