LA CENA PERFETTA, al Teatro Martinitt dal 30 novembre

Sul palco del Martinitt arriva un cast d’eccezione per UNA CENA PERFETTA, una commedia che si dipana attorno al dubbio. Due amici di lunga data, messi a dura prova da un futuro che appare invece assai breve, si chiedono se rinunciare od osare, se far vincere il realismo o il sogno, se l’amicizia sia aprire gli occhi all’altro o camminare insieme a occhi chiusi, sostenendosi. Insomma, il solito essere o non essere… Una food comedy che seduce con gli ingredienti nel piatto e umane, strampalate ricette di vita. In scena dal 30 novembre al 17 dicembre.  

LA CENA PERFETTA è una commedia di Sergio Pierattini, diretta da Nicola Pistoia, con Daniela Morozzi  (Lucia), Blas Roca Rey (Salvatore), Nini Salerno (Leo/ispettore Michelin), Ariele Vincenti (Cristian) e Monica Rogledi (Caterina). Produzione La Contrada/Teatro Stabile di Trieste. Scene Francesco Montanaro, Costumi Isabella Rizza, Musiche Pino Cangialosi, Luci Bruno Guastini.

Una cena perfetta è quella che il critico gastronomico non s’aspetta. Ad aspettare lui, un ispettore della Guida Michelin, però è l’intero, sgangherato staff di un ristorantino siciliano, dalla conduzione scalcinata e familiare, nella periferia parigina. Per lo chef Salvatore, la moglie Caterina, la socia Lucia e il cameriere Cristian, l’attesa è più che trepida, perché l’attribuzione delle ambite stelle potrebbe risollevare le sorti del locale in crisi, a rischio chiusura. L’ansia da prestazione per quella che dovrà a tutti i costi essere una cena perfetta sembra però amplificare tutti i conflitti di un team eterogeneo, a dir poco disastroso. Ovviamente, non tutto andrà come previsto…

 

 

Annunci

Censeo per l’Arte a Milano


www.gruppocenseo.com

“L’Architettura comincia dove due pietre vengono sovrapposte accuratamente.”
(Ludwig Mies Van Der Rohe)

Censeo per l’Arte

Niente cultura niente sviluppo, titolava un noto giornale economico mettendo in evidenza l’importanza di adottare un approccio sistemico al problema e sottolineando la necessità di una piena condivisione e collaborazione tra pubblico e privato nella valorizzazione del patrimonio culturale italiano.

Gruppo Censeo, giovane e dinamica azienda che si occupa prevalentemente di ristrutturazioni immobiliari, ha sposato questa linea proponendo momenti d’incontro all’insegna dell’arte.

Il ciclo d’eventi, a cura di Francesca Brambilla, che è solita scegliere la location più idonea per ogni mostra, tra i tanti cantieri che hanno visto l’intervento del Gruppo, è iniziato nel novembre del 2015 con un appuntamento che vedeva la partecipazione dell’artista Gianni Cella -ex Plumcake – nello showroom Pantanetti calzature, location scelta tra i tanti virtuosi esempi di ristrutturazione e restauro compiuti negli ultimi anni dal Gruppo Censeo.  Continua a leggere

TEATRO DELLA LUNA Assago MILANO – stagione 2017 2018

TEATRO DELLA LUNA Assago MILANO – stagione 2017-2018

www.teatrodellaluna.com

Diffondiamo segnalazione relativa alla stagione 2017-2018 TEATRO DELLA LUNA Assago MILANO.

Un cartellone ricco, che si articola da ottobre ad aprile, tra musical, danza, concerti, family show, magia, comicità, le stelle del circo moderno e gli imperdibili Legnanesi.

Seguiranno, nel corso della stagione, comunicati dedicati ai singoli spettacoli; info orari e biglietti su www.teatrodellaluna.com e www.ticketone.it .

STAGIONE 2017-2018

Da ottobre ad aprile

TANTI GRANDI EVENTI ILLUMINATI DALLA LUNA

Musical, danza, concerti, family show,

le stelle del circo moderno e gli imperdibili Legnanesi

Siete pronti a una magica serata a teatro illuminata dalla luna? A ottobre prende il via la stagione 2017/2018 del Teatro della Luna: musical, danza, concerti, family show, magia, comicità, le stelle mondiali del circo moderno e gli imperdibili Legnanesi.

Si parte con un weekend al ritmo di rock’n’roll con GREASE (6-8 ottobre), prodotto da Compagnia della Rancia, con la regia di Saverio Marconi e Guglielmo Scilla nel ruolo di Danny Zuko. L’edizione speciale che ha fatto ballare più di 37.000 spettatori la scorsa stagione, con la sua colonna sonora elettrizzante eseguita dal vivo, è una grande festa, tra ciuffi con la brillantina, giubbotti di pelle e sbarazzine gonne a ruota, un inno all’amicizia e agli amori indimenticabili e assoluti dell’adolescenza. GREASE è sempre una grande festa da condividere con amici, figli o in coppia, è trascorrere due ore spensierate, è non riuscire a restare fermi sulle poltrone ma scatenarsi a ballare, tra ciuffi ribelli modellati con la brillantina, giubbotti di pelle e sbarazzine gonne a ruota.

La vocazione del Teatro della Luna per il musical prosegue a grande richiesta con due titoli applauditissimi da pubblico e critica, diretti da Marco Iacomelli. NEXT TO NORMAL (19-29 ottobre) prodotto da STM in collaborazione con Compagnia della Rancia, con forza dirompente, moderno e innovativo, è un perfetto connubio tra musica, testi ed i sei attori. In scena, la vita quotidiana di una tipica famiglia americana, con la sua storia “quasi normale” nella cruda realtà fatta di emozioni forti: psicofarmaci, amore, dolore e disattenzioni, e gli effetti che il disturbo bipolare della madre avrà sulla vita di tutti. I personaggi di NEXT TO NORMAL sono in questo modo incredibilmente vicini ad ognuno di noi attraverso la messa in scena e l’espressione di una infinita gamma di sfumature emotive, tutto rafforzato da una partitura musicale di stampo rock, tra ironia e colpi di scena.

Dopo il successo dello scorso anno, prodotto da STM insieme a Fondazione Teatro Coccia Onlus e Reverse Agency, torna GREEN DAY’S AMERICAN IDIOT (2-12 novembre), l’esplosiva opera rock con le canzoni dei Green Day eseguite dal vivo in inglese: uno spettacolo non solo per i fan dei Green Day, ma per tutti quelli che desiderano assistere a uno show energico e innovativo, il “racconto di formazione” di tre giovani amici, Johnny, Will e Tunny. Amore e ribellione, secondo il più celebre gruppo punk rock statunitense, il ritratto dell’attuale generazione di giovani alla ricerca di un senso della loro vita, in una società fortemente influenzata dai media, apatica e senza prospettive.  Continua a leggere