ATTACCO A MUMBAI

Nel novembre del 2008, un gruppo di terroristi mette in atto una serie di devastanti attentati in tutta Mumbai. Per tre giorni gli attentatori assediano anche il Taj Mahal Palace Hotel tenendo in ostaggio oltre 500 persone tra ospiti e dipendenti. unnamed-2-508x720.pngMentre il mondo è testimone impotente dell’attacco attraverso i media, il rinomato chef dell’hotel e un umile cameriere rischiano la vita per portare in salvo gli ospiti della struttura, una giovane coppia tenta disperatamente di proteggere il proprio bambino, mentre un freddo miliardario sembra interessato solo a salvare se stesso.

 

Annunci

LE INVISIBILI

Campione d’incassi in Francia con oltre 10 milioni di euro al box office, esce la cinema il 18 aprile LE INVISIBILI, imperdibile commedia degna del miglior Ken Loach, capace di unire impegno e divertimento per affrontare un tema quanto mai attuale. Protagoniste del film sono quattro assistenti sociali dell’Envol, un centro diurno che fornisce assistenza alle donne senza fissa dimora. Quando il Comune decide di chiuderlo, si lanciano in una missione impossibile: dedicare gli ultimi mesi a trovare un lavoro al variopinto gruppo delle loro assistite, abituare a vivere in strada. Violando ogni regola e incappando in una serie di equivoci, riusciranno infine a dimostrare che la solidarietà al femminile può fare miracoli.102627
Diretto da Louis-Julien Petit, il film si ispira al lavoro sul campo di Claire Lajeunie, che ha dedicato un libro e un documentario alle donne senza dimora di Parigi, ma offre anche un ritratto straordinario delle assistenti sociali e delle volontarie impegnate ad aiutarle, spesso “invisibili” loro stesse agli occhi della società. Il cast sensazionale include nomi celebri, come Audrey Lamy e Corinne Masiero, e moltissime attrici non professioniste con un passato reale di vita per la strada. “Ispirandomi alla tradizione del cinema sociale britannico, da Full Monty a Pride – afferma il regista – ho capito che un genere come la commedia sarebbe stata la scelta migliore per raccontare la storia di queste donne. Volevo fare un film luminoso, pieno di speranza e focalizzato sulla coesione del gruppo, sul modo in cui ci si aiuta reciprocamente per fronteggiare le avversità”.

NOI

Noi, il film diretto da Jordan Peele, è ambientato ai giorni nostri lungo l’iconica costa della California del Nord e ha come protagonista l’attrice premio Oscar Lupita Nyong’o nel ruolo di Adelaide Wilson, una donna che torna alla sua casa d’infanzia sul mare con il marito Gabe (Winston Duke) e i due figli per un’idilliaca vacanza estiva.th.jpg
Tormentata da un trauma irrisolto del suo passato e sconvolta da una serie di inquietanti coincidenze, Adelaide sente crescere e materializzarsi la sua ossessione e capisce che qualcosa di brutto sta per accadere alla sua famiglia. Dopo un’intensa giornata trascorsa in spiaggia con i loro amici, Adelaide e la sua famiglia tornano a casa. Quando cala l’oscurità, i Wilson vedono sul vialetto di casa la sagoma di quattro figure che si tengono per mano.

I VILLEGGIANTI

I Villeggianti, il film di Valeria Bruni Tedeschi, si svolge in una grande e bella proprietà in Costa Azzurra.villeggianti_posterweb__1_.jpg
Un posto che sembra essere fuori dal tempo e protetto dal mondo. Anna (Valeria Bruni Tedeschi) arriva con sua figlia per qualche giorno di vacanza. In mezzo alla sua famiglia, ai loro amici e al personale di servizio, Anna deve gestire la sua recente separazione e la scrittura del suo prossimo film.
Dietro le risate, la rabbia, i segreti, nascono rapporti di supremazia, paure e desideri. Ognuno si tappa le orecchie dai rumori del mondo e deve arrangiarsi con il mistero della propria esistenza.
Nel cast del film troviamo anche Valeria Golino, Riccardo Scamarcio, Pierre Arditi e Yolande Moreau.

