URIAGE

La gamma idratazione viso Eau Thermale di Uriage si amplia con tre nuovi trattamenti:
EAU THERMALE Crema Compatta all’Acqua Colorata SPF30: tutti i benefici dell’acqua termale in polvere!
EAU THERMALE Gel Idratante all’Acqua: una texture fresca in gel
EAU THERMALE Trattamento Illuminante all’Acqua: una crema illuminante flash

L’ACQUA TERMALE DI URIAGE, UNA RICCHEZZA PURA E NATURALE DAL CUORE DELLE ALPI FRANCESI
Uriage esplora i benefici preziosi della sua Acqua Termale, pura, 100 % naturale, dalla composizione minerale unica
L’Acqua Termale di Uriage nasce nel cuore delle Alpi Francesi 2000 anni fa. Viaggia per 75 anni a contatto con gli strati rocciosi e si arrichisce in minerali e oligoelementi. Da questo viaggio nascono proprietà uniche. Eccezionalmente ricca e 100% fisiologica, l’Acqua Termale di Uriage è attiva, pura e naturale. L’Acqua termale di Uriage è isotonica con la sua composizione minerale di 11g/L e agisce in osmosi con le cellule della pelle, come un siero fisiologico. È in grado di preservare l’equilibrio della pelle e di rinforzare la barriera cutanea.

La crema compatta all’acqua colorata SPF30 protegge dagli UV: grazie al sistema filtrante 100% minerale (Biossido di Titanio e Ossido di Zinco), la pelle sensibile è protetta da UVA e UVB.CREME D'EAU COMPACTE TEINTEE.jpg
Idrata e rinforza la barriera cutanea: l’Acqua Termale di Uriage in polvere assicura un’eccellente protezione contro la disidratazione, protegge e rinforza la barriera cutanea. Inoltre, la formula è arricchita con Acido Ialuronico.
Protegge dall’inquinamento e dai radicali liberi: grazie all’associazione Vitamina C & E.
Uniforma il colorito: grazie a pigmenti che permettono di coprire senza effetto maschera, uniformare e illuminare il colorito. Afterfeel satinato, effetto seconda pelle.

Il Gel idratante all’acqua fresco e leggero idrata e risveglia la luminosità del colorito permettendo alla pelle di ritrovare un livello d’idratazione ottimale per 24H grazie al suo complesso idratante unico. Ultra fresco, non grasso, si assorbe immediatamente donando luminosità e idratazione alla pelle durante tutta la giornata.EAU_THERMALE_GELEE_EAU.jpg
Rigenera l’idratazione della pelle: questo gel arricchito con Acqua Termale di Uriage aiuta a riscostruire la barriera cutanea per mantenere un livello d’idratazione ottimale.
Ottimizza l’idratazione della pelle: permette di ripristinare il film idrolipidico sulla superficie della pelle liberando progressivamente gli attivi idratanti.

Il trattamento illuminante all’acqua idrata e illumina il colorito per un effetto naturalmente luminoso. La pelle ritrova un livello d’idratazione ottimale per 24H grazie al suo complesso idratante unico.
Rigenera l’idratazione della pelle: questo gel arricchito con Acqua Termale di Uriage aiuta a riscostruire la barriera cutanea per mantenere un livello d’idratazione ottimale. Ottimizza l’idratazione della pelle: permette di ripristinare il film idrolipidico sulla superficie della pelle liberando progressivamente gli attivi idratanti.

 

Annunci

LEONARDO HORSE PROJECT

LEONARDO HORSE PROJECT: UNA SELEZIONE DI ARTISTI INTERNAZIONALI RENDE OMAGGIO AL CAVALLO DI LEONARDO, PROTAGONISTA DELLA MILANO DESIGN WEEK 2019.

In occasione dei cinquecento anni dalla morte di Leonardo Da Vinci, la maestosa statua bronzea del Cavallo di Leonardo custodita all’Ippodromo Snai San Siro è protagonista di un importante progetto di valorizzazione. Snaitech, società proprietaria dell’Ippodromo, celebra la ricorrenza con la realizzazione di riproduzioni in scala dell’opera, coinvolgendo importanti artisti italiani e internazionali a immaginare e a creare i Cavalli d’Artista che saranno prima accolti all’Ippodromo e successivamente esposti in luoghi della città di Milano legati al genio toscano.
Leonardo Horse Project, che prenderà il via il 10 aprile e si concluderà nel mese di novembre, è uno dei progetti scelti ed inseriti all’interno del palinsesto del Comune di Milano per le celebrazioni del cinquecentenario della morte di Leonardo.
Leonardo da Vinci fu inventore scienziato, artista dotato di inesauribile curiosità, attratto da tutte le discipline artistiche e osservatore dei fenomeni naturali. L’inesauribile sete di ricerca e indagine nell’affrontare le sfide presentate dalla tecnologia e dai limiti dell’epoca avvicina la figura di Leonardo a quella del designer contemporaneo. È proprio questo particolare talento del genio di Vinci che Snaitech ha voluto omaggiare, celebrando Leonardo come primo designer della storia. A lui si devono infatti non solo opere pittoriche, scultoree e meccaniche, ma anche oggetti d’uso, innovativi e funzionali, in grado di essere motori di cambiamento nella società.
Proprio questa sperimentazione e versatilità hanno guidato le scelte curatoriali di Cristina Morozzi che ha selezionato talenti e artisti provenienti dal mondo del design, dell’arte, della moda e della tecnologia. I contenuti scientifici su Leonardo portano la firma del fisico Massimo Temporelli. A vent’anni dalla sua collocazione a Milano, il Cavallo di Leonardo diventa così fonte di ispirazione per gli artisti chiamati a immaginare e reinterpretare le riproduzioni del Cavallo all’interno di un progetto condiviso.
La curatrice Cristina Morozzi presenta così gli artisti al lavoro per rendere omaggio al genio di Leonardo: “Markus Benesch, noto per le sue installazioni policrome e per i suoi decori invasivi di tipo psichedelico; Marcelo Burlon, viandante culturale, commerciante di molti mestieri; Matteo Cibic, progettista eclettico, dalla inesauribile fantasia; Serena Confalonieri, creativa, abile nelle contaminazioni materiche e nell’utilizzare il design con suggestioni prese dal mondo della moda; Simone Crestani, artista del vetro, che soffia personalmente nel suo laboratorio in forme, prese al mondo vegetale e animale; Roberto Fragata, stilista che unisce l’eleganza di forme semplici ad accenni più audaci; Andrea Mancuso, dotato di un approccio narrativo, nutrito da riferimenti storici e di memoria; Vito Nesta, designer e progettista d’interni, abile illustratore di mondi onirici; Daniele Papuli, artifice di manufatti artistici in carta, che modella in forme complesse e spettacolari; Elena Salmistraro, che si distingue per un linguaggio figurativo elaborato e fiabesco; Mario Trimarchi, narratore epico in punta di matita; Marcel Wanders, promotore di una tendenza narrativa, venata da suggestioni di matrice gotica”.
Dall’inaugurazione del progetto – in data 10 aprile – per tutta la Milano Design Week i Cavalli d’Artista saranno esposti all’Ippodromo Snai San Siro nell’area che ospita la statua originale del Cavallo di Leonardo.
In occasione del Grand Opening l’Ippodromo verrà animato fino a tarda notte da un dj set di fama internazionale. Lo stesso giorno, negli spazi dell’ex selleria verrà inaugurata una mostra multimediale realizzata in collaborazione con il Museo della Battaglia di Anghiari sotto la curatela di Gabriele Mazzi, direttore dello spazio museale toscano. Gli studi anatomici sul cavallo, gli schizzi, i disegni e i cartoni preparatori della pittura murale mai realizzata da Leonardo della battaglia di Anghiari saranno il principio di un racconto che toccherà alcuni aspetti della personalità dell’artista e della sua formazione.
ll progetto prevede anche lo sviluppo di un’App con contenuti di realtà aumentata che permetterà al pubblico di inquadrare il Cavallo di Leonardo e i Cavalli collocati in città, attivando contenuti interattivi esclusivi su Leonardo e sugli artisti che hanno personalizzato le riproduzioni in scala dell’opera.