IL CORRIERE The Mule

Martedì 5 febbraio a Milano al Cinema Colosseo e mercoledì 6 a Bologna al Cinema Odeon Sala Biografilm presenta l’anteprima in versione originale sottotitolata de IL CORRIERE – THE MULE, il nuovo film drammatico diretto e interpretato da Clint Eastwood. Earl Stone (Clint Eastwood) è un uomo sull’ottantina che si ritrova al verde, in cattivi rapporti con la famiglia e pieno di rimpianti. Per risolvere i suoi problemi economici, decide di accettare un lavoro per un potente cartello messicano, finendo per fare il “mulo” – cioè il corriere della droga.
Tratto da un’incredibile storia vera raccontata nell’articolo “The Sinaloa Cartel’s 90-Year-Old Drug Mule” di Sam Dolnick per il The New York Times, IL CORRIERE – THE MULE è una storia audace e potente, e forte di un cast stellare tra cui Bradley Cooper, Laurence Fishburne, Michael Peña, Dianne Wiest e Andy Garcia.

Eastwood interpreta Earl Stone, un uomo di circa 80 anni rimasto solo e al verde, costretto ad affrontare la chiusura anticipata della sua impresa, quando gli viene offerto un lavoro per cui è richiesta la sola abilità di saper guidare un’auto. Compito semplice, ma, a sua insaputa, Earl è appena diventato un corriere della droga di un cartello messicano. Nel suo nuovo lavoro è bravo, talmente bravo che il suo carico diventa di volta in volta più grande e per questo motivo gli viene assegnato un assistente. Questi non è però l’unico a tenere d’occhio Earl: il misterioso nuovo “mulo” della droga è finito anche nel radar dell’efficiente agente della DEA, Colin Bates. E anche se i problemi finanziari appartengono ormai al passato, i suoi errori invece cominciano ad affiorare incidendo pesantemente; Earl non sa se avrà il tempo di rimediare a quei torti prima che le forze dell’ordine, o gli esecutori del cartello, lo prendano.

GREEN BOOK

Martedì 29 gennaio alle ore 21.00 al Cinema Colosseo si terrà l’anteprima in versione originale sottotitolata di GREEN BOOK, il nuovo film di Peter Farrelly vincitore di tre Golden GlobeÒ (Migliore sceneggiatura, Miglior film commedia o musicale e Miglior attore non protagonista Mahershala Ali) e candidato a cinque premi OscarÒ: Miglior film, Miglior sceneggiatura originale, Miglior Attore Protagonista (Viggo Mortensen), Miglior attore non protagonista (Mahershala Ali) e Miglior Montaggio.
GREEN BOOK racconta di una lunga amicizia nata per caso. Donald Shirley (Mahershala Ali, “True Detective”, “Moonlight”), celebre e raffinato pianista di jazz, parte per un tour verso il sud degli Stati Uniti con Tony Lip (Viggo Mortensen, “A Dangerous Method”, “Appaloosa”), un rozzo buttafuori italo-americano. Due uomini agli antipodi che riusciranno a superare le reciproche differenze fino a stringere una grande amicizia. Una storia di rara profondità, descritta da Nick Vallelonga, figlio maggiore di Tony Lip, come “una storia edificante, tanto importante e potente oggi come allora”.

GREEN BOOK sarà nelle sale italiane dal 31 gennaio 2019, distribuito da Eagle Pictures.

Nel 1962, dopo la chiusura di uno dei migliori club di New York in cui lavorava, il buttafuori italoamericano Tony Lip deve a tutti i costi trovare un lavoro per mantenere la sua famiglia. Accetta di lavorare per il pianista afroamericano Don Shirley e decide si seguirlo in tour nel sud degli Stati Uniti. Nonostante le differenze e gli iniziali contrasti, tra i due si instaurerà una forte amicizia.

LA FAVORITA

Martedì 22 gennaio alle ore 21.00 al Cinema Colosseo si terrà l’anteprima in versione originale sottotitolata di LA FAVORITA, il nuovo film storico di Yorgos Lanthimos, Gran Premio della Giuria alla 75. Mostra del Cinema di Venezia, con una straordinaria Olivia Colman che con la sua interpretazione della regina Anna ha vinto proprio a Venezia la Coppa Volpi e successivamente il Golden Globe 2019 come Miglior attrice in un film commedia o musicale.
Lo scenario de LA FAVORITA prende spunto da una storia vera ambientata agli inizi del XVIII secolo, mentre infiamma la guerra tra Francia e Regno Unito. Sul trono inglese siede la regina Anna (Olivia Colman, “The Iron Lady”), ultima discendente della casa reale degli Stuart facile alle lusinghe. A sfruttare la situazione politica instabile e le fragilità della sovrana, due donne scaltre e ambiziose: Lady Sarah (Rachel Weisz, “The Constant Gardener”), l’amica di tutta una vita e consigliera politica, e Abigail (Emma Stone, “Birdman”, “La La Land”), la cugina povera di Sarah che si rivela un’arrampicatrice sociale. Le due dame di corte inizieranno a darsi battaglia per contendersi il ruolo di “favorita” della Regina, in un vortice di manipolazioni ed emozioni.

Primi anni del XVIII secolo. L’Inghilterra è in guerra contro la Francia. Ciò nonostante, le corse delle anatre e il consumo di ananas vanno per la maggiore. Una fragile regina Anna (Olivia Colman) siede sul trono mentre l’amica intima Lady Sarah Churchill (Rachel Weisz) governa il paese in sua vece e, al tempo stesso, si prende cura della cattiva salute e del temperamento volubile della sovrana. Quando l’affascinante Abigail Masham (Emma Stone) arriva a corte, si fa benvolere da Sarah, che la prende sotto la sua ala protettiva. Per Abigail è l’occasione di tornare alle radici aristocratiche da cui discende. Mentre gli impegni politici legati alla guerra richiedono a Sarah un maggiore dispendio di tempo, Abigail si insinua nella breccia lasciata aperta, diventando la confidente della sovrana. Grazie all’amicizia sempre più stretta con Anna, Abigail ha la possibilità di realizzare tutte le sue ambizioni e non permetterà a niente e a nessuno – donna, uomo, politica, coniglio – di intralciarle la strada.

SUSPIRIA

Il candidato all’Oscar® Luca Guadagnino (Chiamami col tuo nome) dirige una versione inquietante e visionaria del classico horror del 1977, Suspiria. In questo scioccante horror psicologico, l’ambiziosa danzatrice americana Susie Bannion arriva a Berlino negli anni ’70 con la speranza di entrare nella rinomata Compagnia di Danza Helena Markos.suspiria-e1534173835497-768x483 Già dalla prima prova, Susie, col suo talento, sbalordisce la famosa coreografa Madame Blanc, guadagnandosi il ruolo da prima. Olga ha un crollo emotivo e accusa le “Madri” che dirigono la compagnia, di essere delle streghe. Prima che possa fuggir via, però, viene catturata e torturata da una forza misteriosa, legata in qualche modo alla danza di Susie… Durante le prove per l’esibizione finale “Volk”, Susie e Madame Blanc si avvicinano sempre di più, rivelando come l’interesse di Susie per la compagnia vada oltre la danza. Nel frattempo un anziano psicoterapeuta, il dottor Klemperer, cerca di svelare i segreti più oscuri della compagnia con l’aiuto di Sara, un’altra ballerina, che esplorerà i sotterranei della scuola dove l’attenderanno atroci scoperte…
Suspiria ha un cast internazionale di grandissimo livello, tra cui il premio Oscar®  Tilda Swinton (… E ora parliamo di Kevin, Doctor Strange), Dakota Johnson (la trilogia de Cinquanta sfumatore di Grigio), Chloë Grace Moretz (Resta anche domani, La diseducazione di Cameron Post) e Mia Goth (La cura dal benessere). La colonna sonora è firmata dal cantante dei Radiohead Thom Yorke.

MACCHINE MORTALI

indexCosa succede se le città hanno delle ruote e possono spostarsi per il mondo? Migliaia anni dopo la “Guerra dei sessanta minuti”, il cataclisma che ha distrutto l’intero mondo civilizzato, la razza umana si è evoluta e adattata al nuovo stile di vita. Gigantesche metropoli in movimento vagano per la Terra sottomettendo brutalmente le più piccole città trazioniste. Tom Natsworthy (Robert Sheehan), orfano proveniente da una classe inferiore della grande città trazionista di Londra, che viaggia a bordo dell’immensa macchina mortale, si ritrova a dover combattere per la sopravvivenza dopo essersi imbattuto in Hester Shaw (Hera Hilmar), una pericolosa fuggitiva. I due opposti, che non avrebbero mai dovuto incontrarsi, formeranno un’alleanza destinata a cambiare il corso del futuro.

HELL FEST

Dopo il successo di Scappa: Get Out, e il suo esordio da regista con Paranormal Activity: dimensione fantasma, Gregory Plotkin torna alla regia con un horror dall’impianto solido.th
È Halloween e per l’occasione arriva in città l’Hell Fest, un festival itinerante a tema horror, con labirinti, giostre e attori mascherati che spaventano i visitatori. Natalie (Amy Forsyth), Brooke (Reign Edwards) e i loro amici partecipano alla serata per assaporare la paura e vivere l’adrenalina con altre migliaia di persone. Ma per una mente deviata l’Hell Fest non è solo un’attrazione: è l’opportunità di uccidere davanti agli occhi inebetiti dei visitatori, troppo presi dal macabro divertimento per capire che qualcosa di orribile sta succedendo davvero…