ORNELLAIA

Presentata a Milano la ricerca commissionata da Ornellaia sui meccanismi evolutivi in atto nella nostra società. Competenze specifiche e valore aggiunto, quando il melting pot è un fattore vincente.

Nel libro “Il Cacciatore Celeste”, Roberto Calasso descrive l’evoluzione umana come il millenario ripetersi di uno stesso meccanismo: differenziazione-imitazione-sostituzione. In sintesi un individuo o un sottogruppo, prima si differenzia dal suo gruppo, poi pian piano imita chi è più forte e bravo di lui, infine si sostituisce ad esso e prendere il suo posto, sfruttando la sua impreparazione a difendersi dovuta a un mal riposto senso di superiorità. Una ricerca commissionata da Ornellaia (il fine-wine italiano tra i più amati al mondo) al CENSIS, illustrata oggi a Sotheby’s Milano in occasione della presentazione della undicesima edizione del progetto Vendemmia d’Artista, ha cercato di fotografare i meccanismi evolutivi in atto nella nostra società a partire dai tre grandi processi di rimescolamento e di affiancamento in atto: quello di genere, quello di cittadinanze e quello tecnologico. Analizzando le posizioni apicali, negli ultimi 15 anni in Italia è fortemente aumentata la quota percentuale delle donne professioniste: avvocati (+17,3%), architetti (+12,5%), medici (12%), giornalisti (+11,3%), commercialisti (+11,2%). Anche nelle carriere pubbliche le quote rosa fanno registrare una netta crescita, a doppia cifra per quanto riguarda i magistrati (+15,4%), i prefetti (+12,9%), i diplomatici (+10,2%). Ma se in questi ambiti le presenze femminili si avvicinano alla parità e tra un po’ di tempo verosimilmente avverrà il sorpasso, nel mondo delle imprese private le quote di partecipazione femminili alle posizioni di vertice sono cresciute meno uniformemente: +2,2% nelle imprese d’istruzione, +2,3% in quelle agricole, ma complessivamente solo +1% di imprenditrici o socie d’azienda. Rispetto alle donne, nel segmento dell’imprenditoria, crescono di più gli imprenditori stranieri: +3,9% negli ultimi 15 anni. I settori che hanno visto un maggiore aumento di cittadini stranieri in posizioni apicali sono l’edilizia (+6,8%), il commercio (+5,7%) ed alberghi e ristorazione (+5,4%). Il mondo della ristorazione e dell’accoglienza è anche quello in cui è esplosa maggiormente la trasformazione tecnologica, con una variazione percentuale rispettivamente del +22,8% e del +21,4%. Ma come si sono sviluppati questi processi di trasformazione, e con quali conseguenze? “Abbiamo chiesto a un panel di esperti dei diversi settori quali sono stati gli elementi su cui il nuovo ha puntato per inserirsi” – spiega Giulio De Rita, Ricercatore del CENSIS che ha coordinato l’indagine – “I dati raccolti sono molto interessanti. Per le donne risulta importantissimo il ‘sapere accumulato’, cioè la loro preparazione di base, mentre per gli stranieri è vincente la capacità di adattamento e per la tecnologia un mix di queste due cose. Ma la semplice sostituzione non è sufficiente per un effettivo sviluppo del sistema, occorre un apporto specifico, l’aggiunta di qualcosa che prima non c’era. Infatti, i settori dove davvero il melting pot di genere, tecnologico e di cittadinanza funziona è dove sono più parametri ad entrare in gioco, quello che il panel di esperti ha indicato come “pensare differente”: il rimescolamento produce valore aggiunto quando non è solo il frutto di un processo lineare di crescita individuale, di competizione, ma quando è il risultato di un processo di immissione nel sistema delle proprie specificità”. Dove l’apporto di competenze specifiche è ridotto, il rimescolamento non porta benefici. Per esempio nell’ambito dell’industria tradizionale i lavoratori stranieri, pur rappresentando il 17,5% dei lavoratori, producono soltanto il 9,4% del PIL del settore, mentre nel settore degli alberghi e ristoranti, pur rappresentando il 10,7% dei lavoratori, producono il 18,4% del PIL. E così le imprese agricole gestite da donne, possiedono il 21% della SAU (superfice agricola utilizzabile) e producono il 28% del PIL agricolo nazionale. In entrambi i casi l’aumento di Valore Aggiunto dovuto verosimilmente a forme di reinterpretazione del lavoro si aggira attorno al 7%.
La trasformazione tecnologica è esplosa particolarmente nel mondo della ristorazione e dell’accoglienza, così come resta fondamentale per le imprese di qualsiasi settore essere sempre ‘al passo con i tempi’. Per riassumere l’andamento dei tre temi sopra elencati: per le donne è stato importantissimo il “sapere accumulato” cioè la loro preparazione di base, per gli stranieri la capacità di adattamento e per la tecnologia un mix di queste due cose. Ornellaia e Sotheby’s hanno sposato appieno questo mix da diversi anni, curando i temi fondamentali per lo sviluppo, per la preparazione internazionale, e per la presenza delle donne, rappresentata anche dall’ enologa Olga Fusari, e la ricerca tecnologica per affrontare al meglio ogni giorno di lavoro.
Per Ornellaia l’incontro con Olga Fusari è avvenuto con la vendemmia 2005 quando lei era nel suo tirocinio universitario. Da subito la sua sensibilità e preparazione hanno perfettamente collimato con la filosofia della tenuta. La passione di Olga è emersa subito dopo aver conseguito il diploma al Liceo Scientifico infatti, da amante della natura, indirizza i suoi studi verso l’enologia, iscrivendosi alla Facoltà di Agraria di Firenze. Fin da subito si dimostra una studentessa attenta e famelica di nozioni. Nel 2006 svolge gli studi sperimentali sul “Comportamento fisiologico di viti Cabernet Sauvignon e Merlot in funzione del sistema di potatura” nei vigneti di Ornellaia, per la sua tesi di laurea in Viticoltura ed Enologia, dando inizio ad una collaborazione fra l’azienda e l’Università di Firenze, ancora oggi presente. Dopo una breve esperienza nel periodo della potatura invernale nell’area di Carmignano, presso la Tenuta di Capezzana, dal giugno 2008 entra stabilmente a far parte dello Staff di Ornellaia in qualità di Assistente enologo e dal 2012 è membro degustatore della Camera di Commercio per la valutazione di idoneità dei vini alle Denominazioni di Origine. La sua passione la spinge a conoscenze internazionali, ha frequentato il corso di Terroir and Vineyard Management presso Bordeaux Sciences Agro e ha approfondito la sua conoscenza con l’esperienza di vinificazione in Argentina, presso Bodega Rolland azienda di proprietà di Michel Rolland, storico consulente enologico. Dal 2008 ad oggi in Ornellaia Olga ha preso parte a momenti formativi di grande valore, che hanno favorito la sua crescita personale e professionale, fino ad essere nominate enologa di Ornellaia nel 2016.
“Siamo un’azienda a trazione femminile” – racconta Axel Heinz, direttore ORNELLAIA, che prosegue – “da noi in Ornellaia ci sono più donne che uomini, che curano con passione, occhio per il dettaglio e professionalità operazioni fondamentali per la genesi dei nostri vini, dalla potatura alla raccolta, dalla selezione degli acini in cantina fino ad arrivare all’imbottigliamento”.
In Ornellaia è stato sempre data attenzione alla tecnologia come fonte di progresso, Axel aggiunge: “I grandi vini sono sempre frutto di una lunga tradizione, gesti e procedimenti trasmessi da una generazione all’altra. Ma anche la più lunga tradizione ha bisogna di essere rinnovata, l’innovazione di oggi diventerà la tradizione di domani. Questo è lo spirito che ci guida in Ornellaia dove la tecnologia non è mai una fine a sè stessa ma permette di assecondare i gesti secolari per cercare di migliorare l’esistente. La ricerca vive nell’operare in una maniera sempre più sostenibile, così da trasmettere il nostro intero patrimonio alle generazioni future”.
Sotheby’s Vini ha avuto una grande donna al timone per 25 anni.
“Ci sentiamo privilegiati per aver avuto Serena Sutcliffe, MW, Presidente Onorario di Sotheby’s Wine” – così Stephen Mould, Direttore del Dipartimento vini di Sotheby’s Europa, che continua – “lei è stata al timone come responsabile mondiale per venticinque anni, dal 1990 a 2015. Serena è stata la seconda donna a diventare un Master of Wine nel 1976 ed è riconosciuta come una delle principali autorità mondiali. La sua esperienza, la sua scrittura e lo stile individuale hanno ispirato molte donne a lavorare nel vino e la sua leadership ha aiutato Sotheby’s Wine a crescere nel business globale per farlo diventare ciò che è oggi, vendendo vino all’asta a Londra, New York e Hong Kong e nei nostri negozi al dettaglio in New York e Hong Kong e fornendo un servizio di consulenza per tutti i nostri clienti”.

CR7

CR7 presenta in esclusiva la sua shoes collection

Si è svolto lunedì 11 febbraio 2019, nell’esclusiva location Terrazza Martini nel cuore di Milano, l’evento di presentazione in anteprima esclusiva alla stampa italiana del lancio della collezione CR7, il brand di menswear lanciato da Cristiano Ronaldo, con una nuovissima linea shoes che arriverà in anteprima in pochi negozi selezionatissimi già a partire dal prossimo marzo.

DSC_4642-1.jpg La nuova shoes collection risulta estremamente diversificata ed eclettica, riflette le diverse esigenze dell’uomo contemporaneo, spaziando dal design più formale della scarpa da uomo classica sino a proposizioni più sportive e versatili. Attenzione al design e cura dei dettagli fanno sì che le linee delle calzature risultino perfettamente in sintonia con le tendenze più attuali e con l’attitude di un uomo sportivo che non rinuncia allo stile e all’eleganza, proprio come il founder Cr7 . La CR7 shoes collection inoltre è corredata di accessori quali portafogli, cinture e borse, il corredo ideale per un uomo cosmopolita e traveller.

New Nordic

Gli acufeni sono dei fischi e ronzii che insorgono in una zona prossima all’orecchio o al suo interno. Di essi sembra soffrire un numero sempre crescente di persone che a causa loro riscontrano, purtroppo, un sensibile peggioramento della propria qualità di vita. Per aiutare chi è affetto da questo fastidioso disturbo, l’azienda danese leader nel comparto integratori, NEW NORDIC, ha realizzato un innovativo prodotto che sta riscuotendo un grande successo fra i suoi consumatori. i_tone_60_IT.jpg
Grazie agli estratti vegetali che lo compongono, Tone™ aiuta, infatti, a mantenere la funzionalità degli organi uditivi e contribuisce ad incrementare le difese naturali nei confronti di agenti ossidativi che possono predisporre ad alterazioni uditive.
Il Grano saraceno in esso contenuto, grazie alla sua alta concentrazione di rutina ed oxerutina, aiuta a rinforzare il sistema micro-vascolare incrementando, secondo alcuni studi recenti1, il flusso sanguigno periferico di oltre il 22%. La Galanga, invece, è tradizionalmente utilizzata per la sua azione anti-allergica contro l’indebolimento e la diminuzione dell’udito, specialmente a seguito di otiti o sinusiti, che possono essere causate da fenomeni allergici. Il Luppolo svolge una funzione sedativa del sistema nervoso, agendo per limitare l’intensità del ronzio auricolare, spesso dovuto a una lesione delle fibre del nervo auricolare. Infine, il Mirtillo aiuta a riparare i vasi capillari e ad incrementarne la resistenza, fluidifica il sangue, migliorando il flusso sanguigno e la micro-circolazione negli organi dell’orecchio e, a causa della sua alta concentrazione di antocianini, possiede forti capacità antiossidanti. Bastano 2 compresse al giorno di Tone™ prima di pranzo o cena per prendersi cura del proprio udito.

Tone™, di NEW NORDIC è in vendita in Farmacia al prezzo di 25,95 € per la confezione da 60 compresse.

RISO GALLO

Riso Gallo, azienda risiera della Lomellina da più di 160 anni attenta a cogliere i cambiamenti e le rinnovate esigenze di consumo, amplia la sua offerta con la linea Riso Sostenibile, pensata per offrire al consumatore moderno e attento alle tematiche di sostenibilità sociale ed ambientale due prodotti adatti per ogni occasione di consumo.image006.jpg Riso Rustico da Agricoltura Sostenibile per Risotti e Riso Rustico da Agricoltura Sostenibile per Contorni e Insalate sono le referenze che compongono la gamma garantita da Friend Of The Earth, lo Standard internazionale di Certificazione dell’Agricoltura e dell’Allevamento Sostenibili.
Un prodotto 100% italiano e tracciato in tutta la sua filiera, dalla coltivazione all’inscatolamento, per offrire un riso buono e sostenibile per tutti, prodotto in maniera efficiente, tutelando l’ambiente naturale. Il Riso Rustico viene coltivato a pochi km dalla sede Riso Gallo, nella zona del pavese, in maniera sostenibile nel rispetto dei tempi della natura e del territorio, dove la sapiente lavorazione dell’uomo combinata alle migliori tecnologie costruiscono un moderno modello di agricoltura in naturale equilibrio con la terra e la sua fertilità. Nasce dalla collaborazione con aziende agricole che garantiscono il pieno rispetto dei diritti dei lavoratori. Ed è anche vantaggiosa per gli agricoltori, perché Riso Gallo garantisce prezzi equi e stabili concordati già prima della semina. Il riso viene sottoposto alla pilatura tradizionale a pietra che, grazie ad un’abrasione gentile del chicco, permette il mantenimento parziale del suo rivestimento conferendogli un colore leggermente ambrato e preservandone le qualità organolettiche e nutrizionali. In questo modo le referenze conservano un contenuto maggiore di fibre, utili all’organismo, che donano al prodotto un gusto ricco e un sapore unico.

WALLY 1925 Signoria

La Signoria, evoca la grandezza di Firenze, la storia del Rinascimento e il fascino invisibile di ciò che rimane delle sostanze preziose come l’oro: il profumo. Fu Caterina De’ Medici, figlia di Lorenzo il Magnifico, che andando in sposa a Enrico di Valois duca di Orléans nel 1533 condusse con sé a Parigi Renato Bianco impareggiabile speziale, profumiere e alchimista che divenne il Profumiere della nobiltà francese. Signoria copia.jpg“René el Florentin”, come lo ribattezzarono subito i francesi, aveva appreso l’arte e i segreti delle erbe a Firenze, Ed è proprio questa perfetta sintesi di passato e di storia che mescolate ad arte col presente creano quella magia e quel fascino che rendono unico il profumo racchiuso in ogni bottiglia di Wally 1925. In questa sintesi di bellezza e di storia si intuisce l’essenza di quella magia che rende unica la fragranza Signoria, il color oro, con i sentori di violetta, bergamotto, lavanda, chiodo di garofano e con note ambrate e speziate.

www.wallycosmetici.com

BALLARINI 130

La nuova collezione Ballarini 130 rappresenta un chiaro richiamo alla celebrazione dei 130 anni di attività dello storico brand, garantisce l’originalità del prodotto il nome impresso indelebilmente su ogni strumento di cottura. Prodotto celebrativo 130th Anniversary - 1.jpgLa lega di alluminio ad alto indice di purezza, da sempre elemento distintivo degli utensili Ballarini, unito al rivestimento antiaderente Keravis per uso intensivo e il fondo a induzione Radiant ad alto rendimento termico, rendono la collezione ricca di dettagli esclusivi in grado di incontrare le esigenze di un pubblico esigente. L’alto spessore dell’alluminio, il manico maneggevole e termoisolante per una presa sicura e la profondità di gamma sono elementi peculiari in grado di offrire grandi prestazioni. Le performance del fondo a induzione Radiant (Brevetto EP 2 901 900 B1) sono garantite dal processo industriale di applicazione che rientra nel patrimonio dei segreti industriali dell’azienda.

GIOVANNI RASPINI

Bellezza contemporanea e Giovanni Raspini, ovvero la nuova collezione primavera estate 2019. Due le grandi ispirazioni scelte dal gioielliere toscano per la prossima stagione estiva. Da un lato il tema classico animalier, dall’altro quello marino: due anime antiche, eppure attualissime, che Giovanni Raspini ogni volta riscopre ed esplora con una freschezza e uno stile assolutamente personale. Quest’anno le collezioni principali sono Nautilus, Panthera e Paillettes, a cui va ad aggiungersi la giovane Mini Bowl.
Nautilus racconta un mondo marino e sottomarino di grande fascino. Tanti elementi figurativi che si rincorrono in maniera armonica ed elegante, grazie anche alla perfezione plastica delle microsculture in cera che danno origine alla fusione in argento. Coralli, madrepore, conchiglie, anemoni: un’intera barriera corallina che si fa gioiello, inglobando in maniera quasi naturale l’azzurro profondo e cangiante dell’opale nobile doppiato col cristallo di rocca. La collezione viene declinata in una collana, un pendente, due bracciali, un anello e due orecchini.
La luce è la prima cosa che colpisce in Panthera. 10472 Bracciale Panthera Grande_bis.jpgA differenza dei tanti gioielli animalier realizzati da Giovanni Raspini in argento brunito, Panthera propone un elemento tubolare martellato a mano su cui si adagia un felino completamente liscio e lucentissimo di argento rodiato. Il contrasto fra supporto di indosso e protagonista animalier da luogo ad un effetto di grande impatto visuale ed eleganza. Panthera viene presentato con una collana, un pendente, tre bracciali e un orecchino.
Appena indossato, Paillettes si mostra in tutta la sua leggerezza, senso di movimento e grande luminosità. Composto da una miriade di piccoli elementi lenticolari in argento, non figurativi, il gioiello è interamente realizzato a mano mediante fusione a cera persa. Paillettes garantisce un indosso estremamente armonico, fasciando il corpo come una seconda pelle, e riflette la luce in maniera molto interessante. Sono stati realizzati un pendente, una collana, due bracciali, due orecchini e due anelli.10480 Anello Paillettes_tris.jpg
A corollario delle tre collezioni principali, Giovanni Raspini crea anche un gioiello giovane, di uso “quotidiano”. Mini Bowl è il braccialetto composto da tante sferette in argento martellato, proposto in otto diverse tipologie. Il gioiello prende spunto dalla collezione Super Bowl, e pur nella dimensione ridotta conserva tutta la luminosità ed eleganza tipica del metallo di luna. Nato per l’indosso multiplo mixando le otto varianti – che comprendono anche l’utilizzo della pietra vulcanica nera e di vari decori –

BIALETTI

Bialetti, l’inventore della Moka, presenta la linea macinati Il Caffè d’Italia Nel Concept Store di Bialetti ad Homi si potrà ammirare l’immancabile Moka Express, esempio unico di eccellenza nel design e nel gusto del caffè Made in Italy, e le sue evoluzioni, abbinate da oggi alle ricche miscele di macinati della linea Il Caffè d’Italia. Bialetti_Moka e macinati Il Caffèd'Italia_1.jpgCompongono la ricca gamma Milano, Roma, Napoli e Midnight, che si distinguono per il loro gusto strettamente legato alle diverse abitudini culturali italiane nel preparare e bere il caffè, che variano di regione in regione. Bialetti coglie e interpreta con Il Caffè d’Italia la ricchezza e la varietà del nostro territorio, per permettere ai consumatori di vivere un vero e proprio viaggio nel gusto e nelle usanze italiane. Completano la linea i gustosi Caffè Gourmet Nocciola e Vaniglia. Grazie alla conoscenza approfondita del vero gusto italiano per il caffè, l’Omino coi baffi ha individuato e selezionato le migliori miscele, che vengono tostate separatamente per permettere ad ogni chicco di esprimere pienamente il proprio corpo, aroma e gusto. La preparazione di un caffè “tradizionale” richiede massima attenzione e cura di ogni passaggio, a partire dalla scelta delle migliori materie prime